La Semantica der Piotta


 

Home

Piotta

Sacco

Scudo

Fella

Testone

Sono stato sollecitato a scrivere questa specie di compendio e Bignami della Piotta da una e-mail ricevuta qualche giorno da una visitatrice del sito. Io non sono uno studioso della questione, ma quando ero all'università frequentai un corso di Filologia Romanza, il quale mi ha soltanto aiutato , nel metodo e chiaramente non nei contenuti, a scrivere questo breve ed ironico saggio sulla “Semantica della Piotta”; per altro il sito come potete constatare di persona ha un sottofondo ironico e direi scarse basi scientifiche. Io posso aiutarvi raccontandovi quello che ascolto in giro e quello che succede a me. Essendo io un nostalgico della Piotta, tendo a utilizzare il termine riferendomi al contro valore in lire; e questo vale anche per i suoi multipli e sotto multipli. Per farmi capire meglio; se mi capita di spendere 5 Euro per un aperitivo, al bar per due persone, a parte il fatto che mi hanno fregato,  io sono ancora convinto di aver speso 10 SACCHI, cioè 10 mila lire. Ovvero riferendomi a 5 Euro ne parlo, utilizzando il "piotta convertitore", come di 10 mila lire. Questo succede a me e a quasi tutte le persone nate tra la metà degli anni 70 e la metà degli anni 80. Il cambio di “divisa monetaria” è avvenuto per noi in una fase in cui il linguaggio era ormai già stratificato e le parole saldamente associate ad uno specifico concetto, e nel caso dei soldi, ad un determinato contro valore. Quello che credo personalmente, basandomi su blandi studi di pedagogia ed evoluzione del linguaggio nel bambino, è che nel giro di qualche anno, direi non meno di 5, le nuove generazioni, quelle nate intorno alla fine degli anni 80, inizi 90 e chiaramente tutte le successive, saranno protagoniste di un cambiamento semantico. Mi spiego meglio; ogni termine, piotta, sacco, scudo ecc., è legato ad un relativo valore numerico, al di la del valore che diamo ai soldi; viviamo ora in un periodo di transizione in cui commettiamo errori linguistici nel parlare di 10 SACCHI riferendoci al valore di 5 EURO; sono quindi portato a credere che presto o tardi gli attuali e futuri adolescenti nel chiedere 10 SACCHI ai loro genitori, intenderanno ottenere 10 Euro. Cioè ; credo che il controvalore in lire sarà destinato, geneticamente parlando, a perdersi, ripristinando e riallineando la sfasatura linguistica di questi periodi. Spero di esservi stato di aiuto, proponendo il mio parere in merito, ricordatovi però che non sono conclusioni che hanno validità scientifica.

 

PiottaWeb

1