<- Volver al inicio

L'Aragona Ŕ un vecchio paese europeo, attualmente bassa amministrazione dello Stato Spagnolo, reddito nel nordest della Penisola Iberica, delimitando al N con la Francia, all'E con Catalogna ed il Paese Valenzano, al S con Castiglia-il Mancia e Paese Valenzano ed all'O con Castiglia-Leone, La Rioja e Navarrina. Aragona questo organizzato amministrativamente in unitÓ politiche denominate COMARCAS (Regioni).

Il Campo di Romani Ŕ attualmente un territorio distribuito tra le regioni di Daroca e di Calamocha, ma in tempi fece parte della Sesma di Langa che componevano la ComunitÓ di Villaggi di Langa vicino ad altre Sesmas, e posteriormente, pass˛ alla ComunitÓ di Villaggi di Daroca. Con la divisione dell'Aragona in tre province, il Campo di Romani smise di esistere come unitÓ amministrativa, poichÚ alcuni paesi passarono a fare parte della provincia di Saragozza ed altri della provincia di Teruel. Ma nonostante questa divisione, la gente continuava a considerare il Campo di Romani come la sua "regione", lo metto tra virgolette, perchÚ non arriv˛ mai a costituirsi come regione, ma se aveva quello carattere tra le genti. ╚ comune nei paesi della zona ascoltare la frase stiamo "Oggi tutti del Campo Romanos",por quello che rimane dimostrato che il toponimo segue in validitÓ.

 

Costituito per 11 municipi: Badules, Romanos, Lechˇn, Ferreruela de Huerva, Cucalˇn, Lanzuela, Villarroya del Campo, Villadoz, Villarreal de Huerva, Mainar e Villahermosa del Campo, il Campo de Romanos occupa un'estensione di 250 km quadrati e ha approssimativamente una popolazione di 1000 abitanti.


Nonostante occupare un'estensione piccola, il Campo de Romanos ha una diversitÓ di territori che stupirÓ il visitatore: all'E abbiamo Il Sierra Di Cucalˇn, con becchi come "La Desilla" e "La Modorra",-questa ultima utilizzata come pista di atterraggio nella guerra civile, grazie alla pianura della sua cima -; ai suoi piedi abbiamo la Valle del Fiume Huerva, dove pu˛ ammirare il contrasto tra la riva del fiume, pieno di alberi, col resto della valle, coltivata, preferibilmente, per cereale e girasole; ed all'O, una pianura, che abbraccia la zona di Romanos, Lechˇn e Villarroya, nella quale affliggi sono alberi e tutto sono seminati; sta emergere che nei limiti del Campo Romanos, abbiamo preziosi burroni che ci portano alla Valle de Jiloca, direzione Anento, direzione Nombrevilla e direzione Retascˇn. Pu˛ vederlo in sta direzione:

 

  http://cicic.unizar.es/daroca

 <- Volver al inicio