{short description of image} {short description of image}

Il sito delle formiche Italiane

di Ezio Sgrò

Crematogaster - Tapinoma - Messor - Tetramorium - Pheidole - Aphaenogaster -Solenopsis - Lasius - Formica - Camponotus - Cataglyphis - Fire ant -formica di fuoco (solenopsis invicta)- Formica del deserto

INDICE GENERALE



{short description of image} Cos'è una formica?

{short description of image}formiche italiane:

- myrmicinae
- dolichoderinae
- formicinae



{short description of image}Le caste

formiche schiaviste
formiche parassite
formiche allevatrici
formiche mietitrici
formiche coltivatrici
formiche legionarie
formiche che fanno il miele
formiche giganti
formiche mignon
formiche che si drogano
formiche ladre
formiche cucitrici
formiche bull dog
formiche puzzolenti formiche DDT

formiche regicide
formiche centenarie
formiche 24 ore
formiche ecologiche
formiche pompiere
formiche mimetiche
formiche portinaie
formiche verdi
formiche trappola
Il Genere Lasius


formicinae


Lasius Niger
Lasius niger - foto © di Ezio Sgrò



Lasius Niger

Lasius


Il lasio nero è comunemente chiamato formica nera però con il nome formica nera vengono chiamate anche Tapinoma nigerrimum, e Formica fusca, ingenerando confusione . Sarebbe più giusto
chiamare T.nigerrimum formica nera puzzolente, F. fusca formica nera dei boschi, riservando al lasius niger il nome di formica nera.

Lunghezza 2.0- 4.0 mm, ( Le regine sono particolarmente grosse e possono raggiungere quasi il centimetro di lunghezza) di colore nero o bruno scuro a volte lucente, si può confondere sul terreno con le tapinoma, ma la scarsa aggressività e la mancanza del forte odore tipico delle tapinoma lo differenziano. Vive in tutta l'Europa. anche in montagna, sciama tra luglio e agosto. È estremamente adattabile a tutti gli ambienti, giardini, campi, boschi, strade eccezionalmente può nidificare nelle case o nei balconi. I nidi possono essere sotto una pietra, in terreno aperto, addirittura nella terra di un vaso da fiori. Molto spesso alleva gli afidi che tratta come un gregge di pecore, sale sulle piante a difenderli, li porta a pascolare, li diffonde su altre piante, e ne succhia il dolce nettere zuccherino che essi producono.
Una regina di lasius niger detiene il record di longevità fra le formiche è vissuta in un laboratorio per 29 anni!


{short description of image}

lasius niger

L'abbuffata del Lasio Nero


Il lasio nero, come tutti gli appartenete alla tribù dei lasini è golosissimo di liquidi zuccherini, quando ne ha a disposizione in abbondanza tende ad abbuffarsi senza alcun limite. Come molte formicinae e dolicoderine, il lasio nero ha l'addome ... estensibile e riesce ad immagazzinare una grande quantità di liquido aumentando di molto il volume del suo stomaco. Il Lasio che si vede nella foto sottostante si sta ingozzando di succo di frutta ed ha già raddoppiato il volume della sua pancia.

Spesso colonne numerose di lasius invadono le case, specialmente se vicine a giardini o campi, per saccheggiare barattoli di miele, marmellata
o altre sostanze dolci
.


{short description of image}
lasius niger con addome rigonfio



Lasius alienus

Il lasio alieno (Lasius alienus) una volta era considerato una semplice varietà di Lasius niger ora viene considerato una specie a parte perché si differenzia dal Lasius niger non solo perché ha gli scapi (primo segmento antenne)
e le tibie senza peli ma anche per il modus vivendi.
Il lasio alieno spesso nidifica nelle case, cosa che invece il Lasius. niger non fa mai,e preferisce i suoli silicei. È diffuso in tutta Europa e si trova anche negli USA

{short description of image}

Un lasio alieno caduto in una goccia di miele riesce, nuotando, a venirne fuori
Lasius emarginatus

Lasius emarginatus
Lasius emarginatus - © e. sgro

Lasius myops

Lasius myops
Lasius myops- © e. sgro
Formica ipogea, trascorre la sua vita nel sottosuolo, dove i nemici non possono raggiungerla. Gli occhi sono notevolmante ridotti. Si trova (rara) in tutta Italia


Lasius flavus

Appartiene allo stesso sottogenere del myops, ma in questo caso gli occhi sono un po' più grandi perché è ancora legata alla v ita di superficie. Si trova in tutta Italia, anch'essa rarramente Lasius flavus
Lasius flavus- © e. sgro
{back} {Home} {short description of image}


Contatta l'autore Ezio Sgrò































1