Annibale.Net - Archivio 11 Settembre 2001.
     

 

Area Privata

 
       

MENU

 

  11 Settembre 2001.

   Home

 

  Foto

 

Archivio 11 Settembre 2001

 

11 settembre 2001 Attacco agli USA

 

La follia del terrore Criminale sequenza di attacchi terroristici contro gli Stati Uniti d'America.

Ore 8.45 è l'inizio del giorno più lungo e doloroso nella storia degli Stati Uniti d'America, mai colpiti così duramente al proprio interno.
Una successione di attentati senza precedenti ha colpito gli Stati Uniti.
Un Boeing 767 della United Airlines si schianta su una delle Torri Gemelle di New York.
Poco dopo un secondo aereo colpisce la Torre Sud, mentre un terzo aereo si schianta sul Pentagono, sede del Dipartimento della Difesa, a Washington.
Un quarto aereo con 45 passeggeri a bordo precipitera' poco dopo in Pennsylvania vicino a Pittsburg.

Cosa e' accaduto l'11 settembre 2001 a New York, il numero delle vittime che sembra destinato ad essere ricordato come quello definitivo e' 2.749.


Lista completa delle 2.749 vittime.

 


Cronologia - eventi

USA 8:45 - ITALIA 14:45

Un aereo di linea si schianta contro una delle due torri gemelle del World Trade Center a New York

9:05 - 15:05

Secondo impatto: un secondo velivolo si abbatte contro l'altra torre del World Trade Center

9:18 - 15:18

Il presidente George W. Bush cancella gli impegni della mattinata

9:20 - 15:20

Giunge la notizia che l'Fbi era stato messo in allerta per il possibile dirottamento di un aereo poco prima del duplice impatto

9:28 - 15:28

Fonti del governo parlano di un attentato

9:30 - 15:30

Evacuata la Borsa del Nymex e il New York Mercantile Exchange

9:32 - 15:32

Wall Street rinvia l'apertura delle contrattazioni.

9:33 - 15:33

Uno dei due aerei era un Boeing 767 delle American Airlines dirottato da Boston

9:35 - 15:35

Evacuata anche Wall Street

9:36 - 15:36 

Primo bilancio delle vittime: si parla di sei mila morti e di un migliaio di feriti

9:40 - 15:40

La polizia avverte che un terzo aereo potrebbe avvicinarsi alle due torri

9:42 - 15:42

Rivendicazione: la tv di Abu Dahbi attribisce l'attentato al Fronte Democratico per la liberazione della Palestina

9:45 - 15:45

Evacuata la Casa Bianca. Colpito il Pentagono: un aereo precipita sull'eliporto, causando il crollo di un'ala dell'edificio, che s'incendia

9:47 - 15:47

Evacuati il dipartimento al Tesoro e edifici circostanti

9:48 -15:48

Incendio sul Mall di Washington, di fronte alla Casa Bianca. Wall Street annulla l'apertura

9:49 - 15:49

Evacuati il Congresso e il ministero del Tesoro a Washington

9:53 - 15:53

Incendio al dipartimento alla Difesa che viene fatto evacuare.

9:53 - 15:53

La Federal Aviation Administration chiude tutti gli aeroporti USA

10:00 - 16:00

Nuova enorme esplosione su una delle torri gemelle del World Trade Centre. Il personale dell'Onu scende per precauzione nei sottosuoli.

10:03 - 16:03

Il Fronte democratico per la liberazione della Palestina (Fdlp) smentisce di essere responsabile degli attentati. Evacuazione del grattacielo Sears a Chicago.

10:07 - 16:07

Crolla il grattacielo colpito per primo

10:08 - 16:08

Il segretario di Stato Colin Powell lascia il Perù dove si trova per l'assemblea generale dell'Osa e rientra negli Usa

10:11 - 16:11

La rete tv NY1 informa che il secondo aereo che ha colpito il Wtc è stato dirottato dall'aeroporto di Boston ed era della United Air Lines.

10:20 - 16:20

Evacuato anche il palazzo di Vetro, sede dell'ONU

10:27 - 16:27

Tutti i voli transatlantici per gli Usa sono dirottati sul Canada.

10:28 - 16:27

Crolla anche la seconda torre del World Trade Centre.

10:28 - 16:28

Incendio davanti al dipartimento di Stato a Washington: corre voce che sia stata un'atuobomba

11:34 - 17:34

Reso noto il numero dei passeggeri dei due jet dirottati in totale, 156 persone erano a bordo

11:36 - 17:36

Un funzionario del dipartimento di Stato smentisce che una autobomba sia esplosa davanti alla sede del ministero

12:26 - 18:26

Terzo crollo a New York: un palazzo vicino al World Trade Center si abbatte al suolo

12:39 - 18:39

Sono migliaia tra morti e feriti. Emergenza sangue negli ospedali

 

Lista completa delle 2.749 vittime.

 

Il discorso alla nazione del Presidente americano George Bush.

 

"Oggi, concittadini, il nostro sistema di vita, perfino la nostra libertà, sono stati attaccati da una serie di atti terroristici deliberati e mortali". Questi omicidi di massa avevano come obiettivo di disintegrare la nostra nazione, di spingerla verso il caos. Ma hanno fallito. Il nostro Paese è forte. La ricerca è in corso dei responsabili per questi attacchi malvagi. Non faremo distinzioni tra i terroristi che hanno commesso questi attacchi e quelli che li hanno aiutati". Poco dopo il primo attacco, ho messo in atto tutti i piani di reazione in situazioni d’urgenza del nostro governo. Le nostre forze armate sono forti e preparate. I corpi speciali sono arrivati a New York e a Washington per aiutare i soccorsi locali. La nostra principale priorità è quella di aiutare i feriti e di prendere tutte le precauzioni per proteggere i nostri cittadini nel Paese e nel mondo intero da altri attacchi. I lavori del nostro governo continuano senza interruzione. Tutte le agenzie federali evacuate oggi da Washington sono occupate questa sera da personale d’emergenza, e saranno piene di impiegati al lavoro domani. Le nostre istituzioni finanziarie restano solide, l’economia americana sarà anch’essa al lavoro domani. Per tutti quelli che soffrono, per i bambini che sono stati colpiti, per quelli il cui sentimento di sicurezza è stato minacciato. E io prego perché ricevano conforto da un Potere più grande di ogni cosa tra noi, trasmesso attraverso i secoli dal Salmo 23: Anche quando cammino nella valle delle ombre della morte, io non vengo toccato dal male, perché Tu sei con me. È un giorno  nel quale tutti gli americani si uniscono per la giustizia e la pace. L’America ha respinto nemici in passato, e noi lo rifaremo ancora una volta. Nessuno tra noi dimenticherà mai questo giorno. E noi continueremo ad avanzare per difendere la libertà e tutto ciò che c’è di buono e giusto nel nostro mondo. Grazie,  buona notte e che Dio benedica l’America".

Colin Powell, Segretario di Stato americano: Possono distrugere edifici, uccidere persone, ma non potranno mai uccidere lo spirito della democrazia. L'America è una nazione forte e saprà giustiziare i responsabili"

-----------------------------------------------------

Le parole di Papa Giovanni Paolo II in un telegramma al presidente Bush: "Scioccato dall’indicibile orrore degli odierni inumani attacchi terroristici contro persone innocenti in diverse parti degli Stati Uniti, prego Dio di sostenere lei e il popolo americano in quest’ora di sofferenza e di prova".

Il Presidente della Commissione europea Romano Prodi ha detto: "Gli europei sono con gli Usa e con tutti i popoli che amano la pace nella condanna e nella resistenza al terrorismo"

Carlo Azeglio Ciampi, Presidente della Repubblica italiana, parlando a reti unificate ha dichiarato: "Questi attentati colpiscono e offendono l'intera comunità internazionale. I popoli liberi debbono essere uniti e compatti nella risposta a questo atto di guerra contro il mondo civile"

Silvio Berlusconi, Presidente del Consiglio italiano: "Sappiamo che ci attende un futuro che metterà alla prova la nostra capacità di resistere alla barbarie, ma non abbiamo paura di affrontarlo. Le democrazie danno il meglio di se stesse e della loro capacità di resistenza proprio nei momenti di pericolo". Il Presidente ha inoltre indicato la risposta da dare nella "solidarietà basata sui valori comuni della civiltà e il rispetto dei diritti degli uomini." Berlusconi ha anche rilanciato l'ipotesi dello scudo spaziale. "Adesso si è visto quali ferite può aprire nel corpo della grande democrazia americana, e dunque nel mondo libero, il terrorismo sponsorizzato dagli stati - canaglia."

I TITOLI D'APERTURA DEI QUOTIDIANI ITALIANI
del 12 settembre 2001

 

La Repubblica: Attacco all'America Aerei come bombe su New York e Pentagono. Migliaia di morti

Corriere della Sera: Il più grave atto di guerra dal 1945. Il mondo sconvolto e paralizzato. Bush: puniremo i colpevoli e i paesi che li proteggono. Attacco all'America e alla civiltà. Aerei di linea dirottati dai terroristi che si schiantano contro i grattacieli di New York e sul Pentagono. Crollano le torri gemelle., forse ventimila morti sotto le macerie. Sospettati gli islamici di Bin Laden.

La Stampa: Attacco all'America

Il Messaggero: Atto di guerra Apocalisse a New York, migliaia di morti;

Il Sole 24 Ore: 20mila morti a Manhattan Wall Street chiude 2 giorni - Colpito anche il Pentagono

Il Giornale: Migliaia di morti Nel cuore dell'America il più grave attentato della storia

Il Mattino: Apocalisse Quattro aerei civili dirottati negli Usa e utilizzati come bombe

L'Unità: Stato di Guerra in America

Il Manifesto: Apocalisse

Liberazione: 2001, Apocalisse in America

Il Tempo: Il mondo ha paura

Libero: Forza America reagisci Il mondo aspetta una risposta al terrorismo islamico

Il Resto del Carlino/Nazione/Giorno: Apocalisse America

Avvenire: Attacco al cuore del mondo libero Kamikaze mietono decine di migliaia di vite. Bush: li puniremo

L'Osservatore Romano: La follia del terrore Criminale sequenza di attacchi terroristici contro gli Stati Uniti d'America

 

Lista completa delle 2.749 vittime.

Osama Bin Laden Alla base del terrore

Osama Bin Laden

 

 

Osama Bin Laden

Responsabile morale e materiale della strage newyorchese.

L' organizzazione guidata da Osama Bin Laden e conosciuta come Al Quaida (la Base):


Generale

Osama Bin Laden

 

Luogotenenti

Ayman al-Zawahiri        Mohammed Atef (operazioni militari)

 

Shura Majlis (consiglio che coordina 4 commissioni)

Comm. Religioso/legale     Comm. Finanza     Comm. Media     Comm. Militare

 

Cellule dormienti individuali terroriste
Uomini e donne presenti in una trentina di stati nel mondo

 

GLI ATTENTATORI

 

American Airlines 11 (torre nord del World Trade Center)

Abdulaziz Alomari

Mohammed Atta

Satam al Suqami

Waleed m alshehri

Wall m alshehri

United Airlines 175 (torre sud del World Trade Center)

Ahmed Alghamdii

Fayez Banihammad

Hamza Alghamdi

Marwan Shehhi

Mohand Alshehri

American Airlines 77 (Pentagono)

Hani Hanjur

Kalid Almidhar

Majed Moqed

Nawaf Alhazmi

Salem Alhazmi

United Airlines 93 (caduto in Pennsylvania)

Ahmed al Aznawi.

Ahmed Alnami

Saeed Alghamdi

Ziad Samir Jarrahi