Archivio Medio Oriente -- Archivio News -- Home

Medio Oriente

NEWS:

Fonte: http://www.chn.ir/

Data : 16.07.04

IL RISVEGLIO DELLA CITTA’ DEI PARTI

Gli archeologi iraniani stanno cercando finanziamenti pubblici per esplorare le rovine di una vasta cittadella urbana, lasciata dalla dinastia dei Parti (247 a.C.- 226 d.C.), nella provincia di Khorasan, Iran orientale.

La cittadella di Nahbandan, come quella di Bam, è costruita di mattoni di fango, così vulnerabile agli elementi naturali come la pioggia ed il vento. Alcune parti del forte sono già in rovina, e rendono l’intervento estremamente urgente.

Gli archeologi sono fino ad ora riusciti ad esaminare e restaurare una metà della cittadella, ma sono necessari altri 30,000 euro per procedere. Sperano anche di dissotterrare più manufatti in quest’antica città di 17 mila metri quadrati.

Gli esperti ritengono che il forte fosse dotato di una pluralità di ingressi, anche se attualmente sopravvive solo quello orientale. Fu costruito durante l’impero dei Parti e fu abitato sino all’era Safavide (1500-1722).

L’Impero dei Parti è un periodo affascinante della storia persiana, strettamente correlato a quella di Roma e Grecia. I Parti sconfissero i successori di Alessandro il Grande, i Seleucidi, conquistarono la maggior parte del Medio Oriente e dell’Asia sud-occidentale, controllando la Via della Seta e divenendo, nei fatto, una superpotenza del tempo.

L’Impero dei Parti rivisse la grandezza dell’Impero Achemenide e controbilanciò l’egemonia di Roma in occidente. La terra dei Parti comprendeva, alla sua massima espansione, le aree dell’attuale Iran, Iraq, Turchia, Armenia, Georgia, Azerbaijan, Turkmenistan, Afghanistan, Tajikistan, Pakistan, Siria, Libano, Giordania, Palestina ed Israele.

L’architettura dei Parti era caratterizzata dall’uso di mattoni asciugati al sole o cotti al forno, con volte sulla sommità delle costruzioni. I Parti svilupparono l’iwan, una sala con volta aperta sul fronte. La volta erano frequentemente coperta con rilievi di stucco, i più raffinati esempi dei quali si trovano ad Uruk ed Ashur. Il palazzo di Ashur vanta i primi esempi di quattro iwan che si aprono su una piazza centrale. Questa forma di architettura soppiantò lo stile ellenistico in Iran ed Iraq, fu adottato dai Sassanidi e continuò a costituire modello per l’architettura nel primo periodo islamico.

Una forma architettonica conosciuta come Ogee agli europei ed incisione a zigzag per gli architetti iraniani è originaria del tempo dei Parti. Gli architetti Parti costruivano le mura dei palazzi con pietre tagliate. Usavano stucco per rifinire le pareti. I motivi degli stucchi erano linee geometriche e disegni floreali. Nelle incisioni di pietra un tema popolare era costituito da statue equestri in rilievo.

 

Medio Oriente -- Home

1