semifinali play-off

 

Il Piccolo 23 maggio 2003

Prima gara alla palestra verde: entrambe le formazioni meritano la promozione per quanto hanno fatto nella regolar season
Nuovi Amici e Amatori: sfida che vale la "D"
I Monfalconesi partono favoriti grazie a un Bruno Gon in gran forma
Sarà scontro fratricida nelle semifinali play-off del campionato di Promozione 2002/2003: domani (inizio alle 20.30 alla palestra verde), Nuovi Amici del Basket Monfalcone e Amatori Pallacanestro Isontini Ronchi daranno vita a una infuocata gara uno. Non poteva finire meglio, la regular season, per le due formazioni bisiache, che al termine di un ottimo campionato hanno centrato i rispettivi obiettivi. Già dall'inizio del torneo, infatti, i Nuovi amici erano accreditati come una delle formazioni in grado di poter puntare alla D, e le 22 partite sin qui disputate lo hanno confermato.
I biancoviola di coach Sergio Puntin hanno finito con 18 vittorie e 4 sconfitte, concludendo la prima fase in testa alla classifica con quattro punti di vantaggio sulle due goriziane Dinamo e Senators (che si scontreranno nell'altra semifinale). I neri di Iadarola, invece, con un imperioso sprint finale, hanno raggiunto i play-off beffando un declinante Grado, e ora, senza nulla da perdere, proveranno a rendere la vita dura ai favoriti monfalconesi. I Nuovi Amici possono contare su una maggior qualità media: il Bruno Gon di questi tempi, capocannoniere del campionato con diverse punte over 40, potrebbe essere un rebus irrisolvibile per la difesa ronchese, ma non è l'unica freccia a disposizione di Puntin. Gli esterni biancoviola hanno infatti tutti molti punti nelle mani: le triple di Borsetti, le penetrazioni di Decorti e l'uno contro uno di Delbello possono far male, e in più c'è il ritorno in regia a tempo pieno di Santinato, che potrà garantire un'ancora maggiore fluidità di gioco.
Sotto le plance il lavoro sarà sulle spalle di un Vidotto segnalato in buona forma e sulla proverbiale maestria di Verzegnassi, in attesa del ritorno di Andrea Soban. Dalla panchina daranno il solito buon contributo da specialisti Minore, Lamberti, Barea e Andrea Celin.
Ma quanto a completezza Ronchi non scherza. Attorno a capitan Mazzitelli ("sono orgoglioso di questa squadra e di questa società: in due anni siamo passati da perdenti a squadra da play-off", dice il totem ronchese), assenti Lorenzon e salvo miracoli Dario Sansa, ci sono le due atletiche ali-guardie Ceci e Simonini, che dovranno garantire punti e limitare Gon. Ustulin in regia sostituirà l'infortunato Buzzi (caviglia), mentre canestri importanti sono attesi dal tiratore mancino Palli. Sotto canestro, con Mazzitelli, ecco Ricci e Battaglini a garantire rimbalzi e aiuti difensivi.
Gara 2 è in programma a Ronchi martedì prossimo alle 21, eventuale bella sabato 31 ancora a Monfalcone.

Il Messaggero 23 maggio 2003

Play-off: prima sfida fra Dinamo e Senators
Primo atto questa sera (inizio alle 19.30) dei play-off del campionato di Promozione. Nella palestra dell'Unione Ginnastica si gioca l'atteso faccia a faccia tra la Dinamo e i Senators, esordio di una serie che deciderà quale delle due formazioni conquisterà la finalissima che vale la serie D. Come sempre l'esperienza e la classe di alcuni ex-cestisti come Giovanni Puiatti e Andrea Nanut regala qualchechance in più ai Senators, attenti, però, a sottovalutare il grande carattere della Dinamo. Poco meno di un mese fa, in occasione dell'ultima giornata della stagione regolare, i ragazzi di coach Luca Zucco sono stati capaci di rimontare la bellezza di venti punti di svantaggio proprio ai neri di Sergio Biaggi. Una delle chiavi della partita, dunque, saranno proprio gli alti ritmi, i numerosi contropiedi che potrebbero mettere in difficoltà i polmoni di una squadra, i Senators appunto, che hanno un'età media davvero vicina agli "anta". Dall'altra parte della barricata, invece, Lorenzo Furlan e compagni dovranno star bene attenti a non concedere troppi spazi a Famea e soci: i Senators con i piedi per terra fanno quasi sempre canestro.
Poco o nulla conterà invece il fattore campo: sia la Dinamo che i Senators hanno giocato tutte le partite casalinghe sul parquet dell'Ugg. La gara di ritorno è fissata per mercoledì prossimo, l'orario è ancora da decidere. Domani, invece, sarà la volta di Nuovi Amici del Basket e Ronchi, impegnati nella parte alta del tabellone.

Il Messaggero 26 maggio 2003

Nuovi Amici: che sberla dal Ronchi
Doveva essere la semifinale più facile da decifrare, ma sabato sera a Monfalcone fattore campo e pronostico sono saltati per aria come pop-corn nella padella. Che potesse venirne fuori una sfids equilibrata lo si sapeva, ma quello che era difficile da prevedere era che Ronchi potesse passare sul parquet della squadra che era data come la più in salute del momento. Così è stato, e ora gara 2 assume un sapore ancora più forte, con i favoriti che non hanno più il jolly da spendere e per rimanere in corsa devono fare percorso netto nelle prossime due partite, ammesso che si arrivi davvero a gara 3.
Nuovi Amici-Ronchi 60-65: I cantierini avevano vinto la regular season, ma sul loro biglietto da visita portavano anche altri dati importanti che li accreditavano come favoriti, almeno in questa serie play-off.
La squadra di Puntin aveva messo assieme una striscia di risultati impressionante nel girone di ritorno, in cui aveva dominato, in più era 2-0 negli scontri diretti con il quintetto di Iadarola, e l'ultimo incontro fra le due formazioni era freschissimo, si parla di una sola settimana fa. Erano tutte considerazioni razionali, ma il verdetto del campo ha provveduto a trasformarle in chiacchere di basso profilo. Ronchi è subito schizzata avanti di una manciata di punti, poi è stata ripresa e da lì in poi la contesa è scivolata via sui binari dell'equilibrio più ferreo. 32-30 all'intervallo,poi sempre punto a punto fino all'ultimo quarto, quando gli ospiti mettevano sei lunghezze fra sè e i locali e poi erano bravi ad amministrare. I Nab spendevano anche la carta del fallo sistematico, ma sceglievano l'uomo sbagliato da colpire: Palli firmava un 7 su 8 dalla lunetta negli ultimissimi minuti e il gap non veniva più colmato.
La chiave: Senza Vidotto, a letto con l'influenza, i cantierini si sono trovati privi dell'unico lungo di ruolo e sotto le plance hanno finito per subire per 40 minuti filati la superiorità avversaria. Oltre a questo, da circoletto rosso sono state le serate di Borsetti e De Corti. Sono due triple per il primo, sei punti, e tutti dalla lunetta, per il secondo. Monfalcone doveva essere più forte, molto più forte, sul perimetro, ma se solo Gon, 24 alla fine, fa il suo dovere, diventa dura vincere questo tipo di partite.
L'Mvp: Ceci è stato il miglior marcatore ospite con 16 punti, poi però sugli scudi ci sono stati anche Ustulin e Simonini, bravi a limitare Gon nella ripresa con una staffetta funzionale. La nomination di migliore va però a Battaglini, 10 punti e tanta solidità in mezzo alle aree.

scout andata semifinale

Il Messaggero 27 maggio 2003

I Nuovi Amici cercano il riscatto in casa del  Ronchi
Gara uno è stata una sorpresa e il risultato della palestra Verde cambia decisamente gli scenari che potevano essere ipotizzati per gara due. Monfalcone gioca per mantenere viva la serie, chedeve cercare di traghettare alla bella con un successo da centrare questa sera. Ronchi gioca per chiudere qui i discorsi e staccare un inaspettato biglietto per la finale.
Ronchi - Nuovi Amici (stasera, 21, Ronchi). Dopo aver strappato il servizio nella partita d'apertura, gli uomini di Iadarola hanno la grande chance di mettere un punto alla serie tra le mura amiche. Il successo di misura del primo atto va capitalizzato, anche se ci saranno diverse situazioni che andranno verificate. La superiorità dei locali sottole plance è un vantaggio evidente, probabilmente la chiave tattica di gara 1, ma riesce difficile pensare che il reparto perimetrale di Puntin giochi di nuovo a livelli così inferiori rispetto allo standard messo in mostra durante la regular season. Monfalcone può anche perdere la battaglia sotto le plance, ma se Borsetti e De Corti tornano quelli che tutti conoscono e non mandano sul parquet le rispettive controfigure, il pronostico è sempre per i cantierini.
Gon rimane un crack, ma in attacco non può fare pentole e coperchi, anche perché se la difesa di casa si deve occupare solo di lui le cose per gli ospiti potrebbero farsi preoccupanti. Di certo ci sarà la pressione a gravare sulle spalle dei Nuovi Amici che, dopo aver vinto con autorità la regular season, ora sono faccia al muro e non conoscono alternative alla vittoria se vogliono continuare a giocare. Altrimenti sono vacanze anticipate, ma anche parecchio amare. Eè lecito attendersi un'altra sfida a punteggio basso e con l'equilibrio a farla da padrone, poi però diventa difficile fare pronostici. Monfalcone ha più talento globale e diversi uomini in grado di decidere, ma l'approccio alla gara non può essere quello di sabato sera, altrimenti l'avventura dei cantierini è destinata a terminare anzitempo. Ronchi invece ha l'occasione della vita davanti a sé, e il fatto di giocarsela in casa potrebbe aiutare, poi però servirà la solita prova corale per fare risultato. (Ronchi 50%, Nuovi Amici 50%).

Il Messaggero 28 maggio 2003

I neri provano a sfatare il tabù-Dinamo per non uscire di scena
Senators, sarà la volta buona?
C'è il timbro della dinamo sul primo atto della serie tra goriziane: stasera si gioca per un posto in finale,  o per allungare la serie fino all'eventuale gara 3. Dopo il successo di venerdi scorso, i ragazzi di Zucco hanno il match-point da sfruttare, mentre per i neri la situazione si è messa maluccio. Considerando tutti i precedenti, sarà sempre una gara equilibrata perché fra i due quintetti ci sono sempre stati scarti minimi.
Senators - Dinamo (stasera, 21, Ugg). Si gioca sempre all'Ugg, e questo vuota di significato l'ipotetico vantaggio del fattore campo. Ma sarà una gara da seguire con attenzione. Non può essre diversamente. In regular season la squadra del presidente Palumbo ha vinto per 66-62 e per 82-74, poi, nel derby di venerdì ha fatto bottino per 63-60. I dati da rilevare sono due. In primo luogo la Dinamo quest'anno è 3-0 negli scontri diretti. Non può essere un caso, né una statistica derivante da contingenze particolari, perché almeno nel primo confronto della stagione i Senators erano largamente favoriti, e nelle altre due contese si partiva da una posizione paritaria. Oggi però le cose stanno diversamente. La seconda cosa da segnalare è che in tre sfide gli scarti sono stati rispettivamente di 4, 8 e 3 punti. Sempre contenuti margini di vittoria, dunque.
Dopo gara uno la sensazione è che la Dinamo abbia più benzina nei serbatoi e che per questo possa avere qualche cavallo in più da spendere in una serie che comunque rimane aperta ad ogni possibile finale. Con Sorrentino tornato in buone condizioni, i Senators hanno di nuovo un regista con punti nelle mani, ma anche un uomo che fornisce ordine. Poi però bisognerà vedere come starà Nanut, che ha avuto dei problemi fisici venerdì scorso, e se ci sarà Puiatti, assente per motivi di lavoro nell'atto d'esordio.
I temi tattico rimangono sempre gli stessi: più forte la Dinamo sul perimetro, dove Zucco ha più freschezza e più armi da spendere, più ricca di centimetri e di chili la formazione di Biaggi sotto canestro. Ora la parola spetta al campo. Eventuale gara tre è stata fissata, sempre all'Ugg, per mercoledì 4 giugno. (Dinamo 60%, Senators 40%).

Il Messaggero 29 maggio 2003

Sabbadin frena il  Ronchi
Il serbatoio dei Nab non è ancora in riserva. Il quintetto di Puntin martedì sera ha espugnato (58-54( il campo di un Ronchi corsaro fin all'ultimo minuto. Già, perché il secondo atto della semifinale play-off che vale l'accesso alla finalissima, è stato deciso tutto negli ultimi quindici secondi della contesa. I padroni di casa, costretti a rincorrere nelle battute conclusive, sono arrivati in perfetta parità (54-54) palla in mano a 14" quando Ustolin,scivolando sul parquet di casa ha praticamente regalato il pallone del vantaggio al lesto Borsetti, subito pronto a scappare in contropiede.
Saldi di fine stagione? Calma: nel momento della massima crisi, un fallo tutto sommato giusto da penalizzare alla difesa ronchese è stato "tradotto" da Matteo Sabadin in un antisportivo. Il fischietto, già soggetto di altre critiche nelle settimane scorse da parte dei Senators, ha messo in scena l'ennesimo show regalando ai monfalconesi un match-point praticamente impossibile da sbagliare. Borsetti - ben18 punti per lui - una volta in lunetta ha realizzato i due liberi e sul successivo possesso è ritornato in lunetta per allungare definitivamente sul 58 a 54 finale.
"E' stata una partita tirata fino alla fine - ha spiegato il play Borsetti - per noi sono stati fondamentali i tiri liberi degli ultimi secondi, Ronchi con Simonini ci ha creato davvero parecchio fastidio".
Nelle file dei Nab molto bene pure De Corti, pure lui autore di 18 punti. Gara tre è in programma sabato (20.30) nella palestra Verde di Monfalcone. Questa sera invece, a differenza di quanto riferito ieri, si gioca (ore 2) gara due dell'altra semifinale, quella tra Senators e Dinamo. Se vincono i ragazzi di Luca Zucco la Dinamo è in finale, altrimenti il verdetto finale è rinviato a gara tre in programma mercoledi prossimo.

scout ritorno semifinale

Il Messaggero 31 maggio 2003

Stasera Nuovi Amici-Ronchi
La Dinamo strapazza i Senators e ottiene la finale-promozione
E' la Dinamo del presidente Tiziano palumbo la prima finalista del campionato di Promozione: la banda di Luca Zucco ha bissato (80-71) il successo di gara uno, inchiodando i Senators, mai entrati in partita, mai in grado di impensierire gli avversari. Per capire che la Dinamo ha avuto tutte le più buone intenzioni di volare in finale non c'è voluto molto. I goriziani, infatti, hanno preso in mano le redini del gioco sin dai primi minuti, sfruttando il talento di Lollo Furlan, le iniziative di Coprez e la sostanza di "Roccia"  Barocco sotto le plance. Per Bigot e compagni guadagnare un buon margine di vantaggio è stato molto più semplice del previsto, tanto che i Senators, per ricucire lo strappo verso parziali grosso modo accettabili, hanno dovuto attendere l'ultimo quarto di gioco.
Finchè c'è Andrea Nanut c'è speranza: il cecchino di mille battaglie, grazie a 21 punti conditi da 4 bombe ha tenuto a galla le speranze dei Senators che però nulla hanno potuto contro la grande intensità messa in campo dalla Dinamo. Privi di Puiatti, con Famea a bordo campo a causa del turno di squalifica, i neri sono usciti ridimensionati rispetto alle tante battaglie vinte durante la regular season, una versione, quella dei play-off appunto, poco competitiva rispetto alla tanta voglia di pressare e correre dimostrata dalla Dinamo nella quale si è messo in luce anche "Bombardino" Bombardi, incisivo e concreto.
Adesso viene il bello: i goriziani si preparano a sfidare, la prossima settimana, la vincente della sfida che va in onda questa sera (20.30) a Monfalcone tra i Nab e il Ronchi. Al termine delle prime due sfide l'equilibrio regna sovrano ma oggi uno dei due quintetti dovrà andare in vacanza. Il fattore campo strizza l'occhio ai padroni di casa, i Nuovi Amici, però, dovranno guardarsi molto bene dalla voglia di rivincita del Ronchi. Non più tardi di sette giorni fa i ronchesi sono usciti a testa alta dal campo della palestra Verde e stasera tenteranno il colpo affidandosi ai guizzi delle bocche da fuoco Ceci e Simonini.

scout bella semifinale

 

 riepilogo finale     articoli 2003


1