I Piccoli Scrivani colpiscono ancora!
News di "Agenzia" direttamente dai protagonisti...


 

A chi consiglieresti di darsi all'ippica?

Ecco i risultati...

 
 
Quelli del venerdì
 

Sabato, Domenica e Lunedì...

mò pure mercoledì

   

Archivio 2003

 


From: Fzito
Sent: Wednesday, June 18, 2003
Subject: Rispondo perchè...

Di solito, cari amici/che e nemico, non rispondo alle provocazioni. Sono così abituato alle cose basse, infime e canagliesche, che mi và di ringraziare più chi spende delle parole garbate che rispondere a chi scrive palesemente il falso.

Prima di tutto volevo ringraziare la Sasso per l'egregio lavorìo di replica che ha effettuato in suo nome con il suo pregevole (e più veritiero...) articolo.

Ciò che mi costringe alla risposta a quella specie di virus che diceva di chiamarsi Frittella, è lo stratagemma della mail col mio nome (fzito). E' vero che il piombo non diventerà mai oro, che un Frittella qualsiasi non può diventare lo Zito che state imparando a conoscere, e che, quindi, bastava vedere un pò la grammatica e l'articolazione logica dell'articolo per capire che non avrei potuto scriverlo io. Rispondo perchè, per me che "chiedo perdono se non so chi sono io" (Baglioni docet....), è stato "scioccante" ricevere da me stesso una mail con una marea di puttanate su una partita che non ho visto, ma di cui immagino il risultato a sfavore dei "Rauliani"... Cose strambe ne dico anch'io ma con più classe e scritte meglio.

Diffidate delle imitazioni. Fabio

 


From: Fzito ???
Sent: Tuesday, June 17, 2003
Subject: articolo 16_6

DALLA VOSTRA INVIATA

poche sono le costanti nella vita, ma tra queste ci sono i rauliani che anche senza il capitan di candia (assente per infortunio ndr) rimangono superiori sempre e comunque!!!!

vi chiederete: ma come fai a scrivere l'articolo se ieri non c'eri?

vi sbagliate c'ero.......travestito dalla affascinate elisa sesso, ma come al solito sono riuscito a fare i soliti due pallonetti del cxxx che ormai conoscono tutti.

non sono ancora rientrato nella mia persona, quindi se sculetto non fateci caso

questa volta devo dire: ONORE E GLORIA AI RAULIANI !!!

 


From: Fzito
Sent: Monday, June 16, 2003
Subject: Re: beach?

Cari/e giocatori dell'ulttima ora,

questa sera devo, con sommo rammarico, abdicare. Lascio il mio scettro "tutto tempestato di diamanti" a quelli che giocheranno contro Raul, sicuro così di ritrovarlo lì al mio regale ritorno.

Cercando nel sottobosco della mia antica e misteriosa biblioteca, ho ritrovato proprio ieri un manoscritto medioevale, alla prima pagina del quale si leggeva in maniera distinta una frase riferita agli avi di alcuni di questa mailing- list:

" A volley senza il grande Zito il divertimento non è più garantito... A giocare insieme al piccolo Frittella c'è da mangiarsi pure le budella... "

Mai un vecchio adagio di saggezza popolare fu più attuale!!!!!

Alla prossima FABIO

 


From: erFrittella
Sent: Thursday, June 12, 2003
Subject: Re: Articolo_12/6

cari amici,

il sole dà alla testa, ma nel caso del fabi3tto che dire.....quell'unico neurone era bruciato dalla nascita!!!!

si ostina nel commentare la pseudo vittoria di lunedì, trascurando la batosta di ieri!!!!

forse ha dimenticato che a fine partita è rimasto da solo a lanciare la palla a canestro....

canestro che ionesorabilmente jela risputava indietro.......

...non puoi nulla contro chi, X vincere, da tutto se stesso!!! (anche il ginocchio)

caro fabi3tto per cambiare musica ci vuole ben altro che claudio baglione.....che fa rima cò zitone!!!

bum bum a tutti!!!

 


From: Fzito
Sent: Thursday, June 12, 2003
Subject: Articolo_12/6

DAL VOSTRO INVIATO -

Cambiano le stagioni. Cambiano le stagioni della vita. Cambia il colore della pelle sotto i raggi del sole. Cambia la misura dei seni sotto i colpi del silicone. Cambia l'allegria in tristezza. Cambia la tristezza in allegria. Cambia il colore e la lunghezza dei capelli. Cambiano i colori del mondo quando ci si innamora. Cambiano i governi (o almeno ardentemente lo spero.). Cambia la suoneria del cellulare. Cambia il livello del mio testosterone quando vedo la Bellucci in tv. Cambiano i floppy in cd-rom e i cd-rom in dvd. Cambia il playground sintetico e diventa sabbia. Cambiano e diventano sempre più verdi le benzine. Cambiano le velocità delle automobili. Cambiano le multe per le velocità delle automobili.

Tutto cambia ma i "Rauliani" inesorabilmente continuano a perdere!!!!! Sìssignore. A parte qualche sporadica ed estrema occasione, siamo sempre a registrare le imprese degli "Zitiani" a discapito dei "Rauliani".

Il nostro povero Frittellino le sta provando tutte, giocando sulla sabbia, comprando le partite sottobanco, assoldando i DiCandia di turno, ma, nelle partite serie (e con un numero di giocatori più congruo ad un match di volley che non ad una partita di tennis.....), non riesce proprio a farla franca e a vincere nulla che non sia la "Coppa del nonno", la "Coppa Heidi" o la "Coppa commissario Rex". Così, anche lunedì in un infuocato tardo-pomeriggio spiaggiofilo, mentre il pubblico scandalosamente "non pagante" aveva ormai finito di masticare noccioline e popcorn, mentre gli "Zitiani" stanchi effettuavano un meritato bagno, mentre il DiCandia e il Pierucci comprendevano ancora una volta la dura legge dei perdenti, mentre la Natale tesseva la sua nuova love-story col bagnino di turno, e mentre il Frittella si lasciava andare ad imprecazioni tipo "Stronzo io, ma contro Zito e Rex non vincerò mai!!!!", si consumava l'ennesima beffa umana per un giocatore scadente e frustrato al quale il dio del volley ha girato definitivamente le spalle.

Ora vi saluto, rimandando tutto ad altri giorni. Sabato il vostro giornalista preferito sarà al concerto di Baglioni ad Ancona, ma non in funzione di giornalista come qualcuno potrebbe credere, bensì come fruitore di musica, perché, cari miei, non si può vivere di solo volley: ed è solo questa considerazione, cari lettori, l'ultima ancora di salvezza del Frittella.

FABIO

 


From: Fzito
Sent: Friday, June 06, 2003
Subject: Articolo_6/6

DAL VOSTRO INVIATO -

La Sasso prende fiato. Attende un attimo prima di decidere dove lanciare la palla. Guarda con la coda dell'occhio (il famoso occhio di tigrotto...) dove sia posizionato Zito. Alza le braccia, apre le ascelle, salta sù quanto basta per sollevare una palla che pesa almeno dieci chili, su cui Zito si avventa per imprimere la sua forza aliena. Gli ultimi scampoli di un'altra partita sono andati via così, come si sfogliano i giorni su un'agenda. Quattro set a uno!

Il Frittella sbatte i pugni per l'ennesima volta sul pavimento del PalaSauna e impreca i pochi santi indicati sul suo personale calendario di Gina Lollobrigida nuda. I suoi occhi cercano un conforto ma non lo trovano. I suoi piedi, stanchi di rincorrere palle che non hanno raggiunto, sognano lidi di spiagge lontane... Malibù, Ibiza, FossacesiaMarina. Il capitano DiCandia cerca di non pensare a nulla e piange come un bambino a cui hanno rubato l'ultimo gustoso bicchiere di grappa. La DiNardo mastica amaro e sputa, come fosse uno scaricatore di porto, tutto quello che ha dentro. La Natale e il Pierucci benedicono l'attimo in cui hanno deciso di non andare a giocare contro questo Zito in tal forma. Piaggione benedice il momento in cui è stato scelto nella squadra di un Zito in stato di grazia.

Si sa che lo sport è metafora di vita, e la vita spesso è crudele. Quindi la foto di quella situazione è lo specchio del sillogismo logico: lo sport è crudele. C'è chi trionfa (Zito) e chi sprofonda nel nero delle tenebre. Per Raul & co "più in basso di così c'è solo da scavare".

Sottoscriviamo l'appello di Zito al termine della partita, al fine di devolvere tutti i punti raccolti con l'associazione (a fini di lucro) SAVE THE ZITOS, al conto corrente postale 0000Raul0000Fritt0000.

Un saluto dal vostro cronista preferito. FABIO

 


From: erFrittella
Sent: Friday, May 30, 2003
Subject: Re: Articolo_29/5 || volley reloaded ||

gentili colleghi der volley,

ormai freud lo si studia alle elementari..... noi tutti conosciamo le fasi evolutive del bambino: la fase orale (che è la prima) e così via...quello che è importante è capire dove si è verificato il trauma per capire e per curare il paziente...

ma la teoria perde di eleganza se non viene suffragata dalla parte pratica ed è quello che andremo a fare oggi: [del caso clinico in esame riportiaqmo solo l'iniziale del nome per motivi di riservatezza]

Scrive F. :

<*> DAL VOSTRO INVIATO -
<*> .... >
<*> Nel corso della .... >
<*> Ho avuto anche un pesce rosso. Non ho mai saputo se era rosso per l'emozione

qui il paziente scopre di essere un maschietto....scopre di avere il pesciolino

<*> meglio, ha "nuotato" a miglior vita.

qui invece dice che gli è morto il pesce!! ossia ha scoperto di essere gay

<*> Al PalaSauna un pesce rosso c'era.
<*> "DiCandia = PesceRosso" è l'equazione.....

...ehehehhehh qui il paziente ormai conclamato scopre di essersi innamorato di mimmo!!!! ha ritrovato il suo pesciolino!!!!

ora quello che mi sento in dovere di dire è: aro mimmo, finchè giocavamo in palestra potevi camminare spalle al muro!!! adesso che giocheremo in spiaggia sta attento ar cul* !!!!

BUM BUM

 


From: Fzito
Sent: Thursday, May 29, 2003
Subject: Articolo_29/5

DAL VOSTRO INVIATO -

Nel corso della mia breve (ma intensa) vita non agonistica, ho avuto la fortuna di avere tante cose. Fra queste "cose" spiccano diversi animali domestici. Ho avuto dei cani, una gatta, una tartaruga, più pulcini. Ho avuto anche un pesce rosso. Non ho mai saputo se era rosso per l'emozione continua di essere il "mio pesce rosso" oppure perché mangiava troppa carne di cavallo. Né tantomeno me lo chiedevo più di tanto e né me lo chiedo ora. Avevo instaurato con lui un rapporto di civile convivenza. Facevo qualsiasi cosa come se lui non ci fosse. E lui era di una discrezione unica... Mai una parola fuori luogo. Mai una parola!!!!!! Certo non c'era feeling. Alle volte mi dimenticavo che esistesse e se non fosse stato per i miei genitori, credo che l'acqua gliela avrei cambiata solo quando la sua sagoma colorata non era più visibile all'interno del contenitore sferico di vetro, che mi sforzavo di chiamare acquario. Come capiterà prima a tutti voi e poi a me, è volato a miglior vita o, per dir meglio, ha "nuotato" a miglior vita. E proprio nel momento in cui era lì esangue nel mio lavandino, prima di finire nel tubo che l'avrebbe condotto alla fogna, ho pensato come in un flash-back a quanto quell'inutile ma simpatico animaletto mi sarebbe mancato da quel momento in poi.

Al PalaSauna un pesce rosso c'era. Uno alla luce del quale si riesce a spiegare la "debacle" del mercoledì della compagine di Zito. Uno che ha saputo far da spalla all'ineffabile, inenarrabile, incredibile, indistruttibile, inpercettibile e incontrastabile Zito di lunedì. Uno che ha avuto il coraggio di rientrare lunedì e di imporsi come capitano. Uno che è mancato una settimana e non se ne è accorto nessuno. Uno che è tornato e ha lasciato un ricordino di sé ai vari avversari. Ovviamente sto parlando del DiCandia (Mimmo, ndr). Uno sterile giocatore che, baciato dagli dei, ha inanellato due partite di cui rimarrà memoria...

Un osservatore meno attento alle cose del volley di chi scrive, potrebbe sostenere che è stato il Frittella (Raul, ndr) a dare qualcosa in più in questi match, ma sbaglierebbe. Infatti, il Frittella (è risaputo...) è ormai un giocatore bruciato, il vescicone di qualunque squadra in cui giochi e, con le canotte che si ritrova, non lo prenderebbero nemmeno a vendere le noccioline sugli spalti. Torniamo dunque alle cose serie... "DiCandia = PesceRosso" è l'equazione che ha governato questa settimana di volley. Prima del terribile infortunio, era ininfluente. Al ritorno dall'infortunio, è sicuramente ancora inutile tecnicamente, ma ha portato la carica del capitano alle sue squadre. E gli arcigni giocatori (vedi Zito) e le arcigne giocatrici (vedi..... mmh.... mmh.... prima o poi il nome di qualcuna arcigna mi verrà!!!!) abituati a stravincere, hanno ammainato la bandiera, pronti a tirarla fuori alla prossima vincente occasione.

FABIO

 


From: erFrittella
Sent: Tuesday, May 20, 2003
Subject: Re: Errata Corrige Articolo_20/5

Illustri colleghi der volley,

dalla risposta di bARbi deduco che fzito ha divulgato il suo consueto articolo... che io neanche ho letto perchè per me fzito è posta indesiderata, direttamente cestinata!!! domani sarà un grande giorno per i gladiatori anti-zito, perchè gli tapperemo la bocca una volta X sempre!!! nonostante si ingegni nel cambiare le regole del palaSauna...del tipo: una ricezione sul soffitto è punto solo se cadono i calcinacci; tiro sulla croce-rossa (per gli infortunati); > linea = punto solo se tira lui....ecc

domani tutto questo diventerà storia!! come l'eterna lotta del bene contro il male!!!
confido nella vostra determinazione nel metterlo a tacere una volta X sempre!!!

vostro affezionato

bum BuM

 


From: Barbara
Sent: ???

Mi spiace smentire l'amico "inviato" ma la calura estiva deve avergli giocato qualche brutto scherzo visto che ieri la realtà non ha mostrato esattamente quello che è stato riportato in "cronaca".

La squadra avversaria di Zito & Co., nonostante piccole indecisioni mostrate nei 2 set intermedi, con un ritrovato mix mai tanto armonico e deciso di passione, potenza, fantasia, altezza e... agilità ha rimontato con grinta nel 4° set conquistando la Vittoria e l'approvazione generale al raggiungimento del 15° punto nel combattutissimo tie-break.

E poi. cosa resta da dire di chi, approfittando della sportività avversaria ha cercato oggi di riscrivere la storia? Solo che sembrano segnali di una Gloria che per qualcuno (... per chi respira nebbia, per chi respira rabbia...) è mancata ieri nell'aria.

Barbara

 


From: Fzito
Sent: Tuesday, May 20, 2003
Subject: Articolo_20/5

DAL VOSTRO INVIATO-

Gli spalti sono gremiti. La folla è in delirio. Tutti aspettano un gesto...un solo gesto. Il più delle volte è "pollice verso" e il gladiatore nell'arena uccide il suo avversario. La folla esulta, Nerone si compiace, un combattente gioisce per la vittoria e la sopravvivenza, l'altro non ha neanche il fiato per respirare. Steso al suolo fissa un cielo azzurro-mare che lentamente dissolve in un nero-tenebra.

A questo pensavo ieri (19/5, ndr) mentre ero intento guardare la fine della partita di volley al PalaSauna di RoccaSanGiovanni. Sì, pensavo a tutti quei libri di storia letti malvolentieri e ai loro protagonisti gloriosi. Pensavo a come la ciclicità degli eventi, al suo ennesimo giro, mi avesse condotto lì, in quel posto dimenticato da Dio ma non dai "tossici di sport" del NegriSud. Vedevo una squadra che, come nella più macabra delle roulette russe, continuava ad affidarsi ad un martello-schiacciatore(di formiche!!!, si rideva sugli spalti...) come il Frittella, che purtroppo per lui del "gladiatore" ha solo l'alito (si sa il regime alimentare al quale erano sottoposti nel Colosseo..)! La De Berardis e la Daniele erano la pallida copia di loro stesse quando giocano per e con Zito. Aveva facile gioco, quindi, Zito con i suoi fedelissimi a trascinare la sua squadra alla vittoria meritata, gigioneggiando a suo piacimento per la sua metà campo e sfruttando le giocate del DiFilippo particolarmente in vena e della Sasso particolarmente in arteria.

Insomma ieri, cari lettori, non c'era nessun Nerone che decidesse, nessuna scusa per rinviare la partita per "legittimo sospetto", nessun cavillo legale a cui appigliarsi, nessuna platea compiacente da aizzare al grido "Barabba!" (non "Barbara!" !!!, ndr), nessuna Natale che li venisse a salvare, nessun infortunio (inventato) del Di Candia che interrompesse la partita, nessun arbitro da comprare... C'era solo una squadra di vincenti che vinceva ed una squadra di perdenti che perdeva.

Fabio

 


From: Fzito
Sent: Thursday, May 15, 2003
Subject: Articolo_15/5

DAL VOSTRO INVIATO -

Il Pil dopo anni di tendenza positiva assume un segno meno. Il Festival di Cannes dismette il ruolo di rassegna francese per eccellenza, ed apre all'"americano" Matrix. L'ennesima autobomba esplode e con essa esplode ancora una volta un pizzico di speranza di pace. Si può dire oramai che la legge è uguale per "quasi tutti". Ma a noi di tutto ciò, il mercoledì sera e il giovedì mattina, ci frega relativamente... Quando i nostri beniamini inforcano pantaloncini e t-shirt, quando i ragazzi e le ragazze (rispettivamente...) lasciano a casa gli scomodi boxer e gli scomodi baby-doll a favore dei più comodi mutandoni sportivi, e quando l'odore polveroso del Palasauna riempie i polmoni, i problemi di tutti i giorni li dimentichiamo e ci immergiamo in altri pensieri... Riuscirà Raul a vincere qualcosa????? (No, ndr) Elisa rimarrà in difesa ancora "di Sasso"? Ce la farà la Di Nardo ad effettuare il primo muro della sua carriera? (Per) Elena sarà "Natale" tutti i giorni?

Ieri, la partita non ha avuto storia grazie alla maestria di Zito sotto rete e nel colpire gli avversari... Un 3 a 2 che non rende merito ad una squadra che nonostante l'inferiorità numerica e nonostante contasse fra le proprie fila lo spento Di Candia, ha giocato ogni pallone come se fosse l'ultimo. Sembrava quasi che gli stessi schemi usati da questo team fossero poi suggeriti a Marcello Lippi per la sfida serale col Real. Sfida che (voglio ricordarlo agli osservatori interisti, milanisti e romanisti più distratti...) è stata stravinta dalla Juve!

Ora vi saluto con "umiltè" e vi dò appuntamento alla prossima avventura. Il vostro cronista FABIO

 


From: erFrittella
Sent: Thursday, May 08, 2003
Subject: Re: Articolo_8/5

Illustrissimi colleghi del volley,

ho finalmente recuperato l'uso della rubrica, quindi anche se in ritardomi complimento con i campioni del mercoledì sera (BUuuUUMMM BBUuuUUMmmMM!!!)

vi comunico che quanto prima sarà disponibile un sito internet reletivo alle > sfide dell' ormai ribattezzato PalaSauna di Rocca SG con i risultati, le formazioni, breve cronaca (da non affidare a fzito!! =-P ), una message-board, e ......l'angolo di fzito......dove potrà sfogarsi liberamente senza intasarci la mail...per leggere la sua e-mail ho dovuto aprire 3 pagine di explorer!!

...comunque dopo ieri sera je rimane solo da scrive!! BuUUUMMM BBuuUUUmmMMM!!!

vostro affezionato

r

 


From: Fzito
Sent: Thursday, May 08, 2003
Subject: Articolo_8/5

Dal vostro inviato -

La fortuna esiste. Oramai è certo. La fortuna esiste e lo sanno anche i sassi, così come lo sa anche Sasso (Elisa, ndr). Non credete a quelli che vi parlano del Caso e del Destino come di due entità distinte, loro in realtà sono due facce di una stessa medaglia: la Fortuna. Non importa quanto sia bendata e neanche se si presenta con le vesti di una signora dell'Ottocento o di una ragazza "freakkettona". Lei è lì che si aggira a baciare chi capita senza un "se" e senza un "ma". Senza discernere il bene dal male, il buono dal cattivo, il centrosinistra dal centrodestra. A questa spietata legge di vita non poteva sottrarsi la nostra piccola grande partita di volley. Lì al PalaGhiaccio di RoccaSanGiovanni (ribattezzato per la calda stagione PalaSauna) si è consumata l'ennesima beffa umano-sportiva. Gli atleti, o quello che rimane di loro, si sono dati battaglia fino all'ultimo colpo sul rettangolo di gioco. Lo si leggeva negli occhi dei giocatori che sarebbe stata una partita tirata e sul filo del rasoio. Nè poteva frenare la corsa verso una partita gagliarda l'assenza per ingiustificati motivi della fuoriclasse teramana DeBerardis. Come al solito, allo spettacolo circense ci pensava il Frittella (Raul, ndr) con un completo mezzemaniche improponibile ma soprattutto con una prova incolore, anch'essa improponibile. Torniamo quindi alla fortuna. Al quinto set, proprio mentre la Di Nardo continuava a smistare palloni per Di Filippo e per l'insuperabile Zito (Fabio, ndr), succedeva "qualcosa" che aveva poco a vedere con lo sport e che spingeva la squadra meno briosa a vincere il match. Questo "qualcosa" è riconducibile a cinque sillabe, formanti tre parole, separate da due spazi e con una scarna punteggiatura: COLPO DI CULO! Nel salutarvi, invito i miei lettori ad accorrere a tifare x l'ultima partita casalinga del PaglietaBasket (squadra in cui milita il vostro giornalista preferito, ndr) contro il Silvi. Il match si terrà domenica 11/05 alle 19 al Palasport di Paglieta. L'ingresso è gratuito, brutti spilorci!!! Nel chiudere l'articolo, non rimane che rimandarvi alla prossima occasione.

FABIO

 


From: Fzito
Sent: Tuesday, May 06, 2003
Subject: Attenti al virus!!!!

Cari colleghi/ghe (ma dde' cche'!),

La mia è una mail di servizio su uno strano virus che circola sui nostri indifesi e impauriti computer. I sintomi che produce corrispondono a quelli soliti... In un primo momento dà irritazione, poi ti strappa anche un sorrisetto, e infine, come tutte le cose inutili, si ferma un attimo in atteggiamento di difesa per inserirti nella sua "black list"... Non è ancora provato ciò che provoca sul sistema immunitario, ma è ormai certo che fa vomitare, soprattutto quando si gioca a volley!!! Tale virus non ha ancora un volto ma il destino vuole che gli sia già stato dato un nome. Si è scelto un nome dolce per indicarne la doppiezza delle conseguenze. Come gli uragani vengono chiamati con i nomi di donna, come la pecora clonata è stata chiamata Dolly, il nostro terribile virus è stato appellato "Frittella".

Attenzione quindi, navigatori, a come vi muovete e a come smanettate il vostro mouse perchè il pericolo-contagio è oramai dietro l'angolo. Uomini (e donne) avvisati, mezzi salvati.

A presto FABIO

 


From: erFrittella
Sent: Tuesday, May 06, 2003

miei cari amici (tutti tranne qualcuno)della pallavolo,

vi comunico che ritengo la partita di ieri un pareggio perchè i set "a mezze maniche" non hanno valore agonistico!!!

vi comunico inoltre che fabietto zito è entrato da ieri nella mia black list!
quindi, in futuro non possiamo coesistere dalla stessa parte della rete!!

vostro affezionato raul

PS: vi allego la black list.

[black list]
nome data
arturo d'angelo da sempre
fabio zito 05/05/03

 


From: Fzito
Sent: Wednesday, April 30, 2003
Subject: Re: Il denaro è la chiave che apre tutte le porte... anche quelle delle palestre

Carissimi/e pallavolleatoridelmercoledi',

Con le persone che contano(...i soldi), in vero, mi sono testè incontrato al bar. Mi sembra giusto, però, comunicare ufficialmente (carta e email cantano!!!) la mia latitanza forzata per questa sera. Torno nella mia terra di origine a rifocillarmi di forze, di pensieri ma soprattutto di sughi...

Per gli euri che vi devo, come posso fare??? a) Li lascio sotto lo zerbino del bar, perchè tanto da lì passate... b) Vi pago in "natura" organizzando uno show in cui esco nudo da una torta (ma esistono torte della mia misura????!!!!???). c) Cerco il vostro numero e, previo appuntamento, ve li vengo a portare.

A vostro malincuore, credo che opterò per la risposta c.

A presto FABIO

 


From: Fzito
Sent: Friday, April 11, 2003
Subject: Re: volley

Cari/e "psicopatici/che del volley",

è quasi pasqua... Le colombe si trasformano in dolci pasquali. BabboNatale parcheggia le renne e si organizza per la pasquetta. Carmelita organizza la lotteria (non vi affannate perchè il premio è già mio....., ndr). Uova di cioccolata intelligenti sostituiscono bombe stupide. Le famiglie si riuniscono attorno ad immense tavolate. L'Inter rischia di passare il turno in Champions' League. L'estate, col "dramma" dei costumi da bagno, si avvicina. L'inverno, vivaddio!!!, si allontana. In questo scenario non posso esimermi dal giocare a volley. Se c'è un posticino, anzi un posticione, io ci sono... Attendo trepidante la convocazione ufficiale!

Byebyebyebyebye FABIO

Ps: Avviso anche questa mailing-list che domenica alle 18 a Paglieta al PalaPaglieta, il PaglietaBasket (in cui milito) gioca una partita dei play-off.

 


From: Fzito
Sent: Thursday, April 10, 2003
Subject: Alè-òò a metà!!!

Cari colleghi volleatori,

Qui si festeggia la vittoria. Si festeggia la superiorità di una squadra... Si festeggia la superiorità di un modo di giocare... Si festeggia l'inferiorità psicomotoria di un'altra squadra... Si festeggia la vittoria delle "forze del bene"... Si festeggia il soccombere dell'improvvisazione volleatoria...

Se vi fosse sfuggito, ieri 9/04 corrente mese, il team composto da MimmoRaulElisaAntonioFABIOBarbara ha vinto a mani basse per 3 a 1... Mentre in altre parti del mondo, fortunatamente, cadevano statue ad aprire spiragli di pace, alle nostre latitudini cadevano palloni e toccavano terra ad aprire spiragli di vittoria......

Un amaro risveglio è stato il goal di Saviola al trentaduesimo del secondo tempo di un'altra avventura sportiva. La Juve pareggia, ma io vado a letto tranquillo ripensando che per noi juventini non tutto è perso perchè c'è pur sempre il ritorno. Ma la cruda considerazione caritatevole e il mio pensierino della notte, a quel punto, è andato a coloro che quella possibilità non la hanno, che hanno perso a volley e per cui non c'è assolutamente alcun ritorno!!!!!

A presto. FABIO

Ps: Gli uomini e donne di questa mailing-list sono invitati a tifare, o quantomeno a pregare..., per il PaglietaBasket che domenica gioca per i punti e per la faccia alle 18 al solito PalaPaglieta contro l'insolita IsolaDelGranSasso. Basta poco, cche ccè vvo'!!!!

 


From: Fzito
Sent: Thursday, April 03, 2003
Subject: Vincitori Morali E Sconfitti Immorali...
Cari colleghi,

Sono orgoglioso di aver fatto parte di una squadra epica!!!! Poco da dire... Come la Juve di Lippi, il Milan di Sacchi e i Chicago di Jordan, la "mia" squadra ha tenuto testa alla sfortuna del secondo e del terzo set, riportando il risultato sulla retta via... Accese polemiche nel dopopartita non sono servite ad indorare la pillola del dolore e dell'umiliazione per la squadra avversa alla mia, che ha raccolto i cocci di una prestazione opaca, e con la coda (di paglia) fra le gambe ha abbandonato il PalaRocca, da ieri ribattezzato PalaFabioZito...

A presto... FABIO

Ps: W Paglieta!

 

 

 

 

 

 

 

 

1