DIALOGHI PREFERITI

In questa sezione troverete i dialoghi più belli, più intriganti, più commuoventi ecc degli episodi di Alias. Potete inviarmi anche voi un vostro dialogo preferito mandandomi una e-mail mi raccomando scrivetemi anche il titolo dell'episodio. Prima di scrivere il dialogo spiegate almeno dove si trovano i personaggi. Comunque vicino ad ogni dialogo ci metterò il nome di chi me l'ha segnalato. I Dialoghi sono in ordine di serie e puntate.

Annunci Auto Usate

Episodio 2.01 "Entra il nemico"

Sydney: Alexander Khasinau

Khasinau: Dovresti mangiare un po'

Sydney: Non ho appettito! Hey ho delle domande da fare

Khasinau: Potrai farle al mio capo!

Sydney: Il capo? Io credevo che l'Uomo fosse il capo.

Khasinau: Si...si ma non sono io l'Uomo

Irina: Ho aspettato questo momento per quasi 30 anni.

Sydney: Mamma?

Irina: Prima o poi doveva succedere no? Certo avrei potuto anche impedirlo. Eri così piccola quando sei nata. Sarebbe stato facile...dimmi? Sydney chi ti ha mandato qui? Devi dirmelo.

Sydney: Altrimenti che fai? Mi metti in castigo?

Irina spara a Sydney su una spalla.

_________________________________________________________________________________________

Episodio 2.22 "Il Dire"

Sydney e il duplicato di Francie stanno sul divano. Syd ascolta i messaggi della segreteria e quindi grazie al messaggio di Will capisce che Francie in realtà è Allison Doren. 

Sydney: Ne vuoi?

Allison: Certo.

Sydney: Mi vado a togliere di dosso questa roba.

Allison: Uh Uhm!

Sidney va in camera da letto a prendere la pistola ma Allison la sorprende!

Allison: Me ne sono ricordata adesso. A Francie non piace il gelato al caffè.

Sydney. No infatti!

Allison: Getta la pistola. Gettala!

Dopo una lunga lotta tra Sydney e Allison, Sydney uccide Allison e perde i sensi. Quando si risveglia si ritrova ad Hong Kong e chiama subito la CIA.

Ragazza del centralino: Centralino!

Sydney: Sono l'agente 2300844 chiamo per un contatto, codice di conferma: davanti allo specchio.

Ragazza del centralino: Resti in linea.

Kendall: Parla Kendall!

Sydney: mi sono appena risvegliata ad Hong Kong. Non so da quanto tempo sono qui né come ci sono arrivata. Pronto?

Kendall: Raggiunga il rifugio di Tsim Sha Tsui più in fretta che può. Si ricorda come arrivarci?

Sydney: Si certo!

Kendall: Mando qualcuno ad aspettarla!

Sydney: D'accordo.

Sydney arriva al rifugio.

Sydney: Le hanno detto... uhm uhm... le hanno detto qualcosa di come sono arrivata qui? Sa come è possibile...

Uomo: La pregano di non fare nessuna domanda finché non arriva il suo contatto.

Sydney si vede una cicatrice sulla parte destra della pancia. Intanto entra Vaughn.

Sydney: Hanno duplicato Francie!

Vaughn: Lo so!

Sydney: Che ne è stato di Will e Francie? Sono morti?

Vaughn: Will sta bene.

Sydney: Cosa c'è? Che è successo?

Vaughn: Tu...siediti.

Sydney: Vaughn?

Vaughn: Ti credevamo morta. Mi hanno chiesto di tornare qui per spiegarti.

Sydney: Tornare da dove? Di che che cosa stai parlando? Vaughn perché porti quella fede?

Vaughn: Syd... dalla notte in cui... sei scomparsa...sei stata via per quasi due anni!

__________________________________________________________________________________________

Episodio 3.14 "Doppia Coppia" grazie a Debora

SYDNEY: qualcosa non va?

VAUGHN: no, no, è solo vecchiaia credo

SYDNEY: e ti aspetti che ci creda?

VAUGHN: ultimamente ho avuto molte cose per la testa, passerà…

SYDNEY: era ieri il giorno vero? L’anniversario della morte di tuo padre

VAUGHN: come fai a ricordartelo?

SYDNEY: mi ricordo l’effetto che ti faceva…

 

 

SYDNEY: Lauren, dobbiamo parlare; Lauren!

LAUREN: tutto quello che avevo da dirti te l’ho già detto!

SYDNEY: allora adesso tocca a me! Insinuare che in qualche modo io voglia minare il tuo matrimonio è falso e ingiusto, ho sempre rispettato il rapporto che esiste tra te e Vaughn

Vaughn mentre parla con Weiss si gira e le guarda entrambe

LAUREN: stavi dicendo?

SYDNEY: noi abbiamo avuto una storia, anche complicata, non lo nego, ma non intendo neanche scusarmene; se il tuo matrimonio è in difficoltà, se voi due avete dei problemi, ti suggerisco di non coinvolgermi e di parlarne con tuo marito!

 

 

Vaughn punta una pistola verso Lauren che però è incappucciata quindi lui non può vedere chi veramente c’è sotto…

Sark a sua volta punta una pistola contro Sydney…

SARK: metti giù la pistola agente Vaughn, butta la pistola!

VAUGHN: scordatelo! Buttala tu!

SARK: butta subito la pistola!

SYDNEY: no Vaughn, non farlo!

SARK: buttala! Se ami questa donna, devi mettere subito giù la pistola

SYDNEY: Vaughn non farlo!

Vaughn allora fa cadere a terra la pistola

Lauren coglie l’occasione e gli da un cazzotto!

________________________________________________________________________________________________________________

Episodio 3.15 "Facciata" grazie a Debora  

SYDNEY: La convenzione mi ha tenuta prigioniera per quasi 2 anni, mi hanno fatto cose che…non dimenticherò mai. Mi hanno ridotta alla fame, mi hanno praticato l’elettro shock e poi hanno usato l’ipnosi terapia, questo per convincermi che ero un’altra persona, un loro agente operativo di nome Giulia Torn. Quello che io le sto dicendo forse non cambierà niente ma lei deve sapere che io so cosa si prova a vedere la convenzione uccidere persone che amiamo; sono persone molto…molto malvagie. Ma io ho avuto più fortuna di lei, l’uomo che amo non l’ha ucciso la convenzione, è su quell’aereo…come ho detto le mie parole forse non cambiano niente ma le prometto che se disinnescherà quella bomba io non mi arrenderò finché la convenzione non pagherà per ciò che ha fatto. Signor Ryan, la prego, non lo faccia…

 

 

Nel garage Sydney piange, Vaughn arriva con la macchina, scende e le va incontro…

SIDNEY: Vaughn…

Si abbracciano teneramente…

________________________________________________________________________________________________________________

Episodio 3.17 "Il passeggero" grazie a Debora  

VAUGHN: io e Lauren ci separiamo…per ora dormirò sul divano di Weiss

SYDNEY: sei sicuro che è quello che vuoi?

VAUGHN: si, certo

 

 

VAUGHN: non dovremmo portarli via

SYDNEY: che vuoi dire?

VAUGHN: se il contenuto della scatola è un pericolo per te e queste chiavi sono il modo per aprirla, dovremmo distruggerle

SYDNEY: grazie di averlo detto

 

 

SYDNEY: Vaughn…mi dispiace per te…per te e per Lauren; so che non è facile ma ho una speranza e questo mi spaventa

VAUGHN: ti capisco…Quando torniamo prendiamo un caffè insieme?

SYDNEY: si

 

 

Vaughn telefona a Syd…

SYDNEY : pronto

VAUGHN: ciao

SYDNEY : ciao

VAUGHN: scusa se sono scappato via prima

SYDNEY: lei come sta?

VAUGHN: è dura accettare la morte e il tradimento di un padre

SYDNEY: sei da Eric?

VAUGHN: no

SYDNEY: capisco...Beh, io credo che non potremo prendere più quel caffè

VAUGHN: no, non più

SYDNEY: ok, io devo andare

VAUGHN: Syd!

Syd attacca il telefono a Vaughn e piange…

________________________________________________________________________________________________________________

Episodio 3.18 "Svelata" grazie a Debora  

VAUGHN: Sydney le ha parlato?

JACK: Le chiedo solo di ascoltarmi. Il mio matrimonio con Irina, nonostante tutto, è stato un periodo felice per me. Era facile stare con lei ma c’erano giorni…momenti in cui diventavo curioso: che cosa faceva al mattino? Come passava il tempo quando non c’ero? Di solito me lo raccontava, ma qualche volta, invece di parlare, mi si avvicinava e mi dava un bacio, un gesto spontaneo, ma ci fu un’occasione in cui mi colpì quel bacio impulsivo. Se fosse stata una evasione, un modo per nascondere la verità dietro un gesto d’amore. Ovviamente allontanai quei pensieri, era solo una paranoia professionale, dopo tutto lei era mia moglie! Non rimpiango il matrimonio, ho Sydney perché sono stato con lei ma una cosa rimpiango: quando ho visto i segnali del suo…doppio gioco, quando ho avvertito il suo tradimento, ho scelto di ignorarlo. Le chiedo di essere pronto a capire quei segnali se e quando dovessero presentarsi.

VAUGHN: non mi ha mai rispettato, non mi ritiene degno di sua figlia, perciò non mi sorprende che lei pensi ad un tradimento di Lauren. Ma anche se lei e Sydney non mi credete io conosco la vita che sto vivendo e conosco la donna con cui sono sposato. Lauren non è Irina ed io sicuramente non sono lei Jack!

____________________________________________________________________________________________________

Episodio 3.19 "Clessidra" grazie a Debora  

SYDNEY: che succede? Il messaggio diceva che era urgente

VAUGHN: avevi ragione

SYDNEY: su che cosa?

VAUGHN: è Lauren la talpa, lavora per la convenzione

JACK: ne ha le prove?

Vaughn annuisce

VAUGHN: lo dovevo capire

SYDNEY: dobbiamo informare Dixon per vedere come gestire la cosa

VAUGHN: so io come gestirla

JACK: fingerà come se nulla sia cambiato

VAUGHN: sentiamo il piano B, questo non può funzionare

JACK: dato che la convenzione è in vantaggio nella ricerca del passeggero, seguire Lauren potrebbe farci recuperare, non deve notare il minimo cambiamento nel vostro rapporto. Informerò Dixon, allerteremo i capi e limiteremo il suo accesso ai documenti riservati.

VAUGHN: adesso basta, mia moglie mi ha tradito, ha tradito tutti noi, non può chiedermi di fingere che non sia mai successo.

JACK: non credo che abbia scelta

VAUGHN: e perché?

JACK: perché è lei che l’ha sposata!

________________________________________________________________________________________________________________________________

Episodio 3.21 "Eredità" grazie a Debora

SYDNEY: Ei

VAUGHN: ciao

SYDNEY: dovevi restare in ospedale ancora un po’

VAUGHN: si, ho scelto di uscire prima

SYDNEY: non volevano tenerti in osservazione?

VAUGHN: sto bene, d’avvero. Ascolta, qualunque cosa Lauren mi abbia fatto la responsabilità è interamente mia, ho sbagliato e se non riuscirai a perdonarmi lo capirò ma ci proverai?

SYDNEY: non lo so

VAUGHN: almeno pensaci, ti prego, perché io non penso ad altro

SYDNEY: va bene, ci penserò.

 

 

VAUGHN: ho parlato con Dixon, Jack e Katia forse possono trovare Sloane tramite Toni Cammings, prima che atterriamo forse sapranno già dov’è

SYDNEY: quello che hai fatto a Lee è stato inaccettabile

VAUGHN: se avesse avuto informazioni decisive?

SYDNEY: quello che sapeva o non sapeva non è importante

VAUGHN: esatto, l’importante è ritrovare tua sorella

SYDNEY: se anche lo avesse saputo non avresti dovuto farlo

VAUGHN: non faresti di tutto per trovare tua sorella?

SYDNEY: non era l’unica alternativa

VAUGHN: Sydney, quell’uomo ti ha torturata, ha torturato Marshall, ha torturato Nadia

SYDNEY: non parlo di lui, parlo di te, quello che ho visto mi ha spaventata

VAUGHN: ha spaventato anche me. Per ritrovarla sono pronto a tutto. Quando ero col dottor Lee riuscivo a pensare solo se troviamo Sloane troviamo anche lei. Voglio trovare tua sorella ma devo trovare mia moglie. Non posso accettare che se la cavi dopo tutto quello che ha fatto

SYDNEY: e se se la cava? Devi essere pronto ad accettarlo

 

 

SYDNEY: è l’ultima volta che ti copro, hai violato il protocollo lasciandomi lì, Nadia mi ha salvato la vita!

VAUGHN: in quel momento mi è sembrata la cosa più giusta da fare, non ti metterei mai in pericolo

SYDNEY: hai avuto l’occasione di prendere Lauren e hai pensato solo a quello, non mi hai coperto le spalle

VAUGHN: abbiamo Nadia, questo conta

SYDNEY: capisco che cosa stai passando, che cosa si prova ad essere traditi. Il mio odio per Sloane mi ha consumata. Vaughn…sei stato tu a salvarmi, a impedire che quella rabbia mi trasformasse in un’altra, ora tocca a me aiutarti ma tu lasciamelo fare…devi ascoltarmi, devi credermi quando ti dico che la persona che sei ora non è la persona che vorresti essere.  Ti ho detto che non sapevo se le cose tra noi si potevano aggiustare, ancora non lo so. Ma so che finché tu non affronterai questo fatto, non potremmo provarci.

________________________________________________________________________________________________________________

Episodio 3.22 "Resurrezione" grazie a Debora

SARK: quando ho saputo per chi lavorava davvero tua moglie mi è così dispiaciuto per te…deve essere stato imbarazzante apprendere che la donna con cui dividevi il letto ti usava solo come mezzo per giungere a uno scopo

VAUGHN: non ti conviene Sark

SARK: è perché ultimamente non era spesso nel tuo letto, era nel mio…o nella mia auto o in un ascensore, o in un garage; c’è stata una volta, quella è la mia preferita, l’abbiamo fatto in un vicolo e lei ti ha telefonato per dirti che ti amava. Era deliziosamente perversa.

(Vaughn gli incomincia a girare il braccio)

VAUGHN: lo senti? Come un coltello che ti entra dentro vero? Dimmi dov’è Lauren!

(Vaughn gli spezza il braccio)

 

 

SYDNEY: Eric dice che sei in giro, vuoi che ti raggiunga?

VAUGHN: no, sto bene

SYDNEY: dove sei?

VAUGHN: non importa

SYDNEY: che significa? Vaughn, che succede? Sark ha parlato vero? E tu sai dov’è Lauren

VAUGHN: me ne sto occupando

SYDNEY: non so che cosa hai in mente, ma non puoi farlo, Michael se la ucciderai verrai arrestato e incriminato per omicidio e anche se riuscirai a cavartela ti ossessionerà Michael, dopo tutto quello che abbiamo passato ti avrò perduto di nuovo

VAUGHN: devo andare

 

 

LAUREN: Michael, ti prego devi ascoltarmi, quando mi dissero di sposarti sapevo che dovevo convincerti a tornare nella CIA, poi la convenzione non mi fece sapere più niente e io speravo che mi avessero…dimenticata perché mi ero innamorata di te

VAUGHN: sta zitta! Adesso io ti cancellerò: rimuoverò ogni singola traccia della tua esistenza. Tu mi hai usata, hai usato il mio dolore, il mio lavoro, il mio io e me li hai tolti, adesso me li prendo. Questo è acido cloridrico, sarai irriconoscibile.

LAUREN: Michael, ti giuro, stavo per dirti tutto…ricordi quella sera che andammo fuori a cena, mi dicesti che Sydney era…

VAUGHN: non dire il suo nome!

LAUREN: ormai non avevi più bisogno di me, te lo leggevo negli occhi. Sydney era tornata ed io…

VAUGHN: ho detto di non dire il suo nome!

LAUREN: ed io ti avevo perduto

(Vaughn spara vari colpi di pistola contro il muro)

VAUGHN: ti odio ma ancora di più amo Sydney ed è la sola ragione per cui non morirai stanotte

(Katia Derevko pugnala Vaughn alle spalle)

LAUREN: Era ora!

 

Lauren punta una pistola su Sydney…

VAUGHN: ferma! Lasciala!

LAUREN: mettila giù!

VAUGHN: subito!

LAUREN: metti giù la pistola! Se la ami metti giù la pistola

(Vaughn abbassa la pistola)

LAUREN: sei proprio un boyscout

(Vaughn alza la pistola e le spara due colpi)

SYDNEY: Vaughn…

(Sydney e Vaughn si abbracciano)

SYDNEY: che cosa fai qui? Come sei arrivato?

VAUGHN: sono qui per te

(Sydney e Vaughn si baciano ma Lauren si sta rialzando e Vaughn le spara altri 3 colpi)

LAUREN: uno, zero, sei, due

(Vaughn le sparo il colpo finale)

VAUGHN: che cos’era?

SYDNEY: non lo so, non importa

(Sydney e Vaughn si baciano nuovamente)

____________________________________________________________________________________________________

Episodio 4.12 "L'orfana" grazie a Debora

All’APO…

SYDNEY: come va?

VAUGHN: ho confrontato la lista di mio padre con quella degli archivi ma non riesco a verificare l’esistenza di certe missioni. E’ folle pensare che questo diario mi aiuterà a trovare mio padre?

SYDNEY: sono le missioni che non trovi?

VAUGHN: si

SYDNAY: dammi la penna. E se non fossero nomi di missioni?

VAUGHN: che fai?

SYDNEY: è un codice alternativo

VAUGHN: ok…come l’hai capito

SYDNEY: mio padre mi crittografava le parole crociate; retaggi della mia adolescenza. Prova così

VAUGHN: quando parti?

SYDNEY: tra mezzora, ma vorrei restare

VAUGHN: si…beh continuo io

Sydney bacia Vaughn

________________________________________________________________________________________________________________

Episodio 4.13 "Quarantena" grazie a Debora       

Syd e Vaughn al telefono…

SYDNEY: secondo il mio contatto la terza fazione progetta un attacco a civili su larga scala

VAUGHN: quando atterri troverai l’hard disk decifrato. Non metterti a fare la turista cubana

SYDNEY: tranquillo, ho voglia di partire. Lo sai quanto è dura restare in incognito mentre balli la salsa con 10 cm di tacco

VAUGHN: eh, in realtà lo so ma non lo dire in giro eh

SYDNEY: se ricapita una missione di questo tipo ci vai tu

VAUGHN: oh, non vedo l’ora, adoro ballare

SYDNEY: tu odi ballare

VAUGHN: e tu che ne sai?

SYDNEY: ah, io non ti ho mai visto

VAUGHN: sono pieno di misteri, non mi conosci abbastanza

SYDNEY: non mi hai mai portata a ballare

VAUGHN: ok, ti ci porterò

SYDNEY: davvero?

VAUGHN: si, certo

SYDNEY: ma tu odi ballare

VAUGHN: eppure ti ci porterò, te l’ho detto, sono pieno di misteri. Vedi il tuo autista?

SYDNEY: si

VAUGHN: fai buon viaggio

________________________________________________________________________________________________________________

Episodio 4.13 "Quarantena" grazie a Debora    

Syd è sepolta viva…

VAUGHN: Sydney, Marshall sta arrivando, presto andremo a ballare…

SYDNEY: eppure ho i piedi per terra

VAUGHN: che hai detto?...Sydney?

SYDNEY: Vaughn…il telefono sta morendo, Vaughn

MARSHALL: Signor Bristow, sono qui al cimitero, attenda…

VAUGHN: Syd, Marshall è lì, resisti

MARSHALL: devo solo…trovare in quale tomba è

VAUGHN: Syd…Sydney!

MARSHALL: ok, ok, no no no no , maledizione

SYDNEY: Vaughn…Vaughn!  

_________________________________________________________________________________________________________________________________

Episodio 4.14 "Usignolo" grazie a Debora    

All’APO…

SLOANE: che cosa sanno?

JACK: non è chiaro. C’erano dei diari che non abbiamo distrutto

SLOANE: mm bene. Dobbiamo fermarli

JACK: usiamoli invece. Sydney e Vaughn troveranno informazioni per noi

SLOANE: capisco. E questo per te non è un problema?

JACK: certamente si; ma visti gli attuali ostacoli loro potrebbero riuscire a scoprire quello che ci serve

SLOANE: d’accordo Jack, allentiamo le briglie. Ma sia chiara una cosa, non possiamo permetterci di esporci, soprattutto con tua figlia

JACK: questo non succederà  

_________________________________________________________________________________________________________________________________

Episodio 4.15 "Pandora" grazie a Debora

Vaughn suona il campanello della porta di casa di Sydney, lei va ad aprire e…

VAUGHN: ciao

SYDNEY: ciao

Si abbracciano…lei gli bacia la guancia…

VAUGHN: mio padre Syd è morto, è morto allora…io credo che il mio tormento per la sua morte fosse così forte che avrei dato qualunque cosa per rivederlo ma poi ho capito che mio padre non avrebbe mai lasciato me e mia madre per niente al mondo, l’uomo che conoscevo non avrebbe abbandonato le persone che amava…

SYDNEY: come l’hai capito?

VAUGHN: io sono come lui…E’ stato Sloane, lui ha architettato tutto…Ti giuro Syd che ammazzerò quel miserabile

SYDNEY: vieni, entra, devo dirti una cosa.

________________________________________________________________________________________________________________

Episodio 4.18 "Miraggio" grazie a Debora

NADIA: siamo libera per una cena?

WEISS: cena? Cibo? E me lo chiedi!?

 

 

Sydney sta facendo finta di essere Laura Bristow…

JACK: quello che mi disturba è che starò via tutta la settimana, mi perderò di nuovo il compleanno di Sydney.

SYDNEY: non fa niente, glielo spiegherai, capirà, ne sono sicura

JACK: è una bambina, non è giusto che debba capire che suo padre non sarà a casa per il suo compleanno. Laura, gli unici ricordi che ho di mio padre sono le sue partenze. Non voglio che sia così anche per lei, si merita di meglio

SYDNEY: il lavoro che fai è importante

JACK: non è importante quanto lei o te. Quando sarò tornato dall’Europa andrò a parlare ai miei superiori

SYDNEY: di che cosa?

JACK: darò le dimissioni. Scusami, avrei dovuto dirtelo prima di prendere una decisione

SYDNEY: no, non sai quanto significhi per me.

________________________________________________________________________________________________________________

Episodio 4.20 "Discesa" grazie a Debora

MARSHALL: oh, senti Vaughn, mi firmi questo, sai è per Weiss, è morto il nonno

VAUGHN: posso farlo dopo? Devo chiedere una cosa a Jack prima

MARSHALL: oh, non c’è problema

(Marshall segue Vaughn)

VAUGHN: dove vai?

MARSHALL: vengo con te dal Signor Bristow così faccio firmare anche lui

VAUGHN: gli devo parlare di una faccenda privata

MARSHALL: oh, e da quando ci sono cose che puoi dire a lui e non a me?

VAUGHN: questa cosa riguarda Jack, tu non sei il padre di Sydney o sbaglio?

MARSHALL: no, è vero ma sai…mi chiedo che cosa c’entri il fatto che io non sia il padre di Sydney

(Vaughn gli fa vedere l’anello di fidanzamento)

VAUGHN: capito ora?

MARSHALL: ah…si…congratulazioni, è fantastico

VAUGHN: grazie

MARSHALL: il Signor Bristow ne sarà felice

VAUGHN: tu credi? Io spero soltanto che non mi spari…

 

 

JACK: pensa che le armi all’antrace cadano dal cielo. Che cosa c’è?

VAUGHN: se è un brutto momento io…

JACK: no prego. Dopo aver trattato con quel pazzoide ceceno per quasi due ore qualsiasi altra questione mi darà un gradito sollievo

VAUGHN: beh, noi ci…so che lei è un uomo che…insomma che è tradizionalista proprio come me e quindi…

JACK: venga al punto agente Vaughn

VAUGHN: intendo sposare Sydney e vorrei il suo consenso

JACK: forse lei pensa che la mia recente malattia mi abbia reso meno coerente di prima oppure che le mie facoltà cognitive si siano ridotte o appannate; mi permetta di chiarirle i fatti agente Vaughn: anche se ha dimostrato di non essere incapace quanto immaginavo, credo che lei ancora non abbia…

(Suona l’allarme all’APO)

 

 

VAUGHN: e Dixon?

JACK: stabile. Nadia e Sydney sono con lui. Lei mi ha fatto una domanda tempo fa a cui non ho risposto in modo esauriente

VAUGHN: la risposta mi sembra chiara

JACK: siamo più simili di quanto ammetta. Mi rendo conto che disapprovavo in lei quelli che sono in realtà i miei limiti. Non mi ero chiesto che cosa fosse meglio per Sydney. Se lei crede di riuscire a fare felice mia figlia le do senz’altro il mio consenso a sposarla

VAUGHN: grazie  

Episodio 4.21 "Salvataggio" grazie a Debora

VAUGHN: il solito?

SYD: non con i vestiti che avrò. Sai, prima ho avuto una sensazione, mi sembrava quasi di svenire, non so come descrivere quello che ho provato, era orrore per qualcosa di terribile.

(Vaughn bacia Syd)

VAUGHN: dobbiamo salvare la donna che ha ucciso mio padre, tua madre, che dovrebbe essere morta, e disattivare una gigantesca palla rossa sospesa su una città russa

SYD: ci è successo anche di peggio

VAUGHN: è quello che intendevo. Syd, senza di te io sarei perduto, in questo mondo, con questo lavoro assurdo, io potrei impazzire

SYD: davvero?

(Vaughn le prende le mani)

VAUGHN: ce la faremo vedrai

SYD: come puoi esserne certo?

VAUGHN: potrei non esserlo, siamo ancora qui. Syd…

(Vaughn mette la mano in tasca per prendere l’anello di fidanzamento ma…)

SYD: che c’è?

MARSHALL: ei, mi dispiace interrompere…siete pronti?

VAUGHN: si

MARSHALL: tieni

VAUGHN: grazie

SYD: allora?

VAUGHN: dobbiamo andare

 

 

VAUGHN: eccolo

SYD: dove?

VAUGHN: al bar

SYD: è lui

VAUGHN: come ce la giochiamo?

SYD: fai tu l’aggressivo o vuoi che lo faccia io?

VAUGHN: tu sei sempre aggressiva

SYD: ma no

VAUGHN: si invece

SYD: non è vero

VAUGHN: invece si

SYD: intendi quando siamo a casa o in missione?

VAUGHN: entrambi

SYD: ma…

VAUGHN: non me ne lamento sai

SYD: se sono aggressiva è perché ti piace…Stiamo trasmettendo?

JACK: si, vi riceviamo entrambi forte e chiaro

(Syd e Vaughn ridono…)

SYD: aggressivi entrambi

Episodio 4.22 "Prima del diluvio" grazie a Debora

IRINA: non devi aspettare

VAUGHN: che cosa?

IRINA: ho visto l’anello

VAUGHN: senti, hai ucciso mio padre, non devo chiedere la tua benedizione

IRINA: che ti piaccia o no ce l’avrai insieme a qualche consiglio

VAUGHN: consigli coniugali da te, tipo non tradire il coniuge?

IRINA: uno può essere questo ma anche tra moglie e marito qualche segreto è accettabile. In ogni caso so tutto delle tue attività

VAUGHN: di che cosa parli?

IRINA: sei molto più allo scoperto di quanto tu creda. Considera la mia vita come un esempio, se non vuoi fare la fine mia e di Jack dì a Sydney la verità.

 

Torna alla Home Page