Parlando un poco del nostro paese

El Salvador, l'antica Cuscatlan (Terra della Felicità), con i suoi 21.000 Km² di superficie ed i suoi 6 milioni di abitanti, è il più piccolo paese del Centro America ma quello con la più alta densità di popolazione per Km². Oltre 2 milioni di salvadoregni lavorano all'estero e costituiscono un'importante fonte di approvvigionamento di valuta straniera. Infatti solo nel 1992 sono state effettuate rimesse per quasi due milioni di dollari, la stessa cifra che ogni giorno gli Stati Uniti spendevano per finanziare i regimi militari e pseudodemocratici durante la guerra civile iniziata nel 1979 e conclusasi solo nel 1992 dopo la firma degli accordi di pace tra le parti in conflitto: il Governo e il Fronte Farabundo Martì di Liberazione Nazionale (F.M.L.N.).
L’80% della popolazione vive in campagna, e la maggior parte di essa è stata costretta a fuggire all'estero o verso le città durante la guerra per sottrarsi alle persecuzioni ed alla violenza. Ora è tornata per ripopolare le zone devastate ed impoverite dalla strategia militare di terra bruciata posta in atto in quel periodo dalle truppe armate del governo.
Il conflitto bellico, che causò la morte di oltre 80 mila persone, ha incrementato i problemi sociali e la cessazione dei combattimenti non ha portato alla loro soluzione: la disoccupazione ha raggiunto il 78%, l’analfabetismo il 65% e la maggioranza della popolazione non ha una casa degna di questo nome.

Chi siamo?

Il Ser.Co.Ba. (Equipo de Servicio para Comunidades de Base), un gruppo che lavora con le comunità di base in varie zone di El Salvador. Ci impegnamo a rispondere in forma dinamica e creativa alle loro necessità, identificando i leader e collaborando con loro nella soluzione dei problemi della comunità, all'interno del cammino del processo di ricostruzione e consolidamento della Pace nel nostro paese.
Siamo nati dopo gli Accordi di Pace firmati dallo FMLN e dal governo. Sentivamo che era urgente dare una risposta alle comunità e alle "repoblaciones" dopo gli anni della guerra.
Il nostro obiettivo è appoggiare e favorire la sana convivenza di tutte le componenti delle comunità, nonostante le differenze ideologiche, come cammino verso la Pace.
Facciamo parte di una rete latinoamericana di commercializzazione comunitaria che si chiama RENACES. I nostri principi, in netta contrapposizione a quelli proposti ed imposti dal sistema neoliberale, sono:

Che stiamo facendo?

Stiamo creando istanze e strumenti per lo sviluppo integrale delle comunità e dei suoi membri con i seguenti programmi:

Forni solari: è rivolto a donne di diversa età e diversa provenienza, di area rurale o urbana; vogliamo far apprendere loro le opportunità dell’utilizzo dell’energia solare.E’ un approccio ecologico ed economico al recupero, la protezione e lo sviluppo delle risorse naturali, che favorisce l’educazione alimentare, l’autogestione, e altre opportunità economiche familiari: orti e allevamento di pollame. Ogni hanno vengono realizzate alcune attività legate a questo progetto.

Biblioteche Comunitarie di Base: per promuovere in ciascuna comunità l’autoapprendimento, favorendo un luogo di alfabetizzazione, lettura, riunione, studio e cultura. Vogliamo ampliare la visione del mondo.

Centro di recupero, formazione e creazioni artigianali: offre corsi e laboratori di formazione e recupero artistico dell’artigianato radicato nella storia, la cultura ed il patrimonio salvadoregno.

La Casa della Pace: è un centro di accoglienza, alfabetizzazione e formazione biblica, abbinata alla lettura della costituzione ed a un programma di promozione e difesa dei diritti umani.

Inoltre ogni fine settimana, ci riuniamo con alcuni componenti delle comunità per realizzare laboratori dove si sviluppano temi interessanti per i partecipanti e per la continuità dei differenti progetti che realizziamo.

Quali sono i nostri progetti futuri?

Un centro di formazione, perfezionamento e aggiornamento per contadini che dia le nozioni di base di una tecnologia agricola alternativa e adatta alle esigenze dell’uomo, affinché il campesino possa divenire gestore della propria storia.
La coltivazione biologica, la produzione del miele e la costruzione di una centrale termo-solare per produrre energia, acqua calda e seccare la frutta.
Vogliamo inoltre fornire alle comunità salvadoregne un centro in cui si recuperino le tradizioni ed allo stesso tempo si modernizzi la cucina del mais; in cui si sfornino piatti elaborati a base di mais ed espressione delle relazioni profonde di questo alimento con la storia ed i valori autoctoni del popolo salvadoregno.

Artigianato: risorsa e caratteristica di ogni popolo

Il Centro America è ricco di artigianato, in cui si combinano le antiche conoscenze naturali dei Maya-Cuscatleco con elementi dell'invasione spagnola. El Salvador ha una forte tradizione artigianale, intesa anche come forma di espressione popolare. La produzione casalinga e familiare è una tradizione dei popoli americani. Attualmente la produzione manuale rappresenta una forma di sussistenza economica ed un modo per conservare e tramandare la propria arte, le proprie tradizioni ed la propria identità.
Nel dopo guerra la crisi economica si è acutizzata ancora di più a causa anche del sistema economico neoliberale che aggrava ogni giorno di più la già precaria situazione.
Il lavoro artigianale è una risposta possibile ai molti problemi di tipo sociale ed economico che devono essere affrontati dalla grande maggioranza della popolazione nella vita quotidiana.
Purtroppo molte industrie con forte capitale, hanno massificato questi prodotti sbancando la debole fonte economica di questa classe povera ed emarginata.
Esiste perciò uno sforzo per una produzione coordinata in cui i lavoratori, organizzati in laboratori familiari o comunitari, mantengono la loro autonomia e specificità, ottenendo più economicamente la materia prima, producendo con maggior facilità i loro manufatti e reperendo in modo comunitario tutti i mercati possibili. E' importante che in Italia i membri delle varie comunità diano un appoggio umano, solidale e concreto a questi lavoratori lontani, degni di rispetto e stima.

Voce ai senza voce

«Abbiamo iniziato a lavorare e a produrre campioni con ritagli di tela, che recuperavamo dalle fabbriche, ma il problema maggiore era il fatto di non trovare chi acquistasse la nostra produzione. Fin dall'inizio abbiamo avuto problemi, abbiamo ricevuto minacce da un'industria locale. Sebbene i nostri prodotti fossero di buona qualità, all'inizio non avevamo una grande varietà di articoli; gli ordini erano pochi; però organizzandoci con Ser.Co.Ba. abbiamo sviluppato creatività, produzione e mercato. E' da sottolineare che questo laboratorio costituisce un'alternativa di lavoro per le donne del paese, con scarsa o nessuna formazione scolare, che possono esprimere, così, la loro creatività su carta e tela.»

Testimonianza di una donna artigiana della zona marginale della capitale, laboratorio "La Fauna", San Salvador

«Il comune di La Palma, sito nel dipartimento di Chalatenango, zona montagnosa ricca di pinete, con un clima temperato, si trova a 1200 metri s.l.m. a 84 Km al nord della capitale San Salvador.
Il nostro laboratorio ha iniziato l'attività grazie ad una visita di Mariella Tapella (missionaria laica italiana appartenente a Pax Christi), venuta per mettersi in contatto con noi e per cercare di aiutarci.
A maggio del 1988 risalgono le opere dipinte su pezzi di legno da un primo gruppo di lavoro composto da quattro persone che è cresciuto gradualmente fino a essere composto da oltre cento persone. Dopo gli accordi di pace del 1992, la nostra produzione ha subito un calo, anche a causa di alcuni fattori esterni che hanno rovinato il nostro mercato, così come lo avevamo costruito.
Attualmente attorno al gruppo, organizzato in cooperativa, ruotano oltre quaranta famiglie.»

Testimonianza di un artigiano dell'area rurale, Franklin, responsabile del laboratorio "El Pacum", La Palma

 

Per informazioni rivolgersi al Gruppo Missionario o direttamente a:

Ser.Co.Ba.

Calle S. Antonio Abad, 1425

San Salvador, El Salvador, C.A.

Telefono e Fax: +503 2265576

e-mail: primavera@telemovil.net

 

chiedere di Mariella Tapella

 



Ritorno alla pagina Attività


This page hosted by Get your own Free Home Page

1