Il Sito dell’Atletico Terme

Il sito ufficiale dell’Atletico Terme calcio a 5

Il Regolamento

IMPORTANTE: Lo spirito del torneo impone un gioco all’insegna dell’amicizia e della sana competizione. Tutte le partite, pertanto, dovranno essere ispirate al principio del “fair play”, i calciatori dovranno accettare le decisioni degli arbitri e mantenere un comportamento rispettoso nei confronti di tutti i partecipanti.

 

Il torneo si svolge a 10 squadre a 2 gironi da 5. Accederanno alle semifinali le prime 2 di ogni girone e si sfideranno con la formula presente nel calendario.

 

Alla prima partita bisogna consegnare agli organizzatori la lista con i nomi e le relative firme che declinano l’organizzazione da ogni responsabilità. Dopo la consegna con la lista delle firme non si possono aggiungere altri nominativi, prima sì, tranne in casi di emergenza (da verificare) e sempre il linea con la Categoria prescelta. Ad ogni partita, inoltre, ogni squadra dovrà presentare i documenti (anche in fotocopia) di ogni giocatore; chiunque ne fosse sprovvisto non potrà giocare. Consigliabile la prima sera lasciarne le copie agli Organizzatori, così da evitare un tram-tram di documenti e/o fotocopie ogni pre-gara.

 

Ogni partita sarà preceduta dall’appello: si raccomanda alle squadre di presentarsi almeno 10 minuti prima, in modo da iniziare con puntualità.

 

In caso di maltempo si gioca in palestra. Consigliato comunque accertarsene con una telefonata. Se cominciasse a piovere durante il gioco, la partita verrà bloccata e disputata di nuovo con data e sede da definirsi.

 

I tempi avranno durata di 20 minuti ciascuno + eventuali altri 2 minuti per recuperare i 2 eventuali time out richiesti. L’intervallo avrà durata di 5 minuti. Nei quarti di finale, semifinali e finali in caso di parità verranno disputati 2 tempi supplementari di 5 minuti ciascuno; nel caso in cui, al termine dei 2 tempi supplementari, dovesse persistere una situazione di parità, il passaggio al turno successivo sarà deciso tramite l’esecuzione di 5 calci di rigore alternati; in caso di ulteriore parità si procederà ad oltranza, fino a quando una squadra non avrà realizzato una rete più dell’altra a parità di tiri.

 

Una gara non può avere inizio o proseguire nel caso in cui una squadra si trovi ad avere meno di 3 giocatori. Se, nell’impossibilità di utilizzare giocatori di riserva, il numero dei calciatori di una squadra dovesse risultare inferiore a 3, la gara sarà sospesa e decretata la vittoria della squadra avversaria.

 

Le partite potranno avere un ritardo massimo di 10 minuti. Pena una multa di 10 Euro e la perdita dell’incontro.

 

In caso di ammonizione, la squadra verrà multata di 2 Euro, in caso di espulsione di 4 Euro (da sottrarre alla cauzione, che poi, alla fine del torneo, sarà restituita, tutta o in parte). In caso di comportamento gravemente scorretto e/o antisportivo da parte di giocatori, dirigenti e tifoseria nei confronti di arbitri e/o organizzatori, la squadra verrà multata (multe da 10 Euro in su, a seconda della gravità) e la Commissione di campo potrà, a suo insindacabile giudizio, decretare la squalifica del calciatore o della squadra per l’intera durata del torneo.

 

Alla terza ammonizione (in 3 partite diverse) scatta una giornata di squalifica, da scontare alla partita successiva.

 

Nelle Categorie Amatori e Misti c’e’ da rispettare la clausola dei Tesserati; se si venisse a scoprire l’infrazione di questa “regola”, la squadra colpevole perderà tutti gli eventuali punti guadagnati, avrà 1 punto di penalità per le successive eventuali partite e verrà multata di 10 Euro. Confidiamo comunque nell’onestà e nella buona fede degli iscritti!

 

Durante le partite sono consentite un numero illimitato di sostituzioni “volanti”.

 

La rimessa dalla linea laterale dovrà essere effettuata con i piedi. Il pallone dovrà essere fermo sulla linea laterale e rimesso in gioco in qualsiasi direzione entro 4 secondi. Una rete non sarà valida se segnata su rimessa dalla linea laterale. La rimessa dal fondo dovrà essere effettuata dal portiere della squadra a cui spetta la rimessa, con le mani. I calciatori avversari del portiere che sta effettuando la rimessa dal fondo dovranno obbligatoriamente rimanere al di fuori dell’area di rigore avversaria.

 

Al portiere non e’ consentito usare le mani in caso di retropassaggio volontario di un compagno. Il retropassaggio al portiere dopo un suo primo tocco e’ consentito una sola volta, purche’ questi la tocchi sempre coi piedi. In caso contrario, sarà decretato un calcio di punizione che deve essere battuto dalla linea dei 6 metri, nel punto più vicino a quello in cui si trova il trasgressore.

 

Un calciatore deve essere ammonito se:

entra nel terreno di gioco prima che il compagno sostituito ne sia uscito oppure entra da una parte diversa dalla “zona delle sostituzioni”;

trasgredisce ripetutamente le regole del gioco;

manifesta, con parole o gesti, di dissentire una qualsiasi decisione arbitrale;

si rende colpevole di condotta scorretta e/o comportamento antisportivo;

ritarda la ripresa del gioco;

non rispetta la distanza prescritta di 5 metri quando il gioco viene ripreso con un calcio d’angolo, una rimessa laterale, un calcio di punizione.

Per una qualsiasi delle suddette infrazioni gli arbitri devono accordare un calcio di punizione indiretto, alla squadra avversaria, da battersi nel punto in cui e’ stata commessa l’infrazione, salvo che si trovi nell’area di rigore. In tal caso il calcio di punizione deve essere battuto dalla linea dei 6 metri, nel punto più vicino a quello in cui si trova il trasgressore. Tale sanzione viene inflitta in aggiunta all’ammonizione prescritta, a meno che non sia stata commessa un’infrazione di maggiore gravità alle regole del gioco.

Un giocatore deve essere espulso dal terreno di gioco se a giudizio arbitrale:

si rende colpevole di condotta gravemente scorretta;

si rende colpevole di condotta violenta;

pronuncia frasi ingiuriose o volgari;

sputa contro, colpisce o tenta di colpire un avversario o qualsiasi altra persona;

riceve una seconda ammonizione nella stessa gara.

Se il gioco viene interrotto per espellere un calciatore colpevole delle infrazioni di cui ai punti C e D, senza che siano state commesse altre infrazioni alle regole del gioco, la gara deve essere ripresa con un calcio di punizione indiretto dal punto in cui si trovava il pallone, salvo che lo stesso si trovasse nell’area di rigore.

In tal caso il calcio di punizione indiretto deve essere battuto dalla linea dei 6 metri, nel punto più vicino a quello in cui si trovava il calciatore colpevole.

Se a giudizio degli arbitri, un calciatore si dirige verso la porta avversaria con l’evidente opportunità di segnare e viene intenzionalmente impedito con mezzi illeciti, cioe’ con un fallo punibile con un calcio di punizione diretto (o di rigore), privando così la squadra del calciatore attaccante della predetta opportunità di segnare una rete, il calciatore colpevole deve essere espulso per condotta gravemente scorretta.

Il giocatore espulso non può più prendere parte alla gara e non può sedere sulla panchina dei sostituti; inoltre salterà la partita successiva ed eventuali altre (a discrezione dell’arbitro). La sua sostituzione può essere effettuata dopo 2 minuti (compreso il minuto di time-out) dall’espulsione, o dopo la segnatura di una rete. In questo caso dovranno essere osservate le seguenti modalità:

se le squadre stanno giocando 5 giocatori contro 4 e la squadra in superiorità numerica segna una rete, la squadra con 4 giocatori può essere completata.

se le squadre stanno giocando 4 calciatori contro 4 e una rete viene segnata, le 2 squadre possono essere completate.

se le squadre stanno giocando 5 giocatori contro 3 oppure 4 contro 3 e la squadra in superiorità numerica segna una rete, la squadra con 3 calciatori può inserirne uno.

se le squadre stanno giocando 3 contro 3 e viene segnata una rete, le squadre potranno includere un calciatore.

se la squadra in inferiorità numerica segna una rete il gioco prosegue senza modifiche.

 

Il calciatore che entra in campo per sostituire un calciatore espulso, dovrà farlo con il consenso dell’arbitro.

 

Non e’ presente la regola dei falli cumulativi.

 

Le 2 squadre hanno la possibilità di richiedere 1 minuto di time out per ogni tempo di gara, che sarà recuperato oltre i 20 minuti.

 

In caso di parità punteggio, alla fine del girone eliminatorio, per determinare la classifica verranno adottati i seguenti criteri:

Coppa Disciplina

scontro diretto

sorteggio

 

Per quanto non espressamente indicato nel Regolamento di gioco, valgono le regole di gioco internazionali del Calcio a 5, applicate comunque in modo più flessibile.

 

EUROPEI: le partite del 26-27/06 e 01/07 potrebbero essere eventualmente spostate alla mattina o al pomeriggio dei giorni 26-27/06 e 04/07.

Il Regolamento