SSSTTTUUUPPPEEEEDDOOO!!!!!LA NOSTRA RUBRICA....


Consulta giovani project aggiornato al 20/08/2002


In questa sezione troverete di tutto un po'...esilarante!!!!
Dichiarazioni ufficiali, deliri, riflessioni profonde, momenti alcolici, tutto il peggio o il meglio che abbiamo sentito in questo mondo. Qui trovate delle vere chicche.

Gli Short Talks della Settimana:

Marylin Manson è il capro espiatorio dei media americani. È un bravo ragazzo e un buon artista. Forse è andato un po' oltre, ma chi può dire cosa è troppo? C'è così tanto ironia nel suo lavoro che dubito che la maggior parte del suo pubblico se ne accorga (Michael Stipe).

Ho fatto molti amici nell'ambiente. Il mio manager, gli artisti come Mao, Morgan dei Bluvertigo, Jovanotti. Chi l'avrebbe mai immaginato che una sera sarei uscito a cena con Battiato? Io ai tempi della Voce del padrone avevo 7 anni..... Poi c'è Fazio. Una volta mi ha detto una frase che in questi giorni mi è servita moltissimo: "I giornali? uno strumento perfetto per incartare le uova". Perfetto no? (Andrea Pezzi, disc-jockey, presentatore di Mtv, amante di Claudia Pandolfi. Secondo voi, chi è più stronzo? lui o Fazio?).

Come si può parlare agli studenti di professionalità e di integrità quando a un cantante con una preparazione tanto inadeguata viene data l'occasione di cantare un'opera soltanto perché è un divo del pop che ha venduto venti milioni di dischi? Gli manca la tecnica per sostenere il suono della sua voce. Le sue note tentennano, gli acuti sono penosamente deboli. Un controllo inadeguato della respirazione lo obbliga a troncare le note prematuramente alla fine di ogni frase. Gli manca ogni sensibilità per il lirismo appassionato (Non c'è andato leggero il critico del "New York Times" per commentare l'esordio a Detroit di Andrea Bocelli in un'opera impegnativa come il Werther di Massenet. Ma, niente paura. I fans americani di Bocelli fanno a botte per vederlo).

In questo lungo periodo di silenzio mi sono stati vicini i miei amici di sempre e due in particolare, Pippo Baudo e Katia Ricciarelli che mi hanno riempito d'affetto. Poi ho avuto un bellissimo incontro con Marina e Piersilvio Berlusconi nel corso del quale abbiamo parlato del mio futuro e sono convinta di avere ancora tanta strada da percorrere (Mara Venier che torna in prima serata a gennaio su Canale 5. Non vi sentite meglio?).

Non ho affatto chiuso la mia storia d'amore con la droga e ne ho "assaggiata" un po' anche nel recente tour della band. Anni fa non ci tenevo per niente a essere tutti i giorni una star e perciò riuscivo a nascondere bene l'uso che facevo di eroina. Era come un guscio, un dolce muro che ponevo tra me Comunque sono come un "farmacista dilettante, un grande esperto e studioso di droghe. Ne ho abusato senza mai perderne il controllo. (Per il 55enne Keith Richards, l'eroina e' ancora dunque una tentazione viva. Il chitarrista dei Rolling Stones è comparso in pubblico alla prima newyorkese del nuovo film di Martin Scorsese "Bringing out the dead" assieme a sua moglie Patti Hansen).
Quello che ho fatto non lo rifarei, perché e' stato gia fatto. Non so cosa faro' in futuro, ma certamente dal prossimo non scriverò più da figlio, ma da padre. Il brano La mia ragazza conserva e sottolinea alcuni momenti che ho vissuto con la nascita di Samuele. E' bellissimo vedere la tua donna che diventa madre, mentre scopri di diventare padre. I discografici credono che il "best" sia una strada amata dalla gente, perché riassume tutto il percorso di un artista. Io ho sempre rifiutato di farne una, perché pensavo che fosse un prodotto poco interessante. Poi, una volta realizzato, mi sono reso conto che può essere affascinante mettere insieme cose cosi' diverse tra loro. Questo e' un disco molto intenso, meno freddo di quanto pensassi. Fin dai primi dischi mi sono ribellato artisticamente ai cantautori-genitori che sono stati decisivi per la mia formazione. Volevo andare contro la canzone ideologica, essere più individualista, meno politico, più leggero, cercando al tempo stesso di comunicare in modo profondo. Ogni disco ha comunque un suono e un linguaggio diversi dal precedente. E' la mia ribellione all'attuale tendenza a fare dischi tutti uguali. (Luca Carboni, di cui arriva l'album Il tempo dell'amore 1999/1984, una raccolta di grandi successi in versione originale con in più due inediti di rara bruttezza intitolati Il tempo dell'amore e La mia ragazza. Naturalmente non commentiamo. A voi l'arduo compito.).

Non penso che sarei diventato Presidente degli Stati Uniti se non fosse stato per la scuola di musica (Così ha detto Clinton, che per una sera ha rinunciato al suo sassofono, aggiungendo di aver cominciato a suonare a nove anni. Al concerto organizzato per sovvenzionare le scuole di musica, hanno assistito 800 invitati, e' stato presentato dall'attrice Gwyneth Paltrow e trasmesso da una tv via cavo. Letta la notizia, Casini del CCD ha dettato una notizia ANSA, dove dichiara che da piccolo all'oratorio gli facevano suonare il ciufolo e che quindi la ex-DC ha tutti i diritti di portare avanti questa battaglia in Italia e che se la musica viene insegnata nelle scuole italiane in maniera indecente, la colpa è dei comunisti e del Kgb).

Ho inciso White Christmas per "War Child", l'organizzazione con la quale sono in contatto dal 1992. È una canzone per i bambini della guerra. L'anno prossimo il brano farà parte di un progetto globale di beneficenza con artisti internazionali di grosso calibro. È questa la mia canzone per il millennio, perché la cosa che conta di più sono i bambini (Zucchero).
Tutti i film possono essere letti politicamente. Io racconto il Male, che può venire dalla polizia, dal governo, da un altro pianeta. Sono nato nel '48 e allora il Male sembrava il nucleare, poi ho visto che il Male è in ogni cultura, in ogni paese, in ogni tempo. È dentro di noi, basta pensare al male che ci si può fare in un rapporto a due (Il regista John Carpenter).

In Messico la SIAE è molto lenta, per cui dei soldi che ci spettano per aver venduto un milione di copie non abbiamo ancora visto una lira. Però, a parte questo, cerchiamo di rimanere concentrati sull'idea della nostra musica, senza prendere una posizione precostituita. Siamo in quattro e decidiamo tutto collettivamente, per cui questo ci aiuta a non montarci la testa. Non abbiamo un modello da seguire. Se sembra che il nuovo disco sia più metal rispetto al precedente dipende dal cambio del produttore: abbiamo lavorato con Mario Caldato Jr (Beastie Boys), e in realtà ci siamo accorti che l'album suonava molto metal soltanto alla fine, perché abbiamo registrato in brani mentre eravamo in tournée, per cui senza il tempo per poterle risentire. Alla fine, comunque, è un lavoro che mette in luce un'altra faccia del gruppo, e la cosa ci fa piacere. E poi dal vivo siamo sempre noi. Il bello del suonare dal vivo è proprio questo; avere la possibilità di affrontare le canzoni senza filtri. Se dovessimo ricreare il suono di "Apocalypshit" avremmo dei seri problemi, senza delle sofisticate attrezzature per il live. Meglio salire con i nostri strumenti e suonare (Molotov).
Viene un momento in cui non è più molto dignitoso fare la rock'n'roll star. Per questo voglio che questo nuovo tour sia il più grandioso che ho mai fatto: perché sarà l'ultimo, e voglio andarmene in trionfo. Non voglio trascinarmi sul palco anno dopo anno, sino al giorno in cui qualcuno verrà a dirmi che non è più il caso. Ci sono certi compleanni che ti fanno riconsiderare la tua vita. Nella mia vita ho fatto solo una cosa: lavorare, lavorare, lavorare... Senza mai bere né prendere droghe: sono un tipo all'antica. E anche dal punto di vista del sesso, nonostante tutto quello che si dice di me, se chiedete alle mie ballerine vi diranno che sono castigata. Non permetto certi movimenti e certi vestiti in scena (Tina Turner è da almeno dieci anni che avrebbe dovuto smettere di suonare dal vivo. Meglio tardi che mai, ma con il pompino simulato al microfono come la mettiamo?)

Consulta giovani staff 2002

1