urp_i000004.gif (967 byte)

Talloncini Invalidi Parcheggi Riservati Personalizzati
Pubblici Esercizi Tabella Riepilogativa attivita'

 

Componenti

M.llo Abbattista Giuseppe: Comes Mariella

Responsabile

M.llo Abbattista Giuseppe

Responsabile procedimento

 

Indirizzo

Via Dosseni

Telefono e Fax

0803751014 int. 204

Orario di apertura

 

 Premessa generale

 Analisi del contenuto del decreto

La attuale disciplina della polizia amministrativa, come quella commerciale, sta vivendo una fase transitoria, in attesa della emanazione dei decreti attuativi che ne consentiranno la concreta applicazione. Infatti è stato di recente approvato il decreto legislativo 112/98, che dopo aver specificato che " Salvo diversa espressa disposizione del presente decreto legislativo, il conferimento comprende anche le funzioni di organizzazione e le attività connesse e strumentali all’esercizio delle funzioni e dei compiti conferiti, quali, fra gli altri , quelli di ….vigilanza, … di polizia amministrativa, nonché l’adozione di provvedimenti contingibili e urgenti previsti dalla legge", nel titolo V, capo I, intitolato "polizia amministrativa regionale e locale e regime autorizzatorio", al comma 2° dell'art. 152 ha precisato che " le regioni e gli enti locali sono titolari delle funzioni e dei compiti di polizia amministrativa nelle materie ad essi rispettivamente trasferite o attribuite" e che "la delega di funzioni amministrative dallo Stato alle Regioni e da queste ultime agli enti locali, anche per quanto attiene alla sub - delega, ricomprende anche l’esercizio delle connesse funzioni e compiti di polizia amministrativa".

L’art. 153 al primo comma ha altresì puntualizzato che l’attività di polizia amministrativa regionale e locale concerne le misure " ..dirette ad evitare danni o pregiudizi che possono essere arrecati ai soggetti giuridici ed alle cose nello svolgimento di attività relative alle materie nelle quali vengono esercitate le competenze, anche delegate, delle regioni e degli enti locali, senza che ne risultino lesi o messi in pericolo i beni e gli interessi tutelati IN FUNZIONE dell’ordine pubblico e della sicurezza pubblica" ; al secondo comma, ha altresì definito le funzioni ed i compiti amministrativi relativi all’ordine pubblico e sicurezza pubblica, esclusi dall’art. 1, comma 3, della Legge n° 59/97 dall’ambito della delega, precisando che essi ."…..concernono le MISURE PREVENTIVE E REPRESSIVE DIRETTE AL MANTENIMENTO DELL’ ORDINE PUBBLICO, INTESO COME IL COMPLESSO DEI BENI GIURIDICI FONDAMENTALI E DEGLI INTERESSI PUBBLICI PRIMARI sui quali si regge l’ordinata e civile convivenza nella comunità nazionale, nonché alla sicurezza delle istituzioni, dei cittadini e dei loro beni".

Non vi è dubbio che tale distinzione sia diretta a precisare ancora una volta il principio generale della statualità delle forze di polizia, peraltro ribadito dal comma 2 dell’art.154, secondo il quale compete alle forze di polizia, individuate dalla Legge 1° aprile 1981 n°121, concernente l’ordinamento dell’amministrazione della pubblica sicurezza, la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.

E’ lecito chiedersi, a questo punto, che ruolo abbia la polizia municipale in tali attività.

Ebbene, indubbiamente il Legislatore ha voluto ribadire che la polizia municipale non è una forza di polizia e non comprende nel suo ambito di operatività la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, potendo solamente collaborare, singolarmente, e giammai come corpo, alle relative attività.

Tale conclusione, sempre secondo il Legislatore, è avallata, allo stato, dalla medesima legge n°65/86, c.d. "Legge quadro sull’ordinamento della polizia municipale", che definisce come "servizio", e non come forza di polizia, gli apparati di polizia municipale.

Proprio il termine "servizio" di polizia regionale e locale è ripreso dall’art.156, comma 2, del citato decreto, il quale richiama i principi di cui al titolo V° della Costituzione e della legislazione statale quali corollario imprescindibile per la disciplina dello stesso da effettuarsi con leggi regionali e regolamento degli enti locali .

Poste tali premesse di tipo definitorio e ripartitorio, vediamo come il decreto in esame ha ridelineato le funzioni e i compiti di polizia amministrativa, attuando due diverse modalità di intervento, consistenti nella abrogazione espressa di norme vigenti, con conseguenziale soppressione delle funzioni pubbliche ivi previste, e nel trasferimento di funzioni e responsabilità dello stato alle regioni ed enti locali, comportante una indubbia semplificazione del procedimento amministrativo.

 

  • COMPETENZE DELLO STATO: oltre alle funzioni relative all’ordine pubblico e sicurezza pubblica, sono conservate allo Stato le funzioni e i compiti di polizia amministrativa connessi alle materie ritenute dal comma 4 dell’art.1 della Legge n°59/97 di rilievo nazionale , sopra elencate;

 

  • COMPETENZE DELLA REGIONE: Alla Regione, in virtù di quanto previsto dagli artt. 155 e 156, ed in applicazione di quel principio sopra esposto secondo il quale la polizia amministrativa non è una materia autonoma ma ha carattere accessorio e strumentale rispetto alle singole materie cui di volta in volta inerisce, risultano attribuite le funzioni di polizia amministrativa relative alle materie oggetto di conferimento nonché, in particolare, "… il rilascio dell’autorizzazione per l’espletamento di gare con autoveicoli, motoveicoli, ciclomotori su strade ordinarie di interesse di più province, nell’ambito della medesima circoscrizione regionale, di cui all’art. 9 del decreto legislativo 30 aprile 1992 n° 285…", attualmente di competenza del Prefetto. Del rilascio di tale provvedimento è però previsto che venga "preventivamente informata" l’autorità di pubblica sicurezza. Non è chiara la finalità di tale obbligo, che provocherà un inutile aggravamento della consistenza del procedimento amministrativo, anche se si ritiene di poter escludere la possibilità di esercizio di qualsivoglia potere di controllo da parte di detta autorità sull’operato della Regione;

 

  • COMPETENZE DEGLI ENTI LOCALI: Come per le Regioni, in virtù di quanto previsto dagli artt. 155 e 157 , agli enti locali risultano conferite le funzioni di polizia amministrativa relative alle materie oggetto di conferimento da parte dei decreti attuativi della L. n°59/97 e quelle che saranno trasferite loro dalle Regioni stesse, nonché le seguenti:

 

  1. COMUNI:
  1. il rilascio della licenza di vendita ambulante di strumenti da punta e da taglio , come disciplinato dagli artt. 37 del T.u.l.p.s., approvato con R.D. 18 giugno 1931 n° 773, e 56 del regolamento di pubblica sicurezza, approvato con R.D. 6 maggio 1940, n°635;
  2. il rilascio delle licenze concernenti le agenzie d’affari nel settore delle esposizioni, mostre e fiere campionarie, di cui all’art. 115 del T.u.l.p.s.;
  3. il ricevimento della dichiarazione relativa all’esercizio dell’industria di affittacamere o appartamenti mobiliati o comunque relativa all’attività di dare alloggio per mercede, di cui all’art. 108 del T.u.l.p.s.;
  4. il rilascio delle licenze concernenti le agenzie di affari di cui all’art. 115 del T.u.l.p.s., ad esclusione di quelle relative all’attività di recupero crediti, pubblici incanti, agenzie matrimoniali e pubbliche relazioni;
  5. il rilascio della licenza per l’esercizio del mestiere di fochino, previo accertamento della capacità tecnica dell’interessato da parte della commissione tecnica provinciale per gli esplosivi, di cui all’art. 27 del D.P.R. 19 marzo 1956 n° 502 ( al riguardo si sottolinea che questa disposizione ha mantenuto in vita la previsione del previo accertamento della capacità tecnica del fochino da parte della Commissione tecnica provinciale per gli esplosivi, sicché per evitare la frammentarietà del procedimento ben avrebbe fatto il Legislatore a ricondurre le varie fasi ad un unico organo.
  6. il rilascio dell’autorizzazione per l’espletamento di gare con autoveicoli, motoveicoli o ciclomotori su strade ordinarie di interesse esclusivamente comunale, di cui all’art. 68 del T.u.l.p.s. e all’art. 9 del D.Lgs. 30 aprile 1992 n.285;
  7. il rilascio dell’autorizzazione allo svolgimento dell’attività di direttore o istruttore di tiro;
  8. le autorizzazioni agli stranieri per l’esercizio dei mestieri girovaghi di cui all’art. 124 del T.u.l.p.s. ( cenciaiolo, saltimbanco, cantante, suonatore, servitore di piazza, facchino, cocchiere, conduttore di autoveicoli di piazza, barcaiolo, lustrascarpe e mestieri analoghi);

 

  1. PROVINCE:
  1. il riconoscimento della nomina a guardia giurata degli agenti venatori dipendenti dagli enti delegati dalle regioni ed alle guardie volontarie delle associazioni venatorie e protezionistiche nazionali riconosciute, di cui all’art. 27 della L. n°157/92;
  2. il riconoscimento della nomina di agenti giurati addetti alla sorveglianza sulla pesca nelle acque interne e marittime;
  3. il rilascio dell’autorizzazione per l’espletamento di gare con autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori su strade ordinarie di interesse sovracomunale ed esclusivamente provinciale di cui al D.Lgs. N°285/90.

Di questi ultimi provvedimenti elencati trasferiti in maniera specifica alle province e dei provvedimenti conferiti ai comuni relativamente al rilascio di licenza per la vendita ambulante di strumenti da punta e da taglio, per l’esercizio del mestiere di fochino, per l’espletamento di gare con autoveicoli, motoveicoli o ciclomotori, e per l’autorizzazione allo svolgimento dell’attività di direttore o istruttore di tiro, è previsto che venga data "tempestiva informazione" all’autorità di pubblica sicurezza. Come già evidenziato, il contenuto e la finalità di tale obbligo non sono attualmente definibili, rappresentando un adempimento non previsto in precedenza per alcuna fattispecie.

Norme abrogate

L’effetto abrogativo in alcuni casi è solo parziale, in altri di effetto tale da rappresentare una mera semplificazione dei procedimenti amministrativi di carattere autorizzatorio.

Risultano abrogati la legge 13 dicembre 1928 n°3086 e il riferimento alla medesima legge contenuto nella tabella A allegata al D.P.R. n°300 del 26 aprile 1992, concernenti il divieto di libero allevamento e impiego dei colombi viaggiatori; l’articolo 19, comma 1, numero 3) del d.p.r. n°616/77, che prevedeva l’attribuzione ai comuni della funzione di ricezione dell’avviso preventivo per le riprese cinematografiche in luogo pubblico o aperto al pubblico, previsto dall’art. 76 del T.u.l.p.s..

Tale ultima norma risulta parzialmente abrogata dalla lett. b) dell’art. 158 cit., con sostituzione dell’obbligo di preventivo "avviso scritto" prima previsto con l’obbligo di "informazione preventiva" all’autorità di pubblica sicurezza (non è più precisato se all’autorità "locale" di P.S., come nella formulazione attualmente in vigore).

Dalla lett. d) dell’art. 158 cit. risulta invece abrogato l’art. 19, comma 4, del medesimo d.p.r. n°616/77 nella parte in cui prevede la comunicazione al prefetto e i poteri di sospensione, revoca e annullamento in capo a quest’ultimo in ordine alle seguenti disposizioni:

  • art. 19, comma 1, numero 13, in materia di licenza agli stranieri per mestieri ambulanti;
  • art. 19, comma 1, numero 14, in materia di registrazione per mestieri ambulanti;
  • art. 19, comma 1, numero 17, in materia di licenza di iscrizione per portieri e custodi;

fermo restando il dovere di tempestiva comunicazione al predetto dei provvedimenti adottati;

  • gli articoli 72, 74, 75, 81 e 83 del TULPS, in materia di attestazione dell’attività di fabbricazione e commercio di pellicole cinematografiche;
  • l’articolo 111 del TULPS in materia di rilascio delle licenze per l’esercizio dell’arte fotografica, fermo restando l’obbligo di informazione tempestiva all’autorità di pubblica sicurezza;
  • il comma 5 dell’art. 19 del D.P.R. n° 616/77, che elenca alcuni provvedimenti da adottare previa comunicazione al prefetto, perché questi per esigenze di pubblica sicurezza possa motivatamente richiedere di sospendere, annullare o revocare gli stessi, nella parte in cui si riferisce ai numeri 13), 14) e 17) del comma 1 dello stesso articolo 19;
  • l’art. 68, primo comma, del TULPS, limitatamente alle parole "rappresentazioni cinematografiche e teatrali".

 

Torna inizio argomento

Tabella riepilogativa polizia amministrativa (secondo disciplina attualmente vigente)

Attualmente, da una indagine conoscitiva effettuata sulle modalità di trattazione della materia in esame in vari comuni, si è accertata la procedimentalizzazione delle relative attività istruttorie con gli indicati tempi di riferimento di conclusione del procedimento medesimo:

 

Ufficio competente

Oggetto del procedimento

Giorni di conclusione

Riferimento normativo

Note

Polizia Municipale Permessi giornalieri in deroga a divieti di sosta o di accesso

1

Codice della Strada  
Polizia Municipale Domanda di esercizio di autorimessa (parcheggi auto moto)

60

p.70 dell'allegato 1 al D.P.R. 407/1994 (art.86 TULPS, artt.152 e ss. RD 635/1940)  
Polizia Municipale Denuncia di rinnovo di esercizio di autorimessa (parcheggi auto moto)

60

art.19 legge 241/1990,come modificato dall'art..2, C.10 legge 537/1993 (art.86 TULPS, artt.152 e ss. RD 635/1940)  
Polizia Municipale Domanda di esercizio vetture di piazza - taxi

30

p. 69 dell'allegato 1 al D.P.R. 407/1994 (art.121 TULPS, art. 86 Codice della Strada D.Lgs. 285/1992)  
Polizia Municipale Denuncia di rinnovo di esercizio vetture di piazza – taxi

30

art.19 legge 241/1990,come modificato dall'art..2, C.10 legge 537/1993 (art.121 TULPS, art. 86 Codice della Strada D.Lgs. 285/1992)  
Polizia Municipale Domanda di esercizio di noleggio autoveicoli con conducente

60

p. 73 dell'allegato 1 al D.P.R. 407/1994 (art.86 TULPS, artt.152 e ss. RD 635/194,art. 84 Codice della Strada D.Lgs. 285/1992 )  
Polizia Municipale Domanda di esercizio di noleggio autoveicoli senza conducente

60

p.74 dell'allegato 1 al D.P.R. 407/1994 (art.86 TULPS, artt.152 e ss. RD 635/1994, art.84 Codice della Strada D.Lgs. 285/1992)  
Polizia Municipale Denuncia di rinnovo di esercizio autonoleggio da rimessa con conducente

60

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (art.121 TULPS, art.84 Codice della Strada D.Lgs. 285/1992))  
Polizia Municipale Denuncia di rinnovo di esercizio autonoleggio da rimessa senza conducente

60

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (art.121 TULPS, art.84 Codice della Strada D.Lgs. 285/1992))  
Polizia Municipale Domanda di esercizio di sale da biliardo

60

p. 63 dell'allegato 1 al D.P.R. 407/1994 (art.86TULPS, art.19 D.P.R. 616/1977 )  
Polizia Municipale Denuncia di rinnovo di esercizio di sale da biliardo

60

art.19 legge 241/1990,come modificato dall'art..2, C.10 legge 537/1993 (art.86TULPS, art.19 D.P.R. 616/1977 )  
Polizia Municipale Domanda di apertura locali pubblico spettacolo (cinema , teatri)

60

p. 53 dell'allegato 1 al D.P.R. 407/1994 (art.80 TULPS, artt.116 e ss. RD 635/1940, art.19 D.P.R. 616/1977 )  
Polizia Municipale Denuncia di rinnovo apertura locali di pubblico spettacolo (cinema, teatri)

60

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (art.68 TULPS)  
Polizia Municipale Rilascio concessione Aree Circhi e spettacoli viaggianti

60

legge 377/1971,  
Polizia Municipale Denuncia di rinnovo di attività spettacoli viaggianti

60

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (art.68 TULPS)  
Polizia Municipale Rilascio autorizzazioni scuole da ballo

60

artt.68 e 86 TULPS, art.19 D.P.R. 616/1977 )  
Polizia Municipale Denuncia di rinnovo per attività di scuole da ballo

60

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (art.68 TULPS)  
Polizia Municipale Rilascio autorizzazione per manifestazioni musicali concerti in cinema, teatri, ecc.

60

art.68 TULPS  
Polizia Municipale Rilascio autorizzazioni spettacoli arte varia

45

art.68 TULPS, art.19 D.P.R. 616/1977, DPCM 1991  

 

Polizia Municipale Domanda di riprese fotografiche e filmate - in luogo pubblico aperto al pubblico

10

p.54 dell'allegato 1 al D.P.R. 407/1994 (art.76 TULPS, artt.1 e 2 RD 748/1923, art.19 D.P.R. 616/1977 ).V. D.Lgs 112/98  
Polizia Municipale Domanda di svolgimento trattenimenti danzanti ( in locali già agibili )

60

p. 63 dell'allegato 1 al D.P.R. 407/1994 (art. 68 TULPS, art.19 D.P.R. 616/1977 )  
Polizia Municipale Rilascio autorizzazioni per manifestazioni sportive e gare ciclistiche

45

art.68 TULPS, art.19 D.P.R. 616/1977  
Polizia Municipale Rilascio autorizzazione corse dei cavalli

120

art.68 TULPS, art.19 D.P.R. 616/1977  
Polizia Municipale Denuncia di esercizio professioni guide - interpreti - maestri di sci

60

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (art.123 TULPS) Vedere D.Lgs 112/98  
Polizia Municipale Denuncia di rinnovo esercizio professioni guide - interpreti - maestri di sci

30

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (art.123 TULPS) Vedere D.Lgs 112/98  
Polizia Municipale Rilascio autorizzazioni temporanee feste campestri e sagre

60

art.68 TULPS, art.19 D.P.R. 616/1977  
Polizia Municipale Domanda di trasferimento di sede esercizio di autorimessa

30

p. 71 dell'allegato 1 al D.P.R. 407/1994 (art.86 TULPS, artt.152 e ss. RD 635/1940)  
Polizia Municipale Rilascio autorizzazioni trasporti e veicoli eccezionali

30

art.10 Codice della Strada D. Lgs. 285/1992 e norme di attuazione  
Polizia Municipale Denuncia di attività impianto ascensori / montacarichi

60

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (art.60 TULPS)  
Polizia Municipale Rinnovo di denuncia e/o voltura esercizio ascensori/montacarichi

60

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (art.60 TULPS)  
Polizia Municipale Domanda di ampliamento di autorimesse e parcheggi

30

p. 72 dell'allegato 1 al D.P.R. 407/1994 (art.86 TULPS, artt.152 e ss. RD 635/1940)  
Polizia Municipale Domanda di trasferimento di esercizio vetture di piazza – taxi

30

p.69 dell'allegato 1 al D.P.R. 407/1994 (art.121 TULPS, art. 86 Codice della Strada D.Lgs. 285/1992)  
Polizia Municipale Domanda di trasferimento di sede esercizio di noleggio autoveicoli senza conducente

120

p. 75 dell'allegato 1 al D.P.R. 407/1994 (art. 84 Codice della Strada D.Lgs. 285/1992 )  
Polizia Municipale Domanda di trasferimento di sede dell'esercizio di noleggio autoveicoli con conducente

120

p. 76 dell'allegato 1 al D.P.R. 407/1994 (art.121 TULPS, art. 85 Codice della Strada D.Lgs. 285/1992 )  
Polizia Municipale Domanda di esercizio locali pubblico trattenimento (sale da ballo, discoteche, sale gioco , impianti sportivi, etc.)

60

p. 63 dell'allegato 1 al D.P.R. 407/1994 (artt. 68 e 86TULPS, art.19 D.P.R. 616/1977 )  
Polizia Municipale Denuncia di rinnovo di esercizio locali pubblico trattenimento ( sale da ballo , discoteche ) sale gioco, impianti sportivi

60

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (art.68 TULPS)  
Polizia Municipale Rilascio concessione suolo pubblico per tavoli e fioriere e merci varie senza installazione al suolo

30

Regolamento di Polizia Urbana, Regolamento Igiene, Codice della Strada D Lgs. 285/1992  
Polizia Municipale Rilascio autorizzazioni suolo pubblico per associazioni politiche, laiche e religiose

30

Regolamento di Polizia Urbana, Regolamento Igiene, Codice della Strada D Lgs. 285/1992  
Polizia Municipale Rilascio concessione occupazione temporanea suolo pubblico con ponteggi

40

Regolamento di Polizia Urbana, Regolamento Igiene, Codice della Strada D Lgs. 285/1992  
Polizia Municipale Rilascio concessione occupazione temporanea suolo pubblico con ponteggi mobili

20

Regolamento di Polizia Urbana, Regolamento Igiene, Codice della Strada D Lgs. 285/1992  
Polizia Municipale Rilascio concessione occupazione suolo pubblico

20

Regolamento di Polizia Urbana, Regolamento Igiene, Codice della Strada D Lgs. 285/1992  
Polizia Municipale Rilascio concessione occupazione suolo pubblico per operatori del commercio su aree pubbliche

60

Regolamento comunale in materia di commercio, approvato con atto C.C.  
Polizia Municipale Rilascio concessione occupazioni temporanee suolo pubblico per vendite natalizie - pasquali, sagre e fiere, di manifestazioni culturali e sportive

30

Regolamento di Polizia Urbana, Regolamento Igiene, Codice della Strada D Lgs. 285/1992  
Polizia Municipale Rilascio concessione suolo pubblico pedane installate al suolo

30

Regolamento di Polizia Urbana, Regolamento Igiene, Codice della Strada D Lgs. 285/1992  

 

Polizia Municipale Denuncia di installazione tende solari

60

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (Regolamento Polizia Urbana)  
Polizia Municipale Rilascio autorizzazioni in pubblici esercizi di piano bar

45

art.68 TULPS - DPCM 1991 - art.19 D.P.R. 616/1977  
Polizia Municipale Denuncia di rinnovo iscrizione al registro di mestieri per ambulanti

60

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (art.121 TULPS)  
Polizia Municipale Iscrizione al registro di mestieri per ambulanti

60

   
Polizia Municipale Iscrizione al registro di portieri e custodi

30

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (art.121 TULPS). Vedere D.Lgs. 112/98  
Polizia Municipale Denuncia di rinnovo iscrizione al registro di portieri e custodi

30

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (art.121 TULPS). Vedere D.Lgs. 112/98  
Polizia Municipale Denuncia di installazione video giochi biliardini in esercizio pubblico

60

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (art.86 TULPS)  
Polizia Municipale Denuncia di esercizio gioco lecito delle carte

60

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (art.86 TULPS)  
Polizia Municipale Denuncia di installazione apparecchi T.V. e radioriceventi, juke box

60

art.19 legge 241/1990, come modificato dall'art.2, c.10, legge 537/1993 (art.86 TULPS)  

 

Licenza di Pubblico Esercizio

 

Gli esercizi pubblici si distinguono in 4 tipologie:

  1. esercizi della ristorazione, per la somministrazione di pasti e bevande, comprese quelle aventi un contenuto alcolico di qualsiasi gradazione e di latte (ristoranti, trattorie, tavole calde, pizzerie, birrerie ed esercizi similari)
  2. esercizi per la somministrazione di bevande, comprese quelle alcoliche di qualsiasi gradazione, nonché' di latte, di dolciumi, compresi i generi di pasticceria e gelateria e di prodotti di gastronomia (bar, caffè', gelaterie ed esercizi similari)
  3. esercizi di cui alle lettere a) e b) nei quali la somministrazione di alimenti e bevande è effettuata congiuntamente all'esplicazione di attività' di trattenimento e di svago (sale da ballo, sale da gioco, locali notturni, stabilimenti balneari ed esercizi similari)
  4. esercizi per la somministrazione di cui alla lettera b) escluse le bevande alcoliche di qualsiasi gradazione.

L'interessato deve presentare una domanda indirizzata al Sindaco in carta legale completa di:

proprie generalità e codice fiscale dichiarando:

gli estremi dell'iscrizione al R.E.C. per la somministrazione di alimenti o bevande
l'ubicazione del locale con l'indicazione della superficie che sarà messa a disposizione per la somministrazione.

In caso di società la domanda deve essere presentata dal legale rappresentante indicando:
la ragione sociale

la sede

codice fiscale della società stessa

gli estremi della iscrizione al R.E.C. del delegato (ai sensi dell'art. 2, comma 1 Legge 25.8.91 n.287).

 

Pubblici esercizi (autorizzazioni provvisorie )

La licenza serve per somministrare bevande e alimenti temporaneamente (durante manifestazioni o inaugurazioni) e può essere richiesta da persone abilitate alla somministrazione di bevande e alimenti (come da Registro Esercenti il Commercio).

 

Normativa di riferimento

Legge n°287/91

Copyright © 2001 [Cesari Angelo]. Tutti i diritti riservati. Inviare a [angelocesari@tin.it] un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web. Aggiornato il: 24-09-01 .

1