STAGIONE  2008 – 2009

                                         FANTAREGOLAMENTO

                                               LEGA 

        STATEBENEVOI !!

 

                                    

REGOLA  - 1 -   IL CAMPIONATO: LA FORMULA A 12 SQUADRE

 

3 fasi:

1°)  22g (2°-23°gg), A/R con fattore campo a +2;

2°)  3gg (24°- 26°), senza fattore campo e con 3 gironi determinati dalle posizioni: 1°-4°; 5°-8°, 9°-12°;

3°)  11gg (27°- 37°), senza fattore campo.

 

 

REGOLA  - 2 – POSIZIONI

 

1° - SCUDETTO

2° - CHAMPIONS

3° - PRELIMINARI

4° - UEFA

5/9° - META’ CLASSIFICA

10°/12° - RETROCESSIONE

 

 

REGOLA   - 3 -   CRITERI IN CASO DI PARITA’

 

Niente spareggi, valgono i seguenti criteri:

·        più fantagol totali realizzati, con differenza minima di 5 reti;

·        scontri diretti;

·        migliore MV di sq.

 

 

REGOLA  - 4 -   LA COPPA ITALIA

 

Vengono utilizzati solo i voti dei giocatori cosicché a laurearsi vincitore sarà, in linea di massima, la squadra con la miglior Media Voto. Valgono le stesse formazioni del campionato, utilizzando però 14 giocatori (gli 11 titolari + i 3 migliori panchinari) così da “penalizzare” chi fa un uso smodato dei giochini e premiare la bontà della rosa.

1°fase: per 25gg si sommano i voti squadra, gg dopo gg, di ogni società dopo di cui si avrà una classifica da cui passeranno il turno le prime 4. Dalle prime 22g si potrà eliminare la gg peggiore, così si accederà alle 3gg decisive con 21gg conteggiate.

2°fase: SEMIFINALI e FINALE sulle 5gg.

Sono necessarie 3 vittorie, altrimenti si calcolerà la media delle 5partite. Con ulteriore pareggio varrà il migliore piazzamento nella 1a fase. 1° e 2° giocano in casa (+0.5) 3 partite: 1°-3°-5°gg.

Si vince totalizzando uno scarto di almeno 2 voti a partire dal totale minimo di 66 (68 a 66); se una sq. ne sarà sotto, all’altro basterà uno scarto di almeno 1 voto (66.5 a 65.5); se entrambe ne saranno sotto sarà uno squallido pareggiaccio.

 

 

REGOLA  - 5 -   COPPA  “ARRIGHE!” 

 

Questa Coppa, assieme alla Regola 15, è nata con l’intento di stimolare i Fantapresidenti a considerare importanti pure le difese; vengono perciò considerati solo i voti dei difensori cosicché a laurearsi campione sarà, in linea di massima, la squadra con la migliore DIFESA. Saranno utilizzati 3 voti: i 3 migliori nel caso una sq. ne abbia in campo più del minimo consentito. Per le sostituzioni valgono le stesse regole del campionato.

La formula: si gioca un campionato vero e proprio, parallelo a quello canonico. Ogni partita, quindi, vedrà anche la sfida fra le difese delle due squadre che si incontrano nel campionato normale.

Per vincere basterà totalizzare 1pt in più dell’avversario, tenendo conto che non esiste il fattore campo.

 

 

 

REGOLA  - 6 -   SOLDI, PREMI E PENALITA’

 

Ogni società parte con 1000 crediti “in comodato d’uso” e ciò che vincerà o dovrà pagare dipenderà dalla posizione in cui terminerà il campionato. Attenzione però, perché i crediti comprati nel 2° e 3° mercato si pagano extra (vedi Regola Mercato al punto f). L’eccedente o il mancante dalle cifre di seguito andrà ad aumentare o diminuire la somma Scudetto.

 

Scudetto                :  150e

Champions L.        :  100e

Preliminari             :   50

Coppa Uefa           :   0

5°-6°-7°                            :  - 30e

                         :  - 35e

                         :  - 40e

10°-11°                 :  - 45e

12°                         :  - 50e

Coppa Italia           :  1° 25 E; 2° 20 E

Chi subisce + gol   :  10 E (premio alla sfiga!)                

MV difesa              :  1° 25 E; 2° 20 E

 

 

REGOLA   - 7 -    VARIE

 

Fattore campo: +2 x 22gg; 0 x le ultime 14gg

Gol Serie A : +3  ;  Serie B : +2

Gol subito   : -1 /  Autogol : -1  /   Espulsione : -1

Rigore sbagliato/parato:  Serie A  -3/+3    Serie B  -2/+2          

1gol : 66 ; 2 : 72 ; 3 : 76 ; 4 : 80 ; 5 : 84 ; 6 : 88 ; 7 : 92

Portiere con sv : 6  se ha giocato almeno 30’, altrimenti entra la riserva e conta come 1 sostituzione

 

 

REGOLA   - 8 -   MODULI

 

Il numero di difensori in campo è: minimo 3 – massimo 5

Il numero di centroc. in campo è: minimo 2 – massimo 5

Il numero di attaccanti in campo è: minimo 0 – massimo 3

 

 

REGOLA   - 9 -    OPZIONI

 

Al momento del mercato estivo ci sarà la possibilità per ogni società di:

·        confermare 1 giocatore per ruolo della propria rosa, che sia stato pagato meno di 99cr., con lo stesso prezzo dell’anno prima, per un tot. di 3 (max 2 anni, con il 2° anno un aumento del 10% sul suo costo iniziale);

·        La nuova squadra potrà scegliere tali giocatori fra quelli presenti nelle rose dell’anno scorso pagandoli lo stesso prezzo;

·        opzionare dei giovani della vecchia rosa e che siano costati meno di 100, non più di 1 per ruolo, così da dare un peso notevole a chi ricerca e investe sui giovani talenti. L’opzione è contrattabile con altra società e dà diritto ad aggiungere 1 credito all’offerta più alta fra quelle presentate dalle altre società dopo l’asta. Il criterio adottato è in base ai piazzamenti finali nel campionato precedente:

             12°-10°       : 3 under 1985

              9°- 5°         : 2                 +  1 under 1986

              4°/3°/2°/1°  : 2                 

 

 

REGOLA   - 10 -    MERCATO

 

1° -  domenica 7 sett.

2° -  metà nov. – inizio dic.

3° -  metà feb.

 

a)     Importante: al 2° mercato si consegneranno 50E per società come caparra ad un garante;

b)     i crediti acquisiti (e non i soldi) che ogni società riesce a risparmiare quest’anno potranno essere conservati e sommati ai nuovi l’anno prossimo, arrotondando per difetto alla decina (19 diventano 10) e con una max di 100cr. Tali cr. sono utilizzabili: ½  nei mercati estivi e ½  in quelli invernali. Es.: se acquisisco 1200 cr. ma ne utilizzo 1127, l’anno prossimo aggiungerò 70 cr. divisi in due rate da 35cr.

c)     La nuova squadra potrà averne pagandoli con lo stesso prezzo del 3° mercato (max 100);

d)     le contrattazioni avvengono procedendo di 1 in 1 (come limite minimo);

e)     il tetto dei crediti a disposizione non è mai superabile durante il mercato: in caso di necessità si possono effettuare tagli ma non durante contrattazioni;

f)       il tetto dei giocatori è superabile ma va sanato nello stesso mercato e toglie la possibilità di partecipare ad altre aste (nel caso non venga sanato si perderanno i giocatori eccedenti più altri 2 a scelta);

g)     in caso di superamento tetto soldi si perderanno i giocatori coi quali si è fuoriusciti con relativi soldi + i 2 precedenti e la metà dei soldi spesi per loro;

h)     il capitale può essere aumentato nei mercati successivi di max 150 crediti potendo acquistarne minimo 50 alla volta, pagandoli 5E (50cr - 5E, 100cr - 10E, 150cr – 15E);

i)       per mercati estivi oltre i 99 cr. si va alla busta e ogni sq. ne ha un max di 5;

j)       alle opzioni si può partecipare a tutte le contrattazioni tenendo presente che ogni offerta superiore ai 99 verrà calcolata come busta;

k)      chi taglia un giocatore da busta non potrà più riprenderselo a meno che non sia infortunato e nessun altro lo vuole;

l)       si può rinunciare ai giocatori comprati nel mercato in svolgimento e nel 1° mercato perdendo il 20% del loro valore, ma mai meno di 1 e mai a trattativa in corso;

m)    all’inizio dei mercati successivi al 2° si potranno tagliare giocatori perdendo del loro valore: 1/4 in quello di nov. e 1/3 in quello di feb.

n)     sono permessi scambi fino a 5gg dalla fine;

o)     sono permessi scambi a tempo per un minimo di 4 gg. (tale termine non può oltrepassare le ultime 5gg);

p)     nelle ultime 8gg, in caso di defezioni accertate in tutta la rosa tali da portare una sq. a giocare in inferiorità numerica, scatterà la sostituzione d’ufficio con un voto pari a 4 per ogni giocatore mancante.

 

 

REGOLA   - 11 -     LE  ROSE

 

a)     La rosa può essere composta fino a 28 gioc. da agosto al mercato di feb, così suddivisi (nei limiti max):

       2 port.; 10 dif.; 10 cc.; 8 att.;

b)     Può essere aumentata a 30 nel mercato di febbraio, con limiti nei ruoli: 2 – 12 – 12 – 10;  

c)     Giocatori di B illimitati nella rosa e nei 16;

d)     1 solo portiere titolare verrà comprato con le relative riserve mentre l’altro ne sarà sprovvisto: tale scelta va effettuata entro il termine del mercato;

e)     in caso di cessione dei portieri scelti con dinastia, si mantiene la dinastia con eventuale neo acquisto mentre si perde il portiere ceduto. Anche per i portieri scelti singolarmente vale lo stesso principio: si mantiene la titolarità della squadra per cui paravano e si perde il portiere ceduto.

 

 

REGOLA   - 12 -    LA BIBBIA

 

Lo Stadio.

 

 

REGOLA   - 13 -   >RIVERSARE LE FORMAZIONI

 

1)     Le formazioni devono pervenire entro 15’ prima dell’inizio della prima partita in programma nel week-end;

2)     Nei turni infrasettimanali basta entro l’inizio delle partite con la possibilità di differenziare i giocatori di A e B;

3)     e’ OBBLIGATORIO mandaRE la formazione al proprio avversario E AL pres.

4)     Anche nella Fase Finale della Coppa Italia.

5)     Le ultime 4gg saranno considerate come gli anticipi, potendo dare le formazioni entro l’inizio delle partite 

      sia del sab. sia della dom.

6)     Nel caso in cui non si riversi la formazione la partita viene disputata lo stesso con la formazione della gg. precedente: nel caso avvenga per più di 2 volte scatterà la sanzione di 5.000£ a dimenticanza; tale sanzione sarà raddoppiata a 10.000£ nel caso di dimenticanza, anche se per la prima volta, nelle ultime 5 gg. di campionato; chi, confermando o meno la formazione della gg precedente, si troverà a giocare in inferiorità numerica avrà applicata la multa di £5000 anche se per la 1° volta.

7)  Non si possono confermare formazioni con giocatori che abbiano già giocato: tale evenienza verrà equiparata  

     e quindi valutata come dimenticanza, sanzioni comprese. In questo caso, comunque, tali giocatori saranno

     sostituiti d’ufficio con i panchinari o sostituti inevitabili nella rosa (tipo portieri).

 

 

 

REGOLA   - 14 -   >ANTICIPI

 

Per gli anticipi (a parte naturalmente i due del sabato se ha già giocato la B) è possibile comunicare anche solo i giocatori inerenti le partite che vanno a cominciare riservandosi di completare la formazione entro i limiti canonici. Nel caso in cui tali giocat. vengano inseriti nella propria panchina sarà obbligatorio fornire anche il reparto titolare che sarà modificabile in seguito solo con giocat. inseriti dallo Stadio o dalla Gazzetta nei titolari: questo per evitare di avere un panchinaro con alto fantavoto e per farlo entrare si usa l’escamotage di mettere come  proprio titolare un panchinaro nella realtà.

 

 

REGOLA   - 15 -   >PARTITE SOSPESE, VOTI E RIPOSI DI B

 

a)      In caso di sospensione partite se il giocatore utilizzato non gioca la ripetizione si può scegliere fra lo schierare la riserva e il 6;

b)      In caso di sv collettivo si utilizza la Gazzetta e in ultimo il 6 politico;

c)      In caso di dimenticanza voto si attua il punto b;

d)      In caso di posticipo partita programmato, i giocatori schierati nel caso non giochino ma siano nei 18 non rientrano nella regola a) ossia non potranno prendere il 6 politico in caso di necessità;       

e)      Nel caso in cui la A gioca e la B no si utilizza la gg di B successiva che sarà valida quindi per 2 gg, a meno che la A non abbia riposato la dom. precedente: in questo caso si utilizza la gg di B antecedente.

 

 

REGOLA   - 16 -   >CAMBI E SOSTITUZIONI

 

    

a)     I panchinari corrispondono ai vari reparti: 12 - port.; 13 – dif; 14 – cc; 15 – att; 16 – jolly;

b)     Il jolly entra in caso di doppia sostituzione nello stesso reparto; di mancanza voto del panchinaro titolare; per mancanza gioc. con voto in panca; del verificarsi del punto g;

c)     Il jolly può entrare solo se il ruolo glielo permette senza creare scompensi nel n° min. dif. in campo pari a 3 e n° max di att. in campo pari a 3;

d)     Nel caso in cui non possa entrare il panchinaro e neppure il jolly, o sia già entrato, si andrà a scendere in panca fermo restando il punto c;

e)     Non è obbligatorio che ruolo del gioc. e posizione in panchina combacino: si può, ad. es., mettere un att. nella posizione 13 o 14 ben sapendo che la sua entrata dipenderà dalle regole del punto c. E’ importante comunque che sia chiaro che il ruolo attribuito ai panchinari corrisponde solamente al reparto da sostituire e lascia inalterato il ruolo effettivo del giocatore;

f)       Chi parte titolare, nella realtà, non può essere sostituibile se prende voto. Chi invece parte dalla panchina è sostituibile se gioca non più di 1 tempo;

g)     Nel caso un panchinaro non prenda voto non viene considerata sostituzione;

h)     Nel caso doppio, ossia titolare e panchinaro relativo sostituibili ma con voto, verranno considerate 2 sostituzioni, se effettuate naturalmente.

      Es: 9 Crespo sv – 15 Maniero 6.5 (giocato 1 t.) – 16 Zola 7   posso decidere se tenere Maniero ( 1 sost.)

      o far entrare Zola (2 sost.). Se Zola avesse giocato anche lui solo 1 tempo potrei sost. con il 14 (3 sost.).

i)       Le sostituz. possibili sono 3;

j)       Un panchinaro espulso essendo entrato nel 2°t (panchinaro quindi anche nella realtà)  può non essere fatto entrare se le condizioni lo consentono (nr totale cambi, altre sostituzioni a disposizioni, ecc...).

 

 

REGOLA   - 17 -   >LA DIFESA

 

ZONA  : si sommano i voti dei 4 migliori dif. schierati anche dopo le possibili sostituz. I voti che eccedono dal  quoziente di 24  vengono tolti al totale della sq. avversaria.

Es: dif. sq. A = 26 (26-24=2) ; tot. sq.B = 72 – 2(quoz. dif. sq.B)= 70

UOMO : si considera il tot. dei voti dell’att. e il tot. voti della dif. in parità numerica a seconda del n° att. schierati. Es: 2 att. e 4 dif. ci sarà un 2:2 con la dif. che sceglie i 2 dif. migliori.

Con superiorità della difesa si toglie la diff. (dif. - att.) al tot. voti della sq. degli att.; con superiorità dell’att. si aggiunge la diff. (att. – dif.) al tot. sq. degli att. In entrambi i casi, quindi, la dif. a uomo incide solo sul tot. della sq. dove giocano gli att.

N.B. Il tipo di dif. da adottare può essere deciso anche la domenica, comunicandolo per tempo, sempre però tenendo presente gli anticipi vari.