Le mie storie
Home Amore Denaro Fritto misto Le mie storie news Chat e  ricerca Block notes Da non perdere

 

                                                                                                   

Diario di bordo di un single

..

.....'Single' vuol dire vivere soli. E' un termine coniato per rendere euforica la solitudine.

Prima regola : Convincere gli altri che sei 'single' per tua scelta. Se poi la tipa ti ha dato il 2 di picche ed 

è andata a vivere con un altro.... si rimanda la storia ad un altro capitolo. 

Seconda regola :Imparare a fare la spesa al supermercato. Continua pure a

prendere le stesse  cose..vino..birra..grappa..etc..però ricordati che i piatti mai li

potrai lavare con la maionese e la nutella.

Terza regola : Quando vai a trovare tua madre cerca di mostrarti sereno. Se

anche avevi detto di sapertela cavare da solo,  cerca di umilarti un pochino.Portale il

sacco di roba da lavare

. Certo ci avevi provato,ma visti i risultati, sarebbe un successo metter su una

tintoria.

Ricordarti sempre di mettere il tutto in un sacchetto bianco anonimo . Parentesi

personale : in casa non  trovo che un sacchetto dell'Unione Ciechi. Hai presente

quelli che trovi sempre sotto casa ? Ecco..proprio

 quello. Ci infilo 5 Lacoste e 2 Levi's 501. Lo porto a mia madre...destinazione

lavatrice.

Dopo cinque giorni mia madre mi chiede : " Vittorio, ma questa settimana non mi

porti niente da  lavare?...Chissà perchè sento trillare un leggero campanello

d'allarme......

" L'unico sacco..'candidamente prosegue' ..è quello che mi hai lasciato per

ciechi.

Mi è venuto da piangere , ma mi sono ripreso subito.

Per il resto è tutto facile da gestire.

Prendi una busta di pasta già pronta ,la butti nell'acqua e dopo due minuti gridi

al miracolo: fumante nel piatto. Da quando hanno inventato i sughi pronti , i

'singles' sono aumentati a dismisura.

Sì,è proprio bello vivere da soli : puoi mangiare sul divano, decidere tempi

...anche il tuo cane sembra  rivivere.

Che sogno assaporare la libertà .... Quando stai con la 'tipa' ti credi un

incredibile conquistatore..della serie ' Sono chiuso in gabbia..sai quante

occasioni potrei avere ?'

Ora che sei solo, prendi l'agenda e chiami a destra e a manca. Senza farti

troppo compatire rendi nota la  tua situazione.

Ti dici : 'spengo il cellulare...così mi faccio cercare....ma no dai lo lascio acceso

proprio per avere il gusto  di vedere in quante mi chiamano.

Dopo tre giorni, dopo aver capito che a chiamarti è solo tua madre...cominci a

chiederti se è meglio rivedere il tutto.

Bisogna dire che viver solo tempra l'anima e il corpo.

Ci si accorge di diventare uomini veri.

Ma per i pavimenti dovrò usare Mastro Lindo oppure la candeggina Ace ?

Certo che per i piatti cosa c'è di meglio che lo Svelto al limone?

Che strana storia...poveri uomini noialtri... Nati per portare cibo in caverna,

mazzolare coi dinosauri...e ora   qui a farsi problemi di detersivi.

 

 

 

 

Che l'amore sia uno stress ?

 

Anche se dici di non crederci cerchi sempre la pagina dell’oroscopo.

Per primo cerchi l’amore ? La salute ? ..il lavoro..oppure i soldi.

Di certo mai ti sarà capitato di leggere : la tipa ti pianterà stasera.

..Eppure succede..eccome se succede.

..La guardo mentre sale in macchina. Se non ha un sorriso da ‘Mulino bianco’..comincio a pensare.

-"Ehi che succede?"…

-"Niente..niente solo stanchezza"- strascica..lei.

-" Ma sei sicura?"- chiedo con un sottile sguardo indagatore.

Al solito bar chiede un Martini.

Un Martini ?????????? Devo proprio preoccuparmi.

Ora comincerà a dirmi : "…sai è un momento particolare di stanchezza…ho bisogno di un po’ di tempo per

 riflettere….diamoci tre mesi ..poi vedremo il da farsi…bla..bla bla….ti voglio troppo bene…non voglio farti

 soffrire..bla..bla..bla".

..Dai ma cosa credi? Ti pare che io sia il tipo che non è già passato 3576 volte in queste storie?

Intanto che mi masturbo la mente con queste domande ..la vedo diventare sempre più nervosa ….Vuol

 cominciare a dir qualcosa…

-Vittorio..- mi dico- qui bisogna giocarla alla grande…

La penetro nello sguardo e con voce calda dico:" Sai..Paola..ti voglio troppo bene..non posso continuare a

 mentire…voglio restare un po’ solo..devo ritrovarmi..

..Chissà ..forse un giorno ci si potrebbe rincontrare…Credo che la vita di coppia sia un malinteso

 reciproco.".

Lei mi guarda: Si sente spiazzata..

Prima che inizi ad investirmi di invettive….suona il cellulare (il mio).

-" Si, con lei sto chiudendo con lei proprio ora, ho trovato il coraggio di parlar chiaro..vedrai che da domani

 la nostra storia…sarà diversa- dico con voce forte e chiara.

Paola, incazzatissima , si alza …( bicchiere schivato di un pelo).

Risuona il cellulare…-" Vittorio…ma stasera sei più fuori del solito??? Che storia mi stavi raccontando

 prima???"

……Dai mamma…….domani ti spiego.

 

Bellezza e cultura

 

Sei tremendamente bella.

Credo di averne conosciute poche di donne come te, ti porterei accanto ogni attimo.

Quando entriamo nei locali, negli uomini, leggo invidia e sorrisini golosamente perversi….nelle donne

 domande della serie.." ma cosa avrà 'lui' di speciale per meritarla?"

Ieri sera ti ho portato da amici ; ho cercato di fare un bel gruppo per far conoscere te e la tua attività.

A vendere cosmetici sei un incanto….le tue dita si immergono in bianca crema…butti indietro la testa e

 sorridi..poi cominci a massaggiare ..con delicato moto rotatorio.

Guardavo gli occhi degli uomini..sembravano persi in un mare ..di maionese.(hai presente tanti pesci lessi)

Finita la tua presentazione ci siamo seduti a tavola. In quel momento eri la regina della serata..(nel mio

 sogno..tu regina e io fante di..cuori)

Nel giro di dieci minuti…da fante mi sono sentito il due di picche.

La tua prima splendida uscita è stata quella di chiedere al mio medico( spero ancora amico), la differenza

 tra polistirolo e colesterolo.

Lui ( bastardo dentro) ..ti ha stuzzicato :….ti ha consigliato di non confondere le supposte alla glicerina con

 quelle..alla nitro-glicerina. Tu non hai riso; hai preso l'agenda e scritto il consiglio.

Quando ci siamo salutati mi han detto:-" Vittorio…portala a letto….opsss a casa.

Buonanotte."

Arrivati al mio monolocale , prevedendo una certa storia, ho cercato di restar sereno.

" Vittorio..-mi dice-scusa ma devo andare in bagno. Devo prepararmi per essere in forma domani.

Dopo un'ora di penosa attesa mi sono reso conto che, per quella sera, era meglio non cercare il ..piacere

 della carne . Le verdure avrebbero potuto incazzarsi.

P.S.- Sugli occhi aveva ..due fette di zucchine.

 

Vita da gatta

 

Miaooooooooo…….posso presentarmi ?

Sono una gattina color grigio scuro di quattro mesi. Il mio nome?….ancora devo capirlo.

Si perché noi gatti dobbiamo percorrere uno strano travaglio prima di trovare una casa definitiva.

Appena esci dal ventre di tua madre, senti voci felici attorno….

….'dai che carini..li teniamo con noi? ..grida il bimbo.

-'nemmeno a pensarci, papà non vuole'

Così noi cominciamo a riconoscere le voci adulte.

Che tristezza quando sono stata separata dalla mia mamma e dai miei fratelli, però ho trovato una dolce

 padroncina.

Gran felicità la mia. Per dimostrarla ho cominciato ad arrampicarmi su tende, grattare ovunque…con

 preferenza il divano.

Devo aver manifestato ..troppo..il mio star bene..: " Basta, grida una voce stridula, hai tempo due giorni per

 portar fuori quella maledetta bestia da casa.".

Nel veder scendere le lacrime dagli occhini della mia padroncina ho capito che la 'maledetta bestia' in

 questione ero io.

Mi chiudono in una cesta, saliamo sopra una 'cosa' che sembra muoversi.

Mi ritrovo in un'altra casa.

La mia padroncina mi prende in braccio….sento il manto bagnato..scappo alla ricerca di un posto dove

 potermi nascondere.

La signora è anziana e molto sola. Cerca di parlarmi ma sento la sua voce tremare: evidentemente non è

 abituata a convivere con esseri viventi di diversa specie.

Cerca di toccarmi..ma poi subito grida scattando all'indietro appena io mi avvicino. Dei due non so chi sia

 più spaventato.

Sono sconvolta, forse sono troppo piccola per capire…però la signora è davvero strana. Continua a

 chiamarmi quando non mi vede…poi appena io esco dal mio nascondiglio….scappa lei.

Suona il campanello . Sono pronta ad affrontare ogni ulteriore stressssss.

-" Vieni Vittorio….guarda che sorppresa…ho una gattina in casa."

Sbircio dal mio nascondiglio: Vittorio è il figlio della signora. A guardarlo dal basso è davvero grande e

 grosso, ha riccioli e baffi.

….Mi sconvolge….mi prende..mi fa volare…mi stuzzica e mi coccola..è amore a prima vista.

Ha un figlio di nome Alessio carino e simpatico..( con riserva)

Si perché i bimbi non rispettano noialtri : sulle prime caute carezze..poi cominciano ad alzarti una coda

 ..toccarti e farti dispetti di ogni genere.

Consiglierei al padre di portarlo allo Zoo. Potrebbe conoscere gli animali.( ho una speranza segreta: che

 qualche coccodrillo possa mangiarlo).

Con la signora la convivenza è dura..eppure cerco di farmi voler bene.

Ieri stava guardando la televisione, e io, con un salto felino, le sono saltata in grembo e ho cominciato a

 fare le fusa.

Lei, con voce tremante ha telefonato al figlio :"Vittorio, vieni subito a casa perché credo che la gattina

 abbia una crisi polmonare'

Crisi polmonare ?????????????……daiii signora..i gatti fan le fusa quando son felici.

Vuoi vedere che il figlio si arrabbia con me e mi sbatte fuori casa?

..Vittorio entra in casa che pare..un fulmine di guerra…mi guarda, mi prende in braccio guarda in casa e..in

 trenta parole mi fa capire come possono esprimersi gli scaricatori di porto quando sono nervosi.

-" mamma, la gatta la porto a casaa con me."

Eccomi …nella nuova meravigliosa casa in miniatura..a saltare tra cavi e computer..senza regole e senza

 tempi……OOPPPPPSSSSSS

 

 

Ti capisco e ti sono vicino, posso capire che vivere con me sia dura.

Riesco anche a comprendere che in qualche modo sia strano stare alzata tutta la notte a farmi compagnia.

Però..cavolo..già la mia vita è uno stress..e ora, che sono le 5 del mattino, tu vai ad incastrare la

 zampa..nella stampante…

Dai..ok…ora ti libero.

 

 

 

 

Torna all'inizio

...............................................a presto......le prossime

Diritti riservati Vittorio Zanoni Skip©

1