Archivio Grecia -- Archivio News -- Home

Grecia

Ultime notizie:

Fonte: http://www.independent.co.uk/

Data : 02.05.04

TAVOLETTE D’ARGILLA SVELANO LA CHIAVE DEL RACCONTO DI ELENA, PARIDE E DELL’ASSEDIO DI TROIA

Nuove scoperte archeologiche mostrano che le epiche omeriche (e hollywoodiane) possono essere basate su più di un semplice mito.

 

La leggenda ha dominato la cultura occidentale per più di 3,000 anni: il rapimento della più bella donna del mondo, le migliaia di navi inviate per riportarla indietro, e la sanguinosa guerra decennale che ne conseguì.

Ora, un affermato storico inglese sostiene che la vera storia di Troia stia finalmente per essere scoperta. Bettany Hughes, attualmente impegnato in una serie televisiva sull’antica Grecia, ha dichiarato che un numero di tavolette d’argilla recentemente dissotterrate, racchiudono la “chiave” del racconto di Elena, Paride e dell’assedio di Troia.

La famosa storia – originariamente narrata nell’epica di Omero “L’Iliade” – è sempre stata considerata più mito che realtà. Ora, ha dichiarato Hughes, una collezione di tavolette sparse, scoperte sotto la città greca di Tebe, potrebbe rovesciare questa convinzione e ridisegnare la mappa dell’Età del Bronzo.

I frammenti delle tavole, iscritte nell’antica lingua conosciuta come Linear B, sono state datate al XIII secolo a.C., il periodo in cui si suppone sia stata combattuta la guerra troiana. Un significativo numero di pezzi sta ancora emergendo dagli scavi.

“E’ favoloso, ma anche tanto frustrante” ha dichiarato Hughes. “La decifrazione è lunga, ma è come mettere insieme un gigantesco puzzle.

In modo promettente, le tavolette già decodificate menzionano un numero di nomi chiave, citati nelle epiche omeriche, incluse città perdute o distrutte che offrirono le loro navi per la famosa flotta condotta da Agamennone e Achille. Questo, dice Hughes, è altamente significativo, e le tavolette predatano l’opera di Omero, considerata finora frutto di fantasia, di circa 500 anni.

“Fino ad ora, nessuno aveva scritto seriamente circa i personaggi nell’Iliade, ma evidenze come queste ci permettono di unire i tre vertici del triangolo: le fonti archeologiche, testuali e letterarie”.

L’Iliade racconta la storia di quanto accadde dopo che Paride, il Principe di Troia, vi riportò Elena, Regina di Sparta. Suo marito, il Re Menelao, riunì un esercito di guerrieri micenei e greci, tra cui  Achille, e dichiarò guerra a Troia.

La leggenda di Troia torna d’attualità in questi giorni, quando il film da 200 milioni di dollari di Wolfgang Petersen, con Brad Pitt nel ruolo di Achille e Orlando Bloom in quello di Paride, arriva sui grandi schermi di tutto il mondo.

Nonostante l’entusiasmo di Hughes, altri esperti invitano alla cautela, almeno fino a quando le scoperte a Tebe saranno studiate integralmente. Il professor Tom Palaima, un esperto di Linear B all’Università del Texas, ammonisce che il processo archeologico in corso richiede una “grandissima attenzione”.

“Le tavolette della Linear B sono importanti perché mostrano che i Greci Micenei avevano vasti interessi economici lungo le coste dell’Asia Minore, e che ciò li avrebbe portati a diretto contatto con i troiani” ha dichiarato Palaima.

“Per me, alla luce delle nuove informazioni, non trovo affatto difficile credere che ad un certo punto una battaglia militare combinata potrebbe essere stata lanciata contro Troia, dando luogo al sorgere dell’epica.

Il Dr Michael Lane, uno studioso di Storia Egea alla Sheffield University, ha aggiunto: “E’ perfettamente corretto dire che le tavolette di Linear B ci offrono molte nuove informazioni circa le istituzioni del tempo, ma non coprono direttamente gli argomenti cui si riferiscono i poemi epici”.

“La maggior parte costituisce essenzialmente liste, cose come chi ha un gregge di pecore in un certo luogo.”

  

Altre News...

Home

 

1