Bud Powell - Documentazione

Documentazione (under construction)

Festival Jazz - Juan Les Pins - 1960 (Powell, Mingus)

The Amazing Bud Powell

In questa sezione intendo dare visibilità su alcuni documenti raccolti nelle mie ricerche. Principalmente riguardano documenti presi da giornali, libri e internet. Mollti documenti sono tratti da un'edizione limitata del libro di Francis Paudras La danse des infidèles 1986 Editions de l'Istant edizione francese.

Questa documentazione è riportata solo come curiosità e non intende essere documentazione dimostrativa di tesi o teorie.

 

 

Certificato di nascita di Bud Powell.

 

Osservando con attenzione il certificato di nascita di Bud Powell notate l'errore nell'anno, infatti ci fù un errore all'anagrafe nella registrazione. Bud Powell infatti nasce il 27 settembre del 1924.

Dal libro di Francis Paudras La danse des infidèles : La vita del giovane Earl Powell era iniziata con uno sbaglio. Infatti sul suo atto di nascita c'è un errore. Non un errore di ora, di giorno o di mese, no, decisamente un errore d'annata. Quando lo si fece notare all'impiegato dello stato civile, costui dichiarò: - E' veramente incredibile, una cosa del genere non è mai accaduta e potete essere certi che non si ripeterà più - .

Le preferenze di Bud

Tra il gennaio e il maggio del '63, mentre cercava di riprendersi da una crisi dovuta alla tubercolosi in un ospedale francese, Powell conversò molte volte con Francis Paudras e Henri Renaud. Alcune di quelle conversazioni furono registrate e ne riportiamo qui di seguito alcuni passaggi. Quando gli domandarono quali fossero i suoi pianisti preferiti Bud rispose subito: *Al Haig». Poi aggiunse anche il no~ di Hank Jones e di Billy Kyle. Billy ebbe una profonda influenza su Powell, come del resto anche Tatum, che Powell riconosceva come suo maestro. «Sono stato sulle sue ginocchia», diceva. Non ebbe dubbi nell'affermare che il suo compositore ideale era Thelonious Monk e quando parlò dei solisti di altri strumenti da lui preferiti citò Miles Davis e Johnny Griffin. Tra i contrabbassisti Bud mise davanti a tutti il nome di Oscar Pettiford, e quello di Tommy Potter, due musicisti che avevano spesso inciso con lui. Ma la sua combinazione ritmica ideale era quella costituita da Ray Brown al contrabbasso e Max Roach alla batteria. Di Charles Mingus disse che era 'gradevole', di Toshiko Akiyoshyi, 'una pianista con molta tecnica'. Ma insistette che la sua ammirazione assoluta era per Art Tatum: «Vado matto per Tatum. E' ancora uno dei miei migliori amici, anzi, il mio migliore amico», dichiarò quando Tatum era già morto da alcuni anni. Riguardo a Bill Evans che, al tempo, aveva già inciso alcuni dischi a suo nome che aveva suonato con Miles Davis, disse: «L'ho sentito solo nei dischi. Mi piace».

Intervista originale in mp3.

 

 

Foto: Riccardo Schwamenthal.

About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | ©2005 Woland Production

1