L'Ordine della Rosa dei Venti, figlio del vento, portavoce della sua libertà.
Con più voci parleremo, come il soffio, perché la nostra madre è l'unione dei singoli.
Nascemmo a Narva, forestieri come uno scoglio nel mare, tenaci come il suo essere.
Ci fondarono i primi, i cinque: Cassandra, Eldur, Morkai, Template, Wishmerrill.
Costoro compongono il Consiglio dei Venti,
unione di menti che nasce nei casi più estremi per porvi soluzione.
In cinque ci fondammo, ma il nostro numero cresce
perché la nostra mente è aperta ed il nostro sogno è libero.
Questo comune essere vivifica le nostre anime e ci rinsalda come amici, e compagni.
Di nuovo uniti nella fede ci abbandoniamo nel grembo di Teldon,
che con lunghe mani ci abbraccia
e con soave e leggero fiato ci sussurra la sua dottrina.
Sereni nell'occhio di un ciclone, forma del vento,
forza divina, che attorno a noi si erge a barriera
contro le avversità che inseguono il nostro cammino.

                                                    (Senta, Portatore del del Testamento)

 


Cassandra è una ragazza poco più che sedicenne che fin da bambina ha ricevuto dagli dei il dono di presagire il futuro tramite delle visioni; solo quando la sua strada ha incontrato quella del suo maestro e precettore, Eldur, Cassandra è divenuta una sacerdotessa del culto di Teldon ed ha abbandonato il suo villaggio natale assieme al fratello più grande Morkai. Cassandra con i suoi amici: Template, Wismerill, Morkai ed Eldur si sono poi uniti alle armate di Narva spinti dal desiderio d'avventura e di conquista. Grazie alla sua leadeship ed al suo carisma, Cassandra, ha attirato ben presto molti altri sbandati che vagavano per le terre di Narva, facendo del'Ordine della Rosa dei Venti uno dei più numerosi gruppi dell'aramta narvatica.

Eldur è il maestro spirituale dell'Ordine e insieme a Sènta consigliere della compagnia. Persona a volte solitaria ma tuttaltro che antisociale. Dice di provenire dai Denti di Drago occidentali e di aver viaggiato molto giustificando così le sue conoscenze sul reame, le sue leggi, tradizioni e sulle razze che lo abitano. Poco si conosce del suo passato, tranne quel poco che da lui trapela; come il fatto che non sia sempre stato un uomo di chiesa, ma cosa sia stato questo non si sà.

Morkai è il fratello maggiore di Cassandra. A differenza della sorella, lui è un tipo pragmatico e con i piedi per terra, è un guerriero. Sebbene abbia sempre nutrito un certo scetticismo riguardo ai sogni di Cassandra, Morkai  vuole molto bene alla sorella e le è molto attaccato; per questo motivo si è messo in cammino con lei: intende evitare che si cacci nei guai.

Template è un'Oscuro dall'animo molto diplomatico, ma anche molto indipendente. Si è unito alla compagnia dopo aver aiutato il fratello di Cassandra a cavarsela in una rissa contro un gruppo di ubriachi. Template è anche un conoscitore di arti magiche, ed un abile spadaccino. Come tutti i membri della sua razza, anche lui è fermamente convitno della superiorità degli Oscuri rispetto agli altri abitanti del Reame Incantato, ma a differenza di altri, Template è aperto al dialogo e rispetta i suoi compagni dell'Ordine della Rosa dei Venti.

Shalandra è originaria di Altarupe, dove viveva in un villaggio nella Baronia di Firas assieme ai suoi genitori contadini. La sua attrazione per le arti magiche e misteriose è sempre stata molto forte, tanto da spingere la giovane Shalandra a disobbedire ai propri genitori incontrandosi segretamente con un precettore che le insegnò i rudimenti del controllo delle forze magiche. In seguito Shalandra venne scacciata dalla sua casa ed abbandonò la propria terra seguendo il consiglio del vecchio maestro moribondo. In seguito Shalandra giunse nelle terre di Narva, dove fu salvata dalle grinfie di una banda di goblin da Cassandra e il suo gruppo. Da allora Shalandra decise di unirsi all'Ordine della Rosa dei Venti.

Sénta Amerlek è consigliere di Cassandra assieme al maestro spirituale Eldur. Sénta è un giovane di nobili origini: figlio cadetto di una famiglia nobiliare caduta in disgrazia. Prima di trasferirsi a Narva, Sénta si guadagnava da vivere mettendo la propria spada al soldo di quanti potevano pagare per i suoi servigi, ma dopo uno sfortunato agguato da parte di goblin bellicosi, Sénta ha avuto un epserienza mistica che lo ha portato ad incontrare il gruppo di Cassandra, con il quale ha stretto una forte amicizia. Ora Senta studia all'accademia miliatere della Città del Serpente e sta lentamente riconquistando il prestigio perduto dalla sua famiglia ricoprendo cariche pubbliche e non.

Rakarth è un mezzo sangue: un mezzo Oscuro. Disprezzato dalla sua gente e rifiutato dagli umani. Rakarth ha vissuto una vita da reietto sopravvivendo di espedienti e di furto. Si è unito all'Ordine della Rosa dei Venti il giorno in cui ha incontrato Cassandra. Dopo aver tentato di rubarle il denaro ed essere stato sorpreso da Eldur, Rakarth è rimasto molto colpito dalla gentilezza usata nei suoi confronti. Rakarth è un tipo stravagante, goliardico e cialtrone, ma ultimamente sta diventando sempre più misterioso ed antisociale.

Maul è originario di Narva, fin dalla tenera età visse in un villaggio sui Monti del Drago assieme ai genitori. Un giorno incontrò un mago errante di Nome Gladio e quella notte stessa il suo villaggio venne raso al suolo da un'orda di orchi e lui rimase orfano. Gladio raccolse il giovane bambino e lo crebbe istruendolo come un figlio e come un discepolo, trasmettendolgi ogni conoscenza dell'arte magica in suo possesso. Maul sembrava predestinato a trovare ed aiutare nel suo compito il portatore dell'Equilibrio. Così alla morte del suo precettore, Maul si mise in cammino per compiere il proprio fato. Dopo aver viaggiato in lungo e in largo in compagnia di Ipnu, incontrò Cassandra e riconoscendola come probabile portatrice dell'Equlibrio decise di unirsi all'Ordine della Rosa dei Venti.

Ipnu non ricorda nulla del proprio passato, si risvegliò un giorno tra i corpi di guerrieri morti in una fossa comune di un cimitero sperduto tra i Denti del Drago. Qui incontrò Maul, al quale si unì in un lungo viaggio alla ricerca delle proprie origini e con il quale ha stretto un rapporto fortissimo fino al punti di chiamarlo fratello. Ipnu è un individuo strano ma leale, morbosamente attratto e circondato dalla morte. Oltre ad essere un guerriero, Ipnu è anche un'amante delle scienze e delle lettere, pratica l'alchimia a tempo perso ed è l'unico imbalsamatore attualmente operativo nel Reame Incantato. Nonostante tutto però Ipnu è alla continua ricerca del proprio passato e da poco ha iniziato a ricomporre i pochi frammenti rimastigli ottenendo un mosaico ancora molto incompleto, ma già molto inquietante.

Ricoh dice di essere un ramingo, cioè un pellegrino guerriero. Di lui si conosce poco, ma quel che è certo è che ha viaggiato molto nel passato, fin anche oltre i confini del Reame Incantato, ma di questo non ama parlare con nessuno. Quel che si sa di lui è che proviene dalle terre di Ran, e che un tempo era al servizio di un nobile signore, ma per qualche motivo certamente molto grave, è diventato un ramingo ed ha abbandonato per sempre la sua vecchia vita. Ricoh è un guerriero audace e coraggioso, dotato di un vigore non comune, ma è anche uomo di poche parole. Si è unito all'Ordine dopo aver conosciuto Cassandra ed Eldur e da quel giorno appare sul campo di battaglia ogni qual volta l'esercito di Nerva si raduna per unirsi ai suoi compagni e poi riprendere il suo interminabile pellegrinaggio, proprio come le nuvole che si spostano nel cielo.

Il giovane Hirion è un chierico devoto al culto di Teldon. Ha trascorso la sua giovinezza in un convento prendendo i voti di obbedienza, devozione e castità e conducendo una vita contemplativa. Fu abbandonato dalla madre e dal padre, che si dice essere il vescovo Jacinto appartenente all'Ordo Voraginis di Narva, e raccolto dai monaci teldoniani di una piccola comunità, per questo non sono completamente chiare le sue origini. Da poco ha scelto di abbandonare il proprio convento per avventurarsi al di fuori e conoscere il mondo. Il suo incontro con Eldur lo ha lasciato molto stupito e perplesso, ma nonostante ciò ha scelto di seguire l'Ordine ed il maestro per approfondire la propria vita spirituale e fare nuove esperienze.