Insegnamenti

29-04-03

Home
Insegnamenti
Nascita e infanzia
Miracoli
Unità delle Religioni
Libri e Video
Maggiori info
Links

 

Insegnamenti

Scegliere una delle voci seguenti (o scorrere lungo la pagina).

bulletI dieci princìpi
bulletAmore
bulletBeatitudine
bulletCorpo
bulletCarattere
bulletCibo
bulletDharma
bulletDevozione
bulletEducazione
bulletEgo
bulletFamiglia
bulletFamiglia spirituale
bulletFede
bulletGrazia
bulletIntelletto
bulletJnana (Conoscenza)
bulletKarma
bulletLavoro
bulletLussuria
bulletMatrimonio
bulletMorte
bulletOstacoli
bulletPeccato
bulletQualità
bulletRicchezza
bulletReligione
bulletSocietà
bulletSadhana
bulletUniverso
bulletViveka e Vairagya
bulletYoga

 

SATHYA SAI BABA
I dieci princìpi

  1. Amare il proprio paese e non indulgere in critiche di altri paesi e popoli.
  2. Onorare e rispettare tutte le religioni.
  3. Sviluppare il senso della fratellanza.
  4. Mantenere l'igiene nella propria casa e nei dintorni di essa.
  5. Fare la carità provvedendo ai poveri non solo cibo e vestiti, ma soprattutto fornendo loro una base per vivere.
  6. Non corrompere in nessun caso con denaro o altro.
  7. Affrontare i problemi quotidiani senza odio o gelosia, avendo cura di ampliare la propria visione all'intera società, aiutando tutti come fratelli e non come appartenenti ad altri popoli o religioni.
  8. Servire la società in cui si vive e non farsi servire.
  9. Amare Dio e temere il peccato.
  10. Osservare alla lettera e nello spirito le leggi del proprio paese.

Sathya Sai Baba

"Inizia il giorno con amore,
riempi il giorno di amore,
finisci il giorno con amore:
questa è la strada verso Dio." 

- Sathya Sai Baba 

Aforismi di Sathya Sai Baba

Amore

1. Lo scopo di ogni conoscenza è prema, l'amore.

2. Esistono tre specie d'amore. Il primo è swartha, o amore egocentrico che, simile alla lanterna, illumina solo un piccolo spazio. Il secondo è anyona, o amore reciproco che, come il chiaro di luna spande la sua luce ma solo fino ad un certo punto. Infine il terzo paratha, o amore verso gli altri che, come il sole con la sua luce, bagna tutti indistintamente. Coltivate dunque questo terzo tipo d'amore e sarete salvati. In realtà, anche il più piccolo servizio reso al prossimo è un servizio reso a voi stessi.

3. Se non coltivate l'amore, la tolleranza, la fede e il rispetto degli altri, come potrete mai realizzare Dio?

4. Rendete servizio al vostro prossimo con l'amore di cui siete capaci. Esso è il Signore stesso che ha assunto un'altra forma. Potrete così ottenere la Sua grazia.

Beatitudine (ananda)

La gioia è un intervallo fra due dolori. Dovete raggiungere l'equanimità e trascendere tanto l'una quanto gli altri, affinché la vostra mente si possa immergere nelle acque profonde della beatitudine. Dio non è responsabile della vostra gioia né della vostra pena. Egli è come lo specchio che riflette ciò che si trova davanti a Lui. Riflette il bene ed il male che potete fare: la gioia e la sofferenza dipendono dalle vostre azioni.

Corpo

1. Il corpo è il tempio di Dio, Dio Si è installato in esso ed Egli ne è il proprietario, che voi lo ammettiate o meno. E' il Signore che vi ispira le buone azioni e vi impedisce di fare del male. Ascoltate questa voce, obbeditele e nulla vi potrà toccare.

2. La forza motrice del corpo è Dio. Quando è installato nel corpo dell'uomo è chiamato jiva. E' l'ignoranza della realtà che impedisce a jiva di riconoscersi come Dio. Il fatto che ci identifichiamo con il corpo è la causa di tutti i mali.

3. Il corpo è un sacco di pelle con nove buchi.

Carattere

1. Il carattere rende la vita immortale e sopravvive alla morte fisica. Certe persone affermano che il potere può derivare solo dalla conoscenza, ma questo è falso; il vero potere è il carattere.

2. Gesù Cristo, Buddha, Shankara e Vivekananda, che furono grandi devoti del Signore, resteranno immortali nella memoria degli uomini e cari come i tesori più preziosi dell'umanità grazie al loro carattere perfetto. Senza un buon carattere, la fortuna, l'educazione, la posizione sociale non hanno valore. E' il profumo che conferisce tutta la bellezza al fiore. Nessun pittore, né poeta, né scultore, nonostante il loro talento, può avere posto in società senza un carattere buono e puro.

Cibo

I vostri pensieri dipendono dal tipo di cibo che mangiate. Se volete condurre una vita spirituale dovete astenervi dal mangiare la carne. Essa provoca ogni sorta di malattie ed alimenta la passione. Quanto al pesce, puzza anche quando è nell'acqua e fa nascere pensieri sporchi.

Dharma

1. Tutto ciò che emana dal cuore è "pura idea" e quando è messa in pratica diventa dharma.

2. Tutto ciò che non ferisce né te né il tuo prossimo è dharma, così come tutto ciò che rende felice te e il tuo prossimo.

Devozione

1. La vera devozione è vedere, o cercare di vedere la divinità in tutti e servirla. Non misuratela con il numero di ceri che accendete o dal numero dei rosari che sgranate.

2. I tre segni esteriori dai quali si può riconoscere una devozione sincera sono i seguenti: la fede nella vittoria ultima della verità, l'umiltà davanti agli anziani ed ai saggi e il timore del male, cioè la paura di pensare, di parlare o agire contro i dettati della vostra coscienza.

3. La devozione aumenta con gli sforzi che si compiono per purificare la mente, per conoscere la natura e l'origine dell'uomo e dell'universo, tentando di scoprire la vera relazione esistente fra l'uomo e gli oggetti esterni che affascinano e confondono.

Educazione

1. Il vero scopo dell'educazione dovrebbe essere lo sviluppo del carattere (il potenziale divino in noi). Essa dovrebbe servire non solo a fare guadagnare il pane quotidiano alle giovani generazioni, ma a renderle più forti e prepararle ad affrontare l'avventura della vita senza mai deviare dal giusto cammino.

2. Non si dovrebbe incitare i bambini alla polemica né a compiacersi della critica ed ancora meno a mostrare la sapienza delle nozioni imparate nel corso dei loro studi. Solo l'individuo che sarà capace di autocontrollo e di altruismo avrà il diritto di essere definito "educato ed istruito".

Ego

1. Eliminate le erbe cattive che hanno invaso il campo del vostro cuore. Certamente non è facile poiché la prima pioggia le farà riattaccare e l'egoismo le farà ricrescere più forti di prima in circostanze più favorevoli. Dovete eliminare la radice e per farlo esiste un solo rimedio: ripetere con costanza: «Non io, ma Tu, o Signore».

2. Una mente piena di odio e di egoismo non potrà mai volgersi verso Dio. I Veda insistono sulla dissoluzione dell'ego, il Corano sull'arresa totale alla divinità, e la Bibbia sulla carità e l'umiltà, ciascuno offrendo un rimedio efficace per eliminare l'ego.

3. L'ego o aham è il centro intorno al quale ruota la falsa personalità. L'ego è il primo germe dell'ignoranza. Non è un'acquisizione positiva ma semplicemente mancanza di conoscenza.

4. L'ego è la sorgente dell'invidia, della cupidigia, della collera, della malizia e della vanità. Ti distoglie dalla verità e ti fa apparire reale ciò che è falso. L'egoismo è infatti maya, l'illusione che ci spinge a credere che il mondo sia reale e duraturo; l'amore è la sola cosa che possa eliminarlo.

Famiglia

1. La vita familiare è il cammino reale che conduce alla realizzazione di Dio in questo Kali Yuga (era di Kali). Ci sono quattro ere, e quella di Kali è considerata la più bassa dal punto di vista spirituale. Non serve a niente abbandonare la famiglia per rifugiarsi in una caverna a meditare: la famiglia è la migliore arena per insegnarvi la tolleranza e la pazienza e per sviluppare in voi un più grande senso di sacrifico.

2. La donna deve imparare a vedere Dio in suo marito, ed il marito deve vedere Dio in sua moglie. Quanto ai bambini devono rispettare i loro genitori e servirli come se servissero Dio stesso.

Famiglia spirituale

La verità è vostro padre. L'amore è vostra madre. La conoscenza è vostro figlio. La pace è vostra figlia. I fedeli del Signore sono vostri fratelli e gli yogi sono i vostri amici.

Fede

1. La fede è un dono di Dio per ricompensarvi delle buone azioni compiute nel corso di questa vita o di vite precedenti. E, come tutti i doni, essa deve essere coltivata con cura.

2. Dovete dapprima avere fede e dopo solamente avrete tutte le prove che vorrete, se queste vi serviranno ancora.

3. Dovete avere fede nel medico che vi cura affinché la medicina che vi dà sia efficace, non aspettare di essere guariti per credere in lui e nel suo trattamento.

4. La vostra fede è più potente della mia Shakti (energia divina). Essa può fare cose meravigliose e forzare il Signore a manifestarSi per darvi ciò che credete che Egli vi darà. E’ la fede che conta, e non la forma ed il nome sui quali si fonda, perché tutti i nomi e tutte le forme sono quelle del Signore.

Grazia

1. Per conquistare la grazia del Signore esiste un mezzo molto semplice: ed è namasmarana, la ripetizione costante di uno dei nomi del Signore. Sfortunatamente non credete che il nome sacro possa guarirvi e salvarvi.

2. Ottenere la grazia del Signore è come fondere il burro. Perché il cuore di Dio è tenero come il burro, basta un po' di calore perché si fonda. Un po' di affetto per un compagno che soffre, un po' di amore mentre reciti il nome del Signore!

3. Non dovete avere fame che di grazia. La grazia vi darà la pace mentale, un buon sonno ed un buon riposo. Per questo dovete avere il sentimento profondo che voi dipendete interamente da Lui.

4. La disciplina e la virtù sono i due veicoli della grazia.

Intelletto

1. L'immaginazione nasconde la verità, annebbia l’intelletto e perverte la visione interiore distogliendo l'aspirante dallo scopo.

2. La luna simbolizza la mente ed il sole l'intelletto e tutte e due devono essere in equilibrio, uno complemento dell'altra. L'intelligenza dovrebbe canalizzare le emozioni e vi dovrebbe insegnare ad accettare le sconfitte quanto i successi, con calma.

3. L'intelletto è lo strumento che Dio ci ha dato per permetterci di distinguere fra ciò che è reale ed eterno e ciò che invece appartiene al mondo dell'illusione ed è effimero.

Jnana (Conoscenza)

1. Jnana, o conoscenza, è un'altra parola per dire visione. Ecco perché occorrerebbe purificare la visione e non avere mai idee buie e nafeste. La più grande saggezza è realizzare che Brahman è onnipresente e che è la sola entità indistruttibile ed invisibile.

2. Quando si realizza Brahman non c'è più differenza fra il conosciuto, l'oggetto della conoscenza e il fatto di conoscere.

3. Quando il lago del cuore diventa chiaro e senza movimento l'atma può riflettersi in tutto il suo splendore. Colui che ottiene questa conoscenza diventa Brahman.

4. Non c'è differenza tra bhakti (devozione), karma (azione) e jnana (conoscenza).

5. Jnana non è un piacere intellettuale e non vuol dire accumulare certe nozioni, come il fatto di mangiare non si esaurisce nel mettere in bocca del cibo.

Karma

1. Esiste una legge di causa e di effetto ed ogni azione, o karma, che compite avrà una conseguenza, che vi piaccia o no. Un buon karma produrrà un buon risultato e la nascita è il risultato del karma compiuto prima di morire. Se vi chiedono cosa succede dopo la morte dovete indicare voi stessi e dire: "Ecco ciò che accade, si ritorna su questa terra!".

2. Il futuro è nelle vostre mani, il domani è forgiato dall'oggi e l'oggi dall'ieri. La parte più importante dei Veda si chiama karma-kanda e illustra i vari tipi di karma che devono essere compiuti allo scopo di coltivare il distacco e dirigere la mente verso la verità eterna, e per trasformare ogni più piccolo atto in un atto di preghiera, offrendone i frutti al Signore, il quale conferisce all'essere umano tutta l'energia necessaria per compierlo.

Lavoro

1. Il lavoro è un'offerta a Dio, che ci dà l'energia per compierlo. Ecco perché non ha senso domandare o aspettarsi una ricompensa per il lavoro fatto.

2. Ogni lavoro deve essere compiuto alla perfezione.

3. Ogni lavoro è nobile e non esistono lavori inferiori. «Tu non devi fare ciò che ti piace, ma ti deve piacere quello che fai!». Il lavoro è anche un modo di pagare il tributo per ottenere la libertà dalla prigione del corpo.

4. Il segreto di una vita felice è il lavoro compiuto alla perfezione, poiché ha la sua ricompensa in sé.

Lussuria

1. La lussuria o kama è uno dei nemici mortali dell'uomo, occorre domarla e trasformarla attraverso un processo di alchimia, che è la sete di conoscere Dio.

2. Il desiderio diventa cupidigia e questa si trasforma in lussuria.

3. Il più bel gioiello di una donna è la sua virtù.

Matrimonio

1. Il legame del matrimonio è sacro e dovrebbe essere considerato come una collaborazione fra l'uomo e la donna che utilizzano i loro doni rispettivi per elevarsi spiritualmente e giungere alla realizzazione del "sé". Disgraziatamente il matrimonio oggigiorno, come è vissuto, si basa unicamente sulla lussuria e gli interessi personali.

2. Il matrimonio è paragonabile allo sfregare di due carte vetrate l'una contro l'altra sino a quando non diventano perfettamente liscie.

Morte

1. Coloro che si lasciano invadere dalla collera e dall'ego sono dei morti viventi.

2. Atma, o l'anima è immortale e, come cambiamo un vestito usato, l'atma prende un nuovo corpo ogni qualvolta se ne presenta la necessità. Ci sono tre cause che spingono l'uomo a rinascere: il peccato, i desideri insoddisfatti, l'ignoranza della sua vera natura.

Ostacoli

1. Solo la grazia del Signore può eliminare tutti gli ostacoli che il saddhaka incontra sul suo cammino.

2. Il più grande ostacolo è rappresentato dall'ego.

Peccato

Il solo peccato è quello di considerarsi peccatori perché voi siete gli eredi della beatitudine eterna, le immagini di Dio, partecipanti della Sua stessa gioia. Voi in realtà siete santi e completi, voi siete Dio che cammina sulla terra... Non vi è più grande peccato che chiamare se stessi peccatori! Voi vi disonorate e vi diffamate.

Qualità

1. I guna o qualità sono tre: thamas, rajas e sathwa. Il primo rappresentato dal colore nero, vuol dire inerzia, indolenza e vuol significare tutto ciò che rende l'individuo incapace di discernere tra la realtà e l'apparenza. Il secondo rajas, rappresentato dal colore rosso, simbolizza le passioni, le attività frenetiche e tutto ciò che fa oscillare l'individuo come un pendolo fra il reale e l'irreale senza che arrivi mai a una decisione. Quanto a sathwa, simbolizzato dal colore bianco, rappresenta la saggezza e la possibilità di discriminare fra il vero e il falso senza alcuna ombra di dubbio.

2. Il cibo decide dei gunas e i gunas si procurano il cibo che a loro conviene. E' un circolo vizioso. Lo scopo di ogni sadhana (disciplina spirituale) è trascendere queste tre qualità, la cui azione interpenetra il mondo fenomenico.

Da: A.e S. Craxi, L'alba di una nuova Era, Libreria Internazionale Sathya Sai, Modena, 1982, pp. 89 segg.

 

Citazioni

  Unità delle Religioni

Permettete a tutte le fedi differenti di sussistere, lasciatele fiorire affinché la gloria del Signore possa essere cantata in tutte le lingue ed in tutti i toni. Rispettatele e consideratele valide sino a quando non spengano la fiamma dell'unità. Ecco l'ideale!

Se ogni persona vivesse gli ideali proposti dai fondatori della propria religione, non soggetti ad influssi di avidità o odio, allora il mondo sarà un'abitazione felice e di pace per uomo.

In termini spirituali tutta l'umanità appartiene ad una stessa classe, razza, e religione.

The followers of each religion call upon One God who is omnipresent and listens to their prayers, be they from any race or whatever language they speak; but it is the same God who confers happiness on all of mankind. No religion has a separate God showering grace only on those who profess to abide by that faith.


Gesù

Jesus came as the embodiment of love and compassion, and lived among men holding forth the highest ideals of life. You must pay attention to the lessons he elaborated.

Jesus was a master born with a purpose: the mission of restoring love, charity, and compassion into the hearts of man. He had no attachment to the self. He never paid heed to sorrow, pain, joy, or gain. He had a heart that responded to the call of anguish, the cry for peace and brotherhood. He went about the land preaching the message of love and poured out his life as a libation in sacrifice to humanity.

Jesus was a person whose only joy was in spreading divine love, offering divine love, and living divine love. That was the life and message of Jesus. Nurture it in your hearts.

Follow Jesus Christ. Decide to direct your lives along the path he laid down. His words must be imprinted on your hearts, and you must resolve to practice all that he taught. We are true Christians only when we live according to the teachings of Jesus and practice them in daily life.



Dio

There is no need to exhaust yourselves in the search for God. He is there like butter in milk, like the chicken in the egg, in every atom of creation. He does not come from somewhere or go elsewhere. He is here, there, everywhere. From the atom to the cosmos, from the microcosm to the macrocosm, He is everything.

God is the inner reality of all beings . . . The divine principal that is in everyone is like the electric current that illuminates the bulbs of different colors and brightness. The same God shines in and through everyone, whatever be the creed, color, tribe or territory.

God is omnipotent, omniscient, and omnipresent . . . God is the nearest, the dearest, the most loving, the most eager companion of man. God is not distant or external. God is inside you. You are not man. You are God yourself.



Amore

If love declines among the people, nations will weaken and mankind will perish.

All are one. Be alike to everyone.

Attune your heart so that it will vibrate in sympathy with the woes and joys of your fellow-men.

Love is God; God is love. Where there is love, there God is certainly evident. Love more and more people, love them more and more intensely. Transform the love into service; transform the service into worship. That is the highest spiritual discipline.

Ama tutti, servi tutti.

The fulfillment of man's life on earth consists in filling himself with the love of God and transmitting that love into acts of service, service of man who is the embodiment of God. If man has no love in him and if he does not share it with all living beings, he is but a burden to the earth.

Sai seeks only that you should love your fellow man and serve society. Sacrifice your selfishness and try to come to the rescue of those in need. So if you really want to understand your own true nature, plunge into service.

L'amore è Dio, vivi nell'amore.

In selfishness there can never be love; self is lovelessness and love is selflessness. Love lives by giving and forgiving; self lives by getting and forgetting.

Love ever, hurt never.

Kindness to all living beings is one of the most important virtues of human beings.

Love God and you see God in every creature.

It is enough if love is cultivated - the love that knows no distinction between oneself and another - because all are but limbs of the one corpus of God Almighty. Through love alone can the embodiment of love be gained. Here no scholarship is needed; in fact scholarship will be an impediment, for it caters to egoism and it breeds doubts and the desire for disputation and the laurel of victory over others preening themselves as learned!

Practice silence. For the voice of God can be heard in the region of the heart only when the tongue is still . . . Silence is the speech of the spiritual seeker. Soft sweet speech is the expression of genuine love. Hate screeches, fear squeals, conceit trumpets-- but love sings lullabies; it soothes, it applies balm.



Perle di Saggezza

We do not need today a new religion or creed, nor a new system of education; nor need we create a new society. All we need are men and women who have pure and loving hearts . . . The transformation has to be effected in the minds of people.

Practice brotherhood of man and fatherhood of God. Consider all human beings as equal. Love your religion, but respect other religions also. Religions may be different but the path is one. Human beings may be different but divinity in man is one. Nations are many but the Earth is one. Men are many but the breath is one. You should practice these truths in your day-to-day life.

If there is righteousness in the heart, there will be beauty in the character. If there is beauty in the character, there will be harmony in the home. If there is harmony in the home, there will be order in the nation. When there is order in the nation, there will be peace in the world.

The honor of a nation depends upon the morality of that nation. A nation without morality will be doomed.

Politics without principles, education without character, science without humanity, and commerce without morality are not only useless, but positively dangerous.

The end of wisdom is freedom. The end of culture is perfection. The end of education is character. The end of knowledge is love.

Be attached under all conditions to the source, substance and sum of all power: the Lord.

Tenete sempre il nome di Dio sulle vostre labbra, e troverete che tutti i pensieri di invidia e di odio scompariranno dai vostri cuori.

One must be always vigilant, without a moment's carelessness, against the eight sins that the mind perpetrates: craving, anger, greed, attachment, impatience, hatred, egoism, pride. Man's primary duty is to keep all these things at a safe distance from himself.

Try to avoid killing, adultery, theft, drinking intoxicants, and flesh eating. It is a great help in living the highest life if these are kept as far away as possible.

I direct you to implant three ideas in your hearts: Do not forget God. Do not put your faith in the world around you; it is changing every second and does not last. Do not be afraid; you are the imperishable soul that knows no fear.

Our spiritual heart is like a lock. Mind is like a key. If you turn it towards the world, you get attachment. If you turn it towards God, you get detachment. So, you must concentrate your mind on the heart and turn the heart towards God.

The company of good men leads you on to the Lord while the company of evil men leads you more deeply into the mire of the world.

Whatever you feel should not be done to you by others, you should avoid doing to others.

Instead of searching for others' faults, search for your own faults; uproot them, throw them off. It is enough if you search and discover one fault of yours; that is better than discovering tens of hundreds of faults of others.

Engage always in good deeds and beneficial activities. Speak the truth, do not inflict pain by word or deed-- or even by thought. That is the way to gain true peace, and that is the highest gain you can earn in this life.

Desire is a bonfire that burns with greater fury when encouraged. One desire leads to ten and man exhausts himself in trying to fulfill the demands of personal desire.

Be equal-minded to praise or blame; success or failure. These pairs of opposites are the obverse and reverse of the same experience. Blame is but the shadow of praise. Man cannot have one without the other. Man must learn to watch the passing show as the sun watches the clouds below, trying to hide its splendor.

Be what you profess to be, speak what you intend to do, utter what you have experienced, no more, no less.



Carattere

Character makes life immortal . . . Without character-- wealth, education and social status are of no avail. The qualities that make up a flawless character - love, patience, forbearance, steadfastness and charity - are the highest. These must be revered and cultivated.

Religion is three-fourths character. No person can claim to be religious if he merely observes the sacraments and rules, and fails to be upright and compassionate.

It is often declared that knowledge is power. No. No. Character is power. Nothing can be more powerful on Earth than character. Riches, scholarship, status, authority are all frail and flimsy before it.

La via all'immortalità è la rimozione dell'immoralità.

Be moral; be virtuous. Be sincere in thought, word, and deed. Be honest to yourself. Money comes and goes, but morality comes and grows! So man has to give up the yearning for money and yearn more for morality.



Dovere

What exactly is duty? Let me summarize it for you. First, tend your parents with love and reverence and gratitude. Second, speak the truth and act virtuously. Third, whenever you have a few moments to spare, repeat the name of the Lord. Forth, never indulge in talking ill of others or try to discover faults in others. And finally, do not cause pain to others in any form.

Il lavoro è adorazione; il dovere è Dio.

There are two duties to be performed by men: one is to work for the good of the world and the other is work for liberation of consciousness.

Your duty is to yearn for the attainment of the consciousness of the One, behind all this apparent multiplicity.



The State of Mankind Today

By forgetting his own true nature and by being carried away by the pleasures of the external world which are but fleeting and superficial, and by trying to secure and experience such pleasures, man fritters away his life and fritters away his time. Is man able to secure peace by experiencing and obtaining these material pleasures? No. At the end of his life he is dissatisfied and discontented. Man is becoming ignorant of the permanent being within him which is truth itself, which is formless. He is reducing himself to the state of an animal and becoming demonic in the process. Ultimately man comes to the end of his life without a sense of fulfillment because he has not been able to understand the purpose of it and recognize his own true nature. What is the cause for this? He neglects the supreme code of conduct that has been laid down for him: the code of right action (dharma) which he has to follow. Man has forgotten that dharma or righteousness is at the base of everything and that this dharma is most important for his own character. The perfection of character by discrimination is the royal path for every human being; it is the very purpose, aim and goal of one's life. The respect, honor and dignity of the human race depend upon the character that is exhibited. Without it the race itself would come to ruin. The improvement of character can indeed be called the hallmark of a human being. Only when morality and ethics range high in the set of values can an individual realize the divine atma (true inner self which is divine) within. Another name for dharma is love. Nobody can describe what love is or how valuable it is. The various ideas about love do not designate true love, which has no streak of selfishness and which never changes. Everything that is sacred and sanctified can be found in this true love. If it is fostered and nourished that type of love will always increase and never decrease. There is no reason for this love. That true love that is without reason, without selfishness, which never wavers or changes but is ever full and total, that is the love of God. . . . One should realize the divinity of God and the love of God and live in this love.



Felicità

It is illusion that happiness consists in accumulating money or knowledge or comforts or reputation. Happiness can be attained by cultivating a state of mind which is unaffected by fortune, good or bad.

All are happy days to a person of true knowledge. Happiness is an internal conscious experience which comes as an effect of the extinction of mental or physical desires. The less the desire, the greater is the happiness, so that perfect happiness consists in the destruction or satisfaction of all desires in the absolute being.

Amore, non lussuria, è l'essenza di una vita felice.

Man's natural state is happiness, so he cannot be blamed for craving that which is his own. But man is making a serious mistake: he believes that the happiness for which he craves comes from objects, which he can experience. What is the remedy? The remedy is to consider the truth: that there is only one everlasting never-failing happiness, and that is God. To drink of that ever-flowing spring of happiness you must turn to yourself, to the divine, which however obscured is the resident of your heart, the subtle truth of your being.



L'Avventura Spirituale


Man exhibits great mental and physical courage on the battlefield, and during adventures on land, sea, and air. However, the courage to give up entanglements with the material world is a greater achievement. The spiritual adventure, the spiritual leap from darkness to light needs extraordinary courage and divine grace-- which is the reward for courage.

Try to win the grace of God by reforming your habits, reducing your desires, and refining your higher nature. One step makes the next one easier; that is the excellence of the spiritual journey. At each step, your strength and confidence increase and you get bigger and bigger installments of grace.

Man is Divine, take it from me; he is really here on a holy mission, for Divine purpose. Man must earn his birthright, namely: Divine Peace. Lack of Divine Peace is an unnatural condition.

There is no need to retire into a forest or cave to know your inner Reality and to conquer your lower nature. Win the battle of life by being in the world-- but free from attachments.

God is as butter is in milk, in every drop, through and through. If butter is to be seen, then certain processes have to be done: boiling, curdling, churning, etc. So, too, by certain spiritual disciplines like repeating the name of God, he who dwells in the heart can be visualized; the immanent God can be experienced as real.

Man is divine. He can purify himself into perfect divinity by the process of meditation, taken up with eagerness and followed with faith by virtuous individuals.

Real meditation is being absorbed in God as the only thought, the only goal. God only, only God. Think God, breathe God, love God, live God.

Spiritual discipline grows only in a field fertilized by love. Love is the indispensable factor in devotion to God . . . Have the love of God filling and thrilling your heart. Then you cannot hate anyone, you cannot indulge in unhealthy rivalries, you will not find fault with anyone. Life becomes soft, sweet and smooth.

God is love, so you must become love in order to merge in Him . . . To attain God, feats of hard spiritual discipline are superfluous. Love is enough.

I must tell you of the paramount importance of love. Love is God, live in love. God is the embodiment of perfect love; so He can be known and realized, reached and won, only through love. You can see the moon only with the help of moonlight. You can see God only through the rays of love.

Cultivate not riches nor comforts and luxuries, but divine virtues . . . Do not be a slave to your sensual desires; conquer lust and vanquish anger. Exile from your minds greed, hate, and jealousy. Dedicate your hands to the service of mankind. To resurrect love and compassion you must kill jealousy and selfishness. Purify your heart; then you will become fit to receive God's grace. God is interested in your heart and not your money. He is interested in your character, not your race or religion.



La vostra vera Realtà

Voi e l'Universale siete Uno; voi e l'Assoluto siete Uno; voi e l'Eterno siete Uno. Voi non siete l'individuale, il particolare, il temporaneo. Sentitelo. Sappiatelo. Agite in conformità con questo.

You as body, mind or soul are a dream; but what you really are is Existence, Knowledge, Bliss. You are the God of this universe. You are creating the whole universe and drawing it in. To gain the infinite universal individuality the miserable little prison individuality must go. Bhakti (love for God) is no crying or any negative condition; it is seeing of all in all we see. It is the heart that reaches the goal; follow the heart. A pure heart seeks beyond the intellect; it gets inspired. Whatever we do reacts upon us; if we do good, we shall have happiness and if evil, unhappiness. Within you is the real happiness, within you is the mighty ocean of nectar divine. Seek it within you, feel it; feel it; it is here, the self. It is not the body, the mind, the intellect, the brain; it is not the desire of the desiring; it is not the object of desire. Above all these, you are. All these are simply manifestations. You appear as the smiling flower, as the twinkling stars. What is there in the world which can make you desire anything?
 

 

1