Sezione ARI Basso Ferrarese - Bande radioamatoriali in Italia

Le Bande di Frequenza riservate in Italia ai Radioamatori.

 

Le Bande Radioamatoriali concesse in uso in Italia

Banda

Statuto di servizio

Massima potenza per licenza ordinaria

Massima potenza per licenza speciale

Note

1830-1850 KHz secondario

100 W

-

Solo in zona IT9 non oltre i 1845 KHz e massima potenza di 10W
3500-3800 KHz secondario

300 W

-

 
7000-7100 KHz esclusivo

300 W

-

Più servizio satelliti
10.100-10.150 MHz secondario

300 W

-

Solo telegrafia
14.000-14.350 MHz esclusivo

300 W

-

Più servizio satelliti
18.068-18.168 MHz esclusivo

300 W

-

Più servizio satelliti
21.000-21.450 MHz esclusivo

300 W

-

Più servizio satelliti
24.890-24.990 MHz esclusivo

300 W

-

Più servizio satelliti
28.000-29.700 MHz esclusivo

300 W

-

Più servizio satelliti
50.000-51.000 MHz secondario

10 W

10W

 
144-146 MHz esclusivo

300 W

10 W

Più servizio satelliti
432-434 MHz secondario

300 W

10 W

 
435-436 MHz esclusivo

300 W

10 W

 
436-438 MHz secondario

300 W

10 W

Servizio satelliti
1240-1245 MHz secondario

300 W

10 W

 
1267-1270 MHz secondario     Per up-link servizio satelliti. Richiedere
1296-1298 MHz secondario

50 W erp

10 W

Non è consentito superare i 50 W erp
2303-2313 MHz secondario

300 W

10 W

 
2440-2450 MHz esclusivo

300 W

10 W

Più servizio satelliti
5650-5670 MHz secondario

300 W

10 W

Solo up-link servizio satelliti
5760-5770 MHz esclusivo

300 W

10 W

 
5830-5850 MHz secondario

300 W

10 W

Solo down-link servizio satelliti
10.450-10.500 GHz esclusivo

300 W

10 W

Più servizio satelliti
24.000-25.050 GHz esclusivo

300 W

10 W

Più servizio satelliti

Note: Sulle frequenze superiori a 144 MHz è consentita la libera trasferibilità degli apparati, per non più di sei giorni consecutivi e per potenze non superiori a 10 Watt. Per trasferire apparati HF di qualsiasi potenza, oppure apparati per frequenze superiori ai 144 MHz e con potenze superiori ai 10 Watt, occorre presentare apposita domanda all'Ente Poste.

Ecco il testo della lettera con la quale il Ministero delle Comunicazioni ha esteso la banda dei 6 metri e ne ha regolamentato l'uso da parte dei Radioamatori Italiani:
                                     Roma 17 Ottobre 1996

 Ministero delle Poste e Telecomunicazioni
 Viale Europa 190
 00144 Roma
                                       A.R.I.
                                       Associazione Radioamatori
                                       Via Scarlatti 31
                                       20124 MILANO

 PROT. N DGCA/1/6/AC
 RISPOSTA AL N. 1903/95 - MPT 31.08.96


 Ogg: AUTORIZZAZIONE ALL'USO DELLA BANDA DI FREQUENZE 50 - 51 MHz
      PER ESPERIMENTI DI PROPAGAZIONE DA PARTE DEI RADIOAMATORI


         Si fa riferimento alla nota sopra citata con la quale
      Codesta Associazione ha richiesto l'assegnazione al servizio
      Radioamatoriale della banda di frequenze 50 - 51 MHz
         Al riguardo si comunica che, nelle more dell'approvazione
      del PNRF, con circolare DGCA/1/6/AC del 16 Ottobre 1996, della
      quale si allega copia, e' stato CONCESSO l'utilizzo temporaneo
      della predetta banda, con Statuto di Servizio Secondario, da
      parte dei Radioamatori in possesso di licenza ORDINARIA e
      SPECIALE.
                                 F.TO DIRETTORE DI SEZIONE
                                    Dott. Andrea Cascio

 Protocollata in data 17.10.96 n. 0033663
Questo invece è il testo della lettera con la quale il Ministero delle Comunicazioni ha esteso la banda dei 10 MHz:

 Ministero delle Poste e Telecomunicazioni
 Direzione Generale
                                            Spett.le
                                            A.R.I. - MILANO

 PROT. N DGCA/1/6/AC

 Roma 12 Novembre 1997

             Direzione Generale Concessioni Autorizzazioni
                        Divisione I - Sezione VI

      Visto il codice postale e delle telecomunicazioni approvato
    con DPR 29 marzo 1973, n.156;
      Al fine di corrispondere alle esigenze dei radioamatori e
    nell'interesse dello sviluppo dell'attività radiantistica;
      Considerato che l'utilizzo della banda di frequenza 10100-
    10150 KHz con statuto secondario al servizio di radioamatore
    è in linea sia con il "Piano Nazionale di ripartizione delle
    frequenze", in corso di revisione, che con il Regolamento 
    delle Radiocomunicazioni;
      Visto il parere espresso dalla Direzione Generale Pianifica_
    zione e Gestione delle Frequenze di questo Ministero con nota
    del 9 ottobre 1997;

                                AUTORIZZA

      L'utilizzazione della banda di frequenza 10100 - 10150 KHz 
    per il servizio di radioamatore in regime secondario.


                                        Il Direttore Generale

1