2° Posto Assoluto
nel III Premio Nazionale dei Libri Editi "Parole Sparse"

Menzione Speciale
nel Concorso Calicanthus

Menzione Speciale
nel Concorso Totus Tuus

Menzione Speciale
nel Concorso Andrea Vajola


Pergamena
rilasciata alle 18 opere ritenute meritevoli
dalla Commissione Tecnica dell'Accademia d'Abruzzo
nella VII edizione del concorso "Poesia...in cammino"


Edizioni Tracce
Pescara 2006
Collana di poesia ANAMORFOSI
pp.72

In copertina : dipinto realizzato con colori acrilici da Sara Cappa

Librerie

Collegamenti
Segnalato:
da La rivista dei libri

da La colpa di scrivere
da La rivista letteraria Universo


su www.ilfoglioletterario.it
su www.ilconvivio.org
su www.literary.it
su www.pennadautore.it
su www.larivistadeilibri.it
su www.nonsoloparole.com
su www.scrittoriemergenti.it
su www.lacaverna.it
su www.tracce.org


Recensione,
tratta dal quotidiano
La Repubblica ed.Palermo


Recensione,
tratta dal quadrimestrale di critica letteraria
e cultura varia Rivista Letteraria

Recensione,
tratta dal periodico culturale
dell'area vestina Lacerba

Recensione,
tratta dal quotidiano
dell'Abruzzo Il Centro

Intervista e recensione,
tratte dal quindicinale di
informazione
culturale Sipario

Recensione,
tratta dal quadrimestrale al
servizio della cultura Parole sparse

Presentazione,
tratta dal mensile degli Abruzzesi
Abruzzo nel Mondo

Recensione,
tratta dal periodico indipendente
di libera critica Canicattì nuova

Intervista e segnalazione,
tratte dal settimanale di
informazione Pescara Pescara

Recensione,
tratta dalla rivista aperiodica
Carmina Edizioni Il Foglio

Recensione,
tratta dal trimestrale di poesia,arte e cultura
dell'Accademia Internazionale "Il Convivio"

Recensione,
tratta dalla rivista mensile internazionale
di Lettere e Arti Fiorisce un Cenacolo


Poesie,
pubblicate sul quadrimestrale al
servizio della cultura Parole sparse

PREFAZIONE

Questa raccolta di poesie di Debora Cappa, giovane autrice emergente, si caratterizza per una tematica legata all'amore e ai sentimenti, che trova una modalità espressiva particolare e convincente grazie all'essenzialità e alla coerenza della forma stilistica.
L'Autrice mostra una sua peculiare dimensione allegorica attraverso immagini nitide e immediate, che assumono l'aspetto di simboli universali, quasi per avvicinare al lettore le motivazioni e i significati di una scrittura poetica che si presenta senza troppe maschere, alla ricerca di una propria verità personale.
In una coerente dimensione simbolica, che testimonia la vitalità e la freschezza del tessuto poetico, l'Autrice sembra coinvolgere il lettore nel considerare l'amore dapprima come un discorso a due, e successivamente come testimonianza emblematica di una ricerca interiore che va oltre la semplice individualità. Inoltre dal piano dell’emozione e dei sentimenti il discorso si innalza verso temi di grande complessità e impegno, fino a giungere alla ricerca del senso dell’esistenza, a cui allude anche il titolo della raccolta.
La poesia diventa così un modo di conoscere se stessi e riflettere sull’esistenza, oltre "l'illusione della conoscenza" ordinaria della vita quotidiana.
Il ritmo serrato e la forza icastica delle immagini completa una ricerca poetica che costituisce un’opera prima di grande coinvolgimento per il lettore.

Ubaldo Giacomucci
poeta,scrittore e critico

SCHEDA DI LETTURA

Il libro si compone di una raccolta di circa sessanta poesie nelle quali l’autrice è alle prese con la descrizione di una realtà priva di una certa naturalezza, e nella quale l’epifania è “a viso scoperto” e detenendo un “credo” che ci permetta di... condividere il dolore anziché mascherarlo fino a farsene consumare...
Lo stile pare un lirismo narrativo sicuramente frutto di una dote lirica innata e di una ricerca non ossessiva della parola che si traduce in una discorsività data dalla voglia di comunicare ed entrare in relazione con il lettore.

dott. Carlo Picca
resp. - letteraria Odusia -

POESIA

Un’opera d’esordio riveste sempre una sua importanza: non conoscendo però l’età dell’autrice diviene meno precisa la collocazione critico-storica.
Ma il titolo fornisce un dato sicuro:la vita, o il suo carnevale,affiora dai testi di questa nutrita raccolta divisa praticamente in due parti.
Come aspetto formale versi perlopiù brevi che si snodano quale cristallino torrente di parole con sensibilità per i contenuti, ma anche per colori e timbri limpidi: ‘gocce di luce | imperlano | di giochi | luminescenti | il chiarore | delle acque’ (Un tuffo di vita, vv. 42-47)..

Luciano Nanni
scrittore e critico

IL CARNEVALE DELLA VITA

Un libro ancora "magnetico"...

Amedeo Anelli
poeta,saggista,critico d'arte,direttore rivista di poesia e filosofia Kamen'

IL CARNEVALE DELLA VITA

Una poesia fluente, d'immediata comprensione, ricca di pathos e di sentimento; descrittiva e introspettiva ad un tempo.

Antonio De Marchi Gherini
poeta,scrittore e critico

IL CARNEVALE DELLA VITA

Il contenuto l'abbiamo trovato piuttosto interessante e anche ben scritto.

Fulvio Mazza
scrittore,giornalista,saggista e storico

IL CARNEVALE DELLA VITA

Mi sembra, come opera prima, che dimostri qualità, e che quindi possa essere l'inizio di una carriera poetica, sempre che il talento naturale sia sostenuto da passione lavoro serio, per acquisire una voce sempre più personale e una gamma tematica ricca e man mano più profonda. Ma immagino che, oltre che esordiente, lei sia anche giovane, quindi c'è tutto il tempo.

Mauro Ferrari
poeta,scrittore,critico,saggista,direttore de La clessidra,rivista specializzata in poesia

Ideazione e realizzazione di
Debora Cappa
1