Eversor: Tour report dal Giappone


M: Partiamo dall'inizio: come avete fatto ad arrivare fino in giappone?
MA: I primi che ci hanno scritto erano dei ragazzi che avevano o la compilation "DO IT YOUR SELF" o "NO TIME TO PANIC", poi c'era uno di una fanzine,
L: Ci hanno chiesto se facevamo uno splitcon i Just One Day della "snuffy smile rec.", ci aveva mandato vari volantini sulla sua produzione in giappone, dei tour che organizzava, poi abbiamo registrato questi due pezzi, lui nel frattempo ci aveva spedito delle cassette per farci conoscere dei gruppi giapponesi, poi l'idea partita da marco che ha deciso di provare a chiedere se ci faceva fare qualche data in giappone, abbiamo mandato un fax, poi ci ha organizzato il tour per settembre, per successo quello che successo, quindi abbiamo rimandato a marzo. Erano 6 date inizialmente, la prima a Tokio saltata perch abbiamo perso la coincidenza a Parigi, c'era uno sciopero dei pompieri, abbiamo pernottato a spese dell'airfrance, comunque per fortuna a Tokio abbiamo suonato l'ultima data.
MA: Il tour penso che lo abbia organizzato perch "september" ha venduto molto l tramite Giulio (green), helterskelter e s.o.a. una cosa tira l'altra lui ha calcolato che la cosa si poteva fare perch lui spesava tutto.
M: Suonavate in centri sociali o...
L: Erano tutti club, tranne uno che era una specie di sale d'incisione in una scuola, avete presente saranno famosi con quelle stanze dove provano i musicisti? Tipo una di quelle
MA: Con gli specchi dietro
S: Quanto costavano i concerti?
MA: Quello di Tokio 40 milalire, quello che costava meno era ad Osaka che era tipo 25mila lire
L: Ma ti assicuro che loro potevano permettersi qualunque cosa della nostra distribuzione dopo tre date abbiamo esaurito la cinquantina di magliette che avevamo potato via
S: Ma di regola un concerto quanto costava?
L: C'erano gli Agostig Front che costavano 70 milalire, gli Earth Crisis 60 milalire
S: Lele, come si sono comportati?(indicando vale, ma sopratutto marco)
L: Male!, no, vabbeh ti dico per un italiano entrare nell'ordine delle idee e di compotamento di un giapponese praticamente impossibile
MA: Soprattutto per un'italiano, gi difficile per un'europeo, ma per la maleducazione di un'italiano proprio il massimo!
L: loro sono sempre molto rispettosi, molto comptosi, estremamente silenziosi, sembra che si debbano dire solo le cose essenziali.Sul furgone noi sembravamo in gita scolastica!!!, sempre a ridere e a dire cazzate, mentre loro ... non ho mai sentito un lamento neanche dopo 5 ore di viaggio
S: Da mangiare?
MA: L strano: i club non ti danno da mangiare
L: Almeno a noi no!
MA: ma perch pi che altro non c' la cena, non come qu che ad una certa ora si va a mangiare
L: aspetta, stata una settimana on the road! si, un p sfasati. abbiamo fatto una settimana con le bacchette! niente forchetta niente coltello niente di niente
V: La colazione era buonissima con le ciambelline
L: Una grande cosa in ogni autogrill il t gratis
V: Faceva abbastanza schifo!!( un eh!!! generale per la serie non ti va mai bene un cazzo!)
L: Era bollente, ah poi il caff latte gi zuccherato in lattina, ogni 10 metri ci sono dei distributori con t caff sia freddo che caldo
MA: Una cosa che mi rimasta in pressa la quantita di cose damangiare che hanno, dalle decine di cazzatine, dolciumi a tutti i modi di fare il pesce ai bon bon, ai bastoncini(non ho capito di cosa!)
L: E poi non che siano cos rubicondi
MA: Non parlare male!!
L :... anzi sono abbastanza magrolini, asciutti direi, hanno una cucina simile a quella cinese al vapore.... mangiano tantissimo riso, come nei cartoni animati, con la ciotola a ripetizione, incredibile!
MA: Mentre i nuduls li abbiamo scoperti sull'aereo; c'e li hanno portati in una scatoletta con il sugo di pesce, loro mangiano sti nuduls quasi ciucciandoli facendo un rumore schifoso perch cos mentre va su si rafredda perch sono proprio caldissimi, ma quel rumore per loro simbolo di gradimento, anche i rutti e sputare per terra...
L: invece simbolo di maleducazione soffiarsi il naso...
V: Infatti chi aveva il raffreddore andava in giro con la mascherina
L: Ah ! Si infatti se vedevi uno con la mascherina non era per lo smog, ma perche aveva il raffreddore...c' una foto di quando suoniamo uno nel pogo con la mascherina! Veramente(risate)
MA: E' stato grandioso uno dei JOD, che per starnutire da un'altra parte partito a razzo

Qui stato aperto un dibattito, anzi Matteo ha aperto un dibattito, ovvero come facevano a starnutire con la mascherina sti poveri giapponesi, ci tutta la schifezza gli rimaneva all'interno dellla mascherina? M: A che ora iniziavate a suonare?
V: 4 o le 5 del pomeriggio e alle 10 era tutto finito
S: Sarai stato contento Lele?
L: Guarda era bellissimo, tu uscivi, tempo di aver caricato le tue robe, guardavi l'orologio ed erano solo le 10, bellissimo!
MA: Si anche perch dopo avevi il tempo di andare a mangiare con tranquillit, una sera abbiamo fatto un mega pic-nic in un parco ad Osaka con tutti i gruppi con cui abbiamo suonato, ed eravamo tipo in 30
V: Infatti mangiavamo sempre dopo
MA: Perch c'era tempo, ti potevi gustare quei 3/4 d'ora di sonno che ti concedevano
L: Una cosa che stringeva il cuore era vedere le ragazzine di sera andare in giro da sole, perch hanno un livello di criminalit molto basso, quasi inesistente...tanto le si sfogano a leggere imanga porno in metropolitana
MA: Ah.. i manga porno sono prorio ovunque
S: Il nome di ragazza pi bello che hai sentito lele?
L: Ragazza.... a me piace Mikori!!!!
M: Quanta gente c'era nei concerti?
MA: Dalle 100 alle 300
S: era un pubblico caldo?
L: Attenti, molto attenti
MA: S dava molta soddisfazione per chi suonava, perch la gente arrivava li e non si muoveva pi, ci potevano essere 15 gruppi che magari potevano anche fare schifo ma stavano l
V: A me rimasto impressa una sera quando il chitarrista di un gruppo non arrivava, ed aveva causato un ritardo pazzesco al concerto, tutti sono rimasti l senza arrabbiarsi
MA: Ah!! rimanevano l, ma se il gruppo non gli piaceva non applaudivano!!...la data pi bella a Tokio pogo, gente che si tuffava in continuazione
L: Anche Giulio si buttato!!!!!
S: La scena pi bella che ti capitata ?
MA: Per me vedere Lele ad Osaka con la sua timidezza, con una ragazza che gli si piazzata tutto il concerto davanti a distanza di 20-30 centimetri, che gli cantava tutti i pezzi in faccia e lui che non l'ha guardata neanche per un secondo!!! (risate)
L: Eh si!!!
V: La cosa pi bella che ho provato io ha Tokio misto tra gioia malinconia...
MA: Si a tokio dopo due bis, non avevamo pi pezzi da fare... si sente vale :"allora finita"!!
V: In quel momento avrei suonato per un'altra ora se non di pi
L: Un'altra cosa carina c'era una ragazza venuta oltre con delle amiche, aveva scritto qua sul polso 'choked' e sulle dita Marco Lele e Valentino, poi ha detto "la fate questa qua la fate?"!!...non l'abbiamo fatta poi!!(risate)
M: Gli autografi?
MA: Ma pi che autografi abbiamo fatto tante foto
M: Ma cosa ti passava in testa quando facevi gli autografi
L: Ordinaria amministrazione(RISATE)
V: A me non piace fare autografi
MA: Neanche a me, per capisco che fa piacere farseli fare, io ricordo quando ho avuto un'autografo da uno dei Negazione e avevo 18 anni ancora lo tengo come un ricordo molto bello
L:Anche io ho l'autografo del chitarrista dei Motorhead (ancora risate).... No per una cosa l'autografo sta sul cazzo anche a me come cosa mentre la dedica mi piace di pi la voglio pi volentieri e la faccio pi volentieri .

-- Fine della I parte --