*Esprite* - Versi

*Esprite*  -  Versi   -  Indietro  -   Home
Righetta.gif (893 byte)
Righetta.gif (868 byte)

30 ottobre

pronunci la parola inverno come fosse
un rumore ma tu stessa non ci credi
e pure ti soffio di salite, di rami
piegati ad esperire l'afonia selvaggia
del bosco, nel tuo viso i traccianti
del mio sogno risospinto a forza
sulla striscia d'erba nel centro
della strada e non dirmi, che vale
il sussurro da mezzana dei cespugli

perchč non andiamo a passeggiare
sui colli, a misurarne il passo
sulla secca lunghezza degli steli,
metronomo e oscillazione pretesca
fino all'intonaco brusco di chiesa
alla svolta, sono pieno di stupore
per le tue mani pił per come agiti
dondolando le gambe lungo il muro
mettendo a nudo la trama inesatta
dei campi e sotto niente la terra



30/10/2003