3

Orologi a variazione barometrica o temperatura

In questa pagina sono raccolti i meccanismi più delicati conosciuti dalla storia dell'orologeria: gli "Atmos"
Creazione brillante del 1927 ad opera di Jean Leon Reutter, il quale concepì un meccanismo totalmente atipico dove l'assorbimento di energia era 100 volte inferiore a quello di un orologio da tasca!
L'orologio era ermeticamente sigillato sotto la campana di vetro e l'unica apertura presente era collegata ad un "polmone" metallico che si dilatava o rstringeva a seconda della differenza di pressione atmosferica presente all'interno ed all'esterno dell'orologio stesso.
Tale invenzione fu scoperta nel 1932 da Jaques-David Le Coultre, titolare dell'omonima fabbrica che iniziò così la produzione dell'orologio più famoso del mondo, dono preferito alle grandi personalità (Papa Pio XI e Papa Giovanni Paolo II), correggendo però la problematicità della variazione barometrica con la variazione di pressione prodotta da un gas di etilene alle variazioni anche minime di temperatura.
La particolarità consisteva nel fatto che l'Atmos è la prima pendola eterna in grado di ricaricarsi con le variazioni barometriche o di temperatura e questo per un tempo stimato di 600 anni!
Atmos a titolo precauzionale va comunque revisionata ogni 20 anni, questo per motivi di inquinamento atmosferico.



   

     


                      
uno dei primi modelli di atmos a variazione barometrica con campana

1