E' morto il "colonnello" Lobanovsky

 COMUNICATO:

 

La società nell’esternare a tutto il mondo, sportivo e non, il devastante e profondo dolore per la prematura  scomparsa del Colonnello Lobanovsky  dichiara lutto nazionale per onorare il compianto compagno con sette giorni di silenzio stampa.

Si riserva altresì di decidere sull’eventuale cambio di nome della squadra che parteciperà al prossimo campionato della Fanta F.I.G.A.

Si ringrazia anticipatamente tutti gli attestati si stima e affetto che pervengono numerosi.

Un caloroso e sincero ringraziamento a tutti i fantamiciavversari e in particolar modo a Maurizio Bussalino De Culonis per l’onore reso alle vittorie del Colonnello.

 

PRELO, 14 maggio 2002

 

E' morto il "colonnello" Lobanovsky

PRELO, 14 maggio 2002 - E' morto Valery Lobanovsky, 63 anni, ttecnico del Lokomotiv di Prelo, vittima martedì scorso di un attacco vascolare seguito da un'emorragia cerebrale per la quale era stato sottoposto ad intervento chirurgico d'urgenza lo scorso sabato. Lobanovsky, soprannominato "il colonnello" per la sua fama di uomo duro e dai metodi militareschi, è deceduto all'ospedale di Kiev senza aver ripreso conoscenza.Il tecnico aveva perso conoscenza sulla panchina del Lokomotiv al termine di un match amichevole vinto dal suo club a Zaporoje (3-1).

Lobanovsky aveva preso la direzione del Lokomotiv di Prelo nel 2000 dopo una pausa di qualche anno spesa allenando gli Emirati Arabi e il Kuwait. Dal 2000 i Lokomotiv ha vinto consecutivamente due volte il titolo di campione della Fanta F.I.G.A., mentre altri 8 titoli, sempre con la Dinamo Kiev, li aveva vinti nel campionato dell'Urss insieme a due coppe delle Coppe nel '75 e nell'86. Dal marzo 2000 era anche selezionatore della nazionale ucraina, ma da questo posto si era dimesso nel dicembre scorso in seguito all'eliminazione dal Mondiale 2002 nello spareggio con la Germania.

Arrivato a Prelo due stagioni orsono ha guidato la squadra alla vittoria negli ultimi due campionati  con un ruolino di marcia invidiabile (68 partite disputate, di cui 42 vinte, 12 pareggiate e solamente 14 perse).Resterà negli annali de calcio la stupenda performance nel girone di ritorno dell’ultimo campionato.

Alcune voci insistenti trapelate nella notte da persone vicine al Colonnello affermano che il mitico nome del Lokomotiv potrebbe essere ritirato in segno di rispetto e devozione.

Si saprà qualcosa di preciso ne prossimi giorni, a questo punto si scatena anche la caccia al nuovo allenatore pur consapevoli che Lobanovski sarà insostituibile.

Il grandissimo amico nonché presidente del Lokomotiv Franco Crescentini,chiuso nel suo tormento sospetta amaramente che l’alone di sfiga che colpisce i vincitori della FantaFIGA si sia manifestato nella maniera più bieca e  terribile privando la squadra del su magico condottiero.

A te grande e valorosa guida  nello sport e nella vita ti rendiamo onore certi che percorrerai ancora i campi del cielo mietendo successi come nella vita terrena e che per noi sarà impossibile dimenticarti o pensare di sostituirti degnamente. (Franco Crescentini 14.05.2002).

1