ETÀ IMPERIALE

L'età imperiale è il periodo che va dal 27 a.c al 476 d.c (caduta dell'impero romano d'Occidente). 

Subito dopo la morte di Giulio Cesare i congiurati furono costretti a lasciare Roma perché il popolo era contro di loro e fu così che si arrivò ad un altro triumvirato (43 a.c) formato da Marco Antonio, un luogotenente di Cesare, Caio Cesare Ottaviano, pronipote ed erede dello stesso dittatore e da Marco Emilio Lepido. In seguito Antonio e Ottaviano passarono in Grecia, dove si erano rifugiati gli uccisori di Cesare, e a Filippi, in Macedonia, li sconfissero. Dopo la battaglia le persone appartenenti al triumvirato si spartirono il comando dell'impero infatti Ottaviano ebbe il dominio dell'occidente, Antonio l'oriente e Lepido l'Africa, ma quest'ultimo fu ben presto relegato in una posizione marginale.

Fissata la propria residenza in Egitto, presso la corte della regina Cleopatra della quale si era invaghito, Antonio ripudiò la moglie Ottavia, sorella di Ottaviano. Approfittando di questo fatto, che aveva suscitato grande indignazione a Roma, Ottaviano convinse il senato a dichiarare guerra a Cleopatra. Nello scontro navale di Azio (31 a.c), la flotta navale degli egiziani fu sconfitta da quella dei romani. Antonio e Cleopatra si uccisero pochi mesi dopo e l'Egitto divenne una provincia romana. Ottaviano poté così instaurare un potere personale senza più incontrare alcuna opposizione. Infatti il senato aveva perso ogni potere effettivo, mentre la grave situazione sociale ed economica richiedeva una guida decisa dello stato. Ottaviana, che in seguito sarà chiamato Augusto, diede allo stato un periodo d'atmosfera serena.

Subito dopo Augusto si susseguirono altri imperatori come: 

   

Sopra una statua di Marco Antonio

 

L'impero romano d'Occidente ha la sua fine nel 476 d.c a causa delle invasioni barbariche. Le invasioni barbariche hanno avuto molti protagonisti come Alarico1°, re dei Visigoti, il quale occupò l'Illiria e devastò la Grecia. Nel 410 egli conquistò e mise al sacco Roma, ma poco dopo morì.

Il suo successore, Ataulfo, guidò i Visigoti in Gallia e nel 419 il re visigoto Vallia ricevette dall'imperatore Onorio la concessione di stabilirsi nella Gallia sudoccidentale dove fondò a Tolosa una dinastia visigota. Mentre la Spagna fu conquistata dai Vandali, dagli Svevi e dagli Alani. Cartagine fu conquistata dai vandali mentre la Gallia e l'Italia furono invase da Attila , condottiero degli Unni.

L'ultimo imperatore dei romani fu Romolo Augustolo che venne sconfitto nel 493 dagli Ostrogoti comandati da Teodorico.

Così Roma fu sconfitta anche se rimaneva ancora l'impero romano d'Oriente o anche chiamato Bizantino che continuò ad esistere ancora per tantissimi secoli.

 

 

1