Orario Treni | Motore di ricerca | Strade d' italia
Coinarir | Unimondo | Peacelink | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link
Altracittà | Elettrosmog 1 | Elettrosmog 2 | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link
subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link
Imperialismo| Imperialismo 1 | Imperialismo 2 | Impero | Impero 1 | Impero 2 |
Difesa dei lavoratori | Sciopero 7 novembre | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link |
subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link
America Latina | Terrorismo | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link
subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link

<IMG SRC="nonflash.gif" width=256 height=197 BORDER=0> <img src="nonflash.gif" width=294 height=202 border=0>

No ai fondi pensione! Per la difesa del TFR è necessario una grossa mobilitazione dei lavoratori affinchè il furto perpretato sulla loro pelle non avvenga.

La torta del TFR dei lavoratori fa gola a tanti , si tratta di 14 miliardi annui e non si sono ancora accordati su come spartirseli. Nell'ultimo incontro le divergenze tra associazioni padronali e Cgil-Cisl-Uil-Ugl da una parte e il governo dall'altra, sono rimaste invariate. Le prime premono perchè il decreto privilegi i fondi pensione chiusi da loro cogestiti, mentre il governo sponsorizza le assicurazioni private in cui Berlusconi e i suoi sodali hanno corposi interessi.

Si è concluso con un altro rinvio l'incontro del 9 giugno sulla previdenza complementare tra governo, Cgil-Cisl-Uil-Ugl, Confindustria, Concommercio, Confapi,…

Il testo del decreto attuativo sul trasferimento del TFR nei fondi pensione sarà varato in settembre , se non addirittura in coincidenza con la scadenza della delega (6 ottobre 2005).

Il meccanismo del silenzio/assenso partirà dal 1° gennaio 2006 ; da allora i lavoratori, se non vorranno vedere il proprio TFR confluire in un fondo pensione, avranno 6 mesi di tempo per dichiarare all'azienda e all' INPS o INPDAP la volontà di mantenere il TFR.

Intanto Maroni ha preannunciato una “intensa campagna di comunicazione istituzionale” da ottobre a dicembre per convincere i lavoratori ad aderire ai fondi. In realtà i continui rinvii del decreto attuativo sono il frutto non solo di divergenze reali tra lor signori, ma anche della sempre più diffusa sfiducia tra i lavoratori che si stanno rendendo conto della fregatura in arrivo, grazie anche alla controinformazione che i Cobas stanno svolgendo; per cui sono un piccolo ma significativo successo per i lavoratori. Abbiamo ora più tempo per organizzarci e per demistificare le loro menzogne .

Per i/le lavoratori/trici non ha senso parteggiare per l'uno o l'altro degli schieramenti, è come scegliere tra camera a gas o sedia elettrica per condannare a morte la previdenza pubblica .

Cobas

 


 

NUCLEARE

Torna l' incubo nucleare, mentre le scorie prodotte dalle nostre italiche centrali dismesse : Caorso, Trino Vercellese, Saluggia - hanno lasciato un' eredità equivalente a 235 tonnellate di scorie radioattive ancora stoccate. Dietro a tutto questo ci sono gli interessi delle società di smaltimento, la produzione di armi di distruzione di massa ( plutonio ), un mercato quindi anche dai volti oscuri. Il rischio per i paesi poveri di essere una pattumiera radioattiva. Leggi il rapporto di Greenpeace

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

Ciao Presidente!

 

 

In un' epoca dove i muri sono stati abbattuti sotto i riflettori mass mediatici , altri se ne costruiscono...

Un popolo privato di tutto : del suo territorio, della sua libertà, delle sue risorse. Israele con la complicità degli U.S.A. negano le risoluzioni dell' ONU, per altri stati si sarebbero applicate le contromisure necessarie atte al rispetto di quest' ultime. Si vede che esistono due pesi e due misure. L' assassino Sharon, ostaggio degli oltranzisti del Likud continua col massacro, l' unica soluzione per loro è quella dell' annientamento creando un governo fantoccio agli ordini di Israele.

Arafat, un uomo, un leader, un simbolo è morto, il popolo palestinese dovrà essere in questo momento aiutato maggiormente affinchè la "comunità internazionale" non giochi sporco sulla loro pelle .

.

PROMUOVERE UNA CAMPAGNA DI BOICOTTAGGIO DELLE MERCI PROVENIENTI DA ISRAELE E' UN PRIMO PASSO CONCRETO DI PROTESTA CONTRO UNO STATO CHE SI MACCHIA DI CRIMINI CONTRO L' UMANITA'

 

Israele - Armi di distruzione di massa

La nazione nucleare

Israele - Libertà di stampa : Pressione sui mass media sul possesso delle armi : NON SI DEVE SAPERE

Le radici dell' odio : Il Sionismo

 

"GLI ARABI POSSONO AVERE IL PETROLIO, MA NOI ABBIAMO I FIAMMIFERI" - Ariel Sharon

 

 

 

BOICOTTIAMO L' ECONOMIA DI GUERRA ISRAELIANA - NON COMPRIAMO PIU' MERCI PROVENIENTI DA QUESTE AZIENDE: clicca

 


 

LAVORO FLESSIBILE, A PROGETTO, IN PRESTITO...

PER QUATTRO SOLDI CHE DATE DI STIPENDIO ...

SENZA UN FUTURO

MIGLIAIA DI INCIDENTI SUI LUOGHI DI LAVORO

UNA CASA IN AFFITTO : 1500 EURO

LO SFASCIO DELLA SCUOLA, DELLA SANITA'

COSTO DELLE BOLLETTE SEMPRE IN AUMENTO

IL FURTO DELLE PENSIONI

 

NON SI ARRIVA NEMMENO A META' MESE !

ABBIAMO DECISO CHE SE VOI NON VI METTETE UNA MANO SULLA COSCIENZA ( SE MAI NE AVESTE UNA...) , NOI NON LA METTEREMO NELLE NOSTRE TASCHE (VUOTE).

NON VI COMPREREMO PIU' NESSUNA MERCE!

 

 

 

 

 

 


<% anyVariable = Request.ServerVariables("REMOTE_ADDR") %> 

 

Lascia i tuoi commenti/critiche | Email

1