Scheda:
Sistema: PC
Genere: Arcade
Software House: Accolade
Sviluppatore: Pitbull Syndicate
Distributore: CTO
Prezzo: 99.000 (51,13 euro)
 
Voti:
Globale
 
Grafica
 
Audio
 
Giocabilità
 
Durata
 
Pregi
Difetti
Hardware minimo
Hardware consigliato
Test Drive 5

...e finalmente ci siamo, la quinta fatica della Accolade è arrivata sugli scaffali! Avranno rimediato agli errori commessi con la versione precedente? Avranno riportato la serie del Test Drive agli antichi splendori?


a cura di: Sergio Melis(Aprile 1999)
Stampa l'articolo senza immagini
Box:
Visualizza tutte le immagini


La prima volta che giocai a Test Drive dovevo avere circa undici anni. Davanti a me c'era un bellissimo e velocissimo 286 16 Mhz, e la prima versione di questo prodotto della Accolade girava un po' lenta, però funzionava. Dopo la prima è venuto Test Drive 2, poi il 3 episodio. Già con la terza puntata la Accolade aveva fatto perdere al suo prodotto la capacità di coinvolgerti e di farti pensare di essere veramente dentro una vettura: il gioco era lento e con un modello di guida piuttosto impreciso. In compenso si dava già fin troppa importanza alla grafica, che all'epoca risultò di ottima fattura. Tra la terza e la quarta versione del mitico gioco della Accolade passò tantissimo tempo, e data la qualità l'impressione degli addetti ai lavori fu che l'uscita di questo prodotto fosse più che altro legata al grande successo della serie "Need for Speed", e forse non era un'idea del tutto sbagliata...

Riscaldate il motore

Questa quinta puntata di Test Drive ci ha lasciato un po' lo stesso sapore in bocca della precedente, quasi affiancandosi infatti all'uscita di NFS3, prodotto, ci dispiace dirlo, sicuramente di miglior fattura. Questo non significa che il prodotto della Accolade sia da non prendere minimamente in considerazione, ma vanno messe in evidenza alcune cose...
Partendo dall'inizio, come è giusto fare, il gioco si apre con una presentazione abbastanza buona, la grafica e gli effetti sono ben miscelati, e la cosa che più lascia positivamente stupiti è l'utilizzo di veri gruppi rock per le musiche del gioco, che in questo primo approccio la fanno da padroni per almeno metà dell'introduzione. Trattasi ovviamente di musica piuttosto "dura", che ben si adatta ad un gioco di guida veloce e sportiva come questo. Purtroppo le innovazioni e le bellezze di questo prodotto si fermano qui, per vari motivi che non tarderemo ad evidenziarvi. L'approccio con il menù è il classico elenco di possibili opzioni, divise in menù gara, due giocatori, multiplayer, opzioni e record. Il menù gara, a sua volta, è suddiviso in gara singola, campionato, gara a tempo, drag, gara corta e polizia, modalità questa che, nonostante fosse già stata introdotta da NFS3, rende sicuramente il prodotto più completo ed interessante, anche se non manca di qualche pecca. Infatti, per inserire le sirene è necessario mantenere premuto il tasto prescelto in continuazione; i lampeggianti non sempre si accendono; non viene evidenziata una macchina in particolare da inseguire e fermare. Senza contare la totale mancanza di qualsiasi animazione che mostri un arresto o l'avvenuta contravvenzione nei riguardi dell'inseguito.

Tornando alla disposizione del menù, a parte i sottomenù del multiplayer e della modalità due giocatori, il cui utilizzo è ovvio, è presente anche un pannello delle opzioni. Il quale serve per poter configurare la tastiera per tutti e due i giocatori, a stabilire il volume del sonoro, il volume ed il tipo di musica, nonché se i suddetti devono essere mono o stereo. Andando ancora avanti, avrete la possibilità di scegliere il tipo di risoluzione grafica e che tipo di tachimetro utilizzare. Interessante la possibilità di poter giocare in due scegliendo il classico split-screen. L'opzione più importante, comunque, rimane quella di gioco, dove potrete decidere i giri di pista (da uno a quattro), i timer dei vari check point, se introdurre il traffico, la polizia, ed inoltre variare il grado di difficoltà (facile, normale o difficile), la modalità di gioco (arcade o simulazione) e se abilitare le collisioni in 3D.

Purtroppo il più grosso dei problemi di questo gioco è dato dal modello di guida non esente da critiche: le vetture infatti sembra quasi che camminino sulle rotaie, sbandando poi all'improvviso senza nessun particolare motivo. Capita, ad esempio, di fare due o tre curve pressoché identiche e di avere una data tenuta di strada che poi scompare improvvisamente nella quarta curva (anch'essa pressoché identica alle precedenti), facendo sbandare la vettura che diventa completamente incontrollabile anche cercando di attuare quelle manovre di recupero che dovrebbero farla tornare stabile. Possibile che in questo prodotto sia stata introdotta l'usura delle gomme? Anche se fosse, sarebbe mal programmata, vista l'immediata perdita di aderenza. Oltre a ciò, le auto hanno praticamente tutte lo stesso modello di guida e, cosa ancor più grave, vanno pianissimo! Anche se sul tachimetro trovate scritto duecento all'ora, guardando la strada sembrerà di essere massimo ad ottanta, cento all'ora, lentezza che non è assolutamente giustificata dalla grafica, che non è per niente sbalorditiva soprattutto se paragonata all'ultimo Need for Speed.
Una pecca del programma, che dimostra la poca attenzione degli sviluppatori, si riscontra nell'accendersi dei fanalini posteriori quando si utilizza il freno a mano, cosa assolutamente irreale.

Bene, la giocabilità non è esattamente uno splendore, ma la grafica ed il sonoro fanno dimenticare tutto?

Assolutamente no. Come già abbiamo accennato poco sopra, la grafica non è neanche lontanamente all'altezza degli ultimi giochi usciti sullo stesso genere (come il terzo episodio della serie Need for Speed). I paesaggi sono scarni e statici, mentre il contorno pista sembra preso ed incollato sullo schermo senza nessuna attenzione. È ovvio quindi che la lentezza del motore grafico non è certo attribuibile alla enorme mole di lavoro da gestire. Anche gli effetti vari (fumo delle ruote, ecc.) non sono curati, contribuendo ad abbassare il nostro giudizio generale.
Per quanto riguarda il sonoro siamo sullo stesso livello della grafica: il suono del motore e pressoché identico da vettura a vettura, e gli effetti sonori, come ad esempio gli urti sulle altre vetture, non hanno granché di reale. Un vero peccato considerando, come già sopra citato, che vengono utilizzati dei veri gruppi rock per la musica, che però da sola non riesce a sopperire alle pecche di tutto un prodotto.
In sostanza, TD5 è un gioco che agli appassionati del genere (se non troppo esigenti), potrebbe anche piacere, ma che purtroppo non riesce a ridare lustro ad una serie che vanta un glorioso passato.



Visualizza tutte le immagini
 
 


Copyright© 1996-2001 Ludus. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione totale o parziale dei contenuti testuali o grafici in qualsiasi forma e su qualsiasi media senza previa autorizzazione scritta, è vietata. Tutti i marchi registrati dalle rispettive aziende, sono registrati dai legittimi proprietari.
Ludus®, Ludus Working Group®, sono marchi esclusivi della IMPERIA. Tel. +39 070655877 Fax. +39 070655877.

info@ludus.com
1