La Rubrica di Alberto Padovani - 18 febbraio 2006 -

 

Noi che...

 

Noi che

...Ciotti : "scusa Ameri, scusa Ameri....clamoroso al Cibali" (che nella nostra fantasia era piu' famoso di Catania);

Noi che

..."tutta la squadra dell' Internazionale retrocede a protezione dei 16 m" (sempre Ciotti);

Noi che

...se incontriamo per strada Biscardi vorremmo investirlo;

Noi che

…avevamo le tute con su le toppe a furia di cadere in cortile

Noi che

...oggi sorridiamo quando in Tv si inventano i più incredibili sondaggi tipo: "chi è stato il piu' forte giocatore di tutti i tempi: Pelè o Maradona? Senza considerare che di Pelè abbiamo visto sempre gli stessi 4 o 5 goal;

Noi che

… quell’album lo abbiamo ancora;

Noi che

...siamo cresciuti vorremmo tornare indietro, e diciamo la stessa cosa che dicevano i nostri genitori;

Noi che

…chi buttava il pallone di là, scavalcava;

Noi che

quando doveva passare una macchina il primo che la vedeva urlava "MACCHINA" e tutti si fermavano;

Noi che

... la signora ci bucava il pallone ... e noi che glielo ributtavamo, bucato, nel giardino;

Noi che

... abbiamo rotto tanti di quei vetri;

Noi che

... il condominio decideva che era vietato giocare a pallone ... e noi che, mentre loro decidevano, giocavamo lo stesso;

Noi che

...prima di scendere a giocare, mamma ci diceva di non sudare;

Noi che

...non ci piaceva molto studiare e giocavamo nel cortile, facendo le porte con gli zaini o con due sassi;

Noi che

...questa ce l'ho, questa mi manca.

 

E’ solo un assaggio di tanti altri aneddoti, ma il calcio lo abbiamo conosciuto prima, vissuto poi, in questa serena e innocente maniera.

Adesso sport e soccer hanno tutt’altro sapore, lotta, emozioni, scorrettezze e “furbate”. Ma è ciò che lo rende emozionante, ricco di enfasi e per certi versi unico. Ci si poteva aspettare un calo nella trasferta verso est, un battuta di arresto. Invece no, Poli ha mantenuto per altri 50 minuti l’imbattibillità, (record di 250 minuti stagionali).

Biondani vichingo rosso nonché cecchino segna la prima tripletta stagionale, segnando di potenza, precisione e fino. Zekic  oltre alla doppietta (scusate se è poco) copre bene e si sacrifica. Foletto  inventa finalmente numeri da circo per il collettivo e trascina l’attacco. Gollin ci ha preso gusto e domani l’attende anche la Barbara Fusar Poli al pala vela. Gelosa la Kostner, decide di danzare a centrocampo con Seje sempre più certezza. Matarangolo gioca bene,ma viene espulso per..una bandierina.. ma siamo a carnevale, ci può stare! Bene anche la difesa, solida e inedita, tiene duro e non può nulla nei due gol.

Adesso altra trasferta ,si deve tener duro, ma noi siamo capaci, proprio noi che non noi temevamo quando scendeva quello della 128 fiat del portone di fronte, eravamo tutti fermi perché  era fissato e controllava pure le guarnizioni.

Proprio noi che vogliamo continuare a migliorare, dopo non aver mai perso nelle cinque partite del ritorno. Noi che se andava il pallone sul balcone del 1° piano o dietro il muro del garage eravamo sempre l'uomo ragno che si arrampicava, finchè una volta la signora era a casa e non aveva sentito che la chiamavamo e ci menava con la scopa.