<BGSOUND src="//www.oocities.org/ilnidodellagazzaladra/Bagl-Poster.mid" LOOP=INFINITE>
IL NIDO DELLA GAZZA LADRA
Tutto ci che incontrai nel mio andare ora fa parte di me. E quello che ho visto una porta che si apre sul nuovo: e pi vado avanti pi vedo i confini lontani. E' penoso fermarsi, darsi un confine, non splendere pi,  arrugginiti, perch si rimane inattivi, fingendo che il vivere sia respirare! Una fila di vite non mi basterebbe: e non mi resta che un poco dell'una che ho. Eppure quel poco un momento rubato all'eterno silenzio, e porta con s cose ancora da fare; e vile sarebbe per questi pochi anni restare in disparte con questo mio spirito grigio che brucia e che sogna ancora il sapere: la stella che cade lontano l  dove l'umano pensiero non sa immaginare"
Questi versi di Alfred Tennyson dedicati a Ulisse, sono lo spirito che guida questa piccola ricerca
Seguimi visitatore n.
   Alla rivista
    Al Forum della Gazza
        Al sito