ALUNNI CON HANDICAP E DIFFICOLTA’ D'APPRENDIMENTO

 Dal 1989 l’IPSSC Oriani accoglie alunni con handicap sensoriali, 
 psicofisici e genetici.

L’alunno inserito nelle classi viene preso in carico dal Consiglio di
Classe che elabora il piano educativo secondo le caratteristiche
dello studente.

Il sostegno è attuato prevalentemente in classe e, a secondo delle esigenze, fuori dalla classe in piccoli gruppi.

All’interno della scuola sono stati individuati due possibili percorsi 
di studio:

  ·      Percorso individualizzato: per alunni con gravi e medie difficoltà 
      di apprendimento.
Il consiglio di classe elabora un percorso di studio derivante dalle 
singole discipline scegliendo i contenuti e i concetti che più rispondono 
alle esigenze lavorative e di vita sociale per l’alunno, ma mantenendo le linee essenziali del corso si studio della scuola. La valutazione sarà
riferita ai progressi e al piano educativo predisposto.

Al termine dei tre anni (anno della qualifica professionale) lo studente sostiene una prova finale riferita al proprio livello di competenze raggiunto al fine della certificazione del credito formativo.

Il proseguimento degli studi nel IV e V anno è finalizzato unicamente all'approfondimento delle competenze acquisite, per un migliore inserimento nel mondo del lavoro. La proposta didattica si discosta 
molto dal curriculum delle classi, aumentano le ore svolte fuori dalla 
classe, la frequenza viene limitata alle discipline in cui l’alunno può apprendere contenuti e concetti nuovi.

Al termine dei cinque anni viene rilasciato l’attestato di frequenza certificando le competenze finali raggiunte (credito formativo)

  ·     Percorso equipollente: per alunni con lievi difficoltà 
     d'apprendimento.

Partendo dalle difficoltà dell’alunno e dalle sue potenzialità, il Consiglio
di Classe riduce o modifica parzialmente i contenuti delle singole 
discipline da sottoporre allo studente mantenendo inalterate le caratteristiche essenziali del corso di studio e gli obiettivi, individua strategie metodologiche così da sfruttare in pieno le sue abilità. 

La valutazione sarà omogenea a quella della classe anche se fortemente indirizzata a valorizzare i progressi e i risultati positivi. E’ spesso ipotizzabile un percorso scolastico rallentato per permettere il conseguimento della qualifica professionale. L’esame di qualifica può essere uguale alla classe o equipollente (ridotto nel numero dei quesiti, domande semplificate, tempi più lunghi).

Il proseguimento nel post-qualifica, anche con tempi più lunghi, è finalizzato al conseguimento del diploma di maturità. Anche in 
questi due anni il percorso di studio viene adattato con le stesse
modalità sopra esposte alle caratteristiche dell’allievo.

 

 

 

 

 

1