Il primo congresso continentale


Nell'ottobre 1774 si riunirono a Filadelfia i delegati di dodici delle colonie americane,assenti solo i delegati della Georgia, per quello che fu chiamato congresso continentale. Lo scopo immediato del congresso era quello di stabilire un atteggiamento comune da tenere nei confronti dei provvedimenti repressivi presi dal parlamento inglese contro la città di Boston e la colonia del Massachussets. Il 14 ottobre il congresso adottò una Dichiarazione dei diritti.

Dalla fine dell'ultima guerra in poi il parlamento britannico, rivendicando il diritto di vincolare i popoli d'America mediante leggi, ha impostodazzi e diritti da pagarsi in queste colonie. Nel corso dell'ultima sessione del parlamento sono state approvate tre leggi: 1- Chiusura del porto di Boston, fino a che la città non avesse risarcito i danni alla Compagnia delle Indie orientali; 2- Limitazioni all'autorità dell'assemblea legislativa coloniale; 3- I funzionari della colonia denunciati per i recenti disordini dovevano essere processati in un'altra colonia o in Inghilterra. I delegati riuniti in piena e libera rappresentanza hanno deciso di dichiarare che gli abitanti delle coloni inglesi del Nord-America possiedono i seguenti diritti :

1- Hanno diritto alla vita, alla libertà ed alla proprietà.

2- I nostri avi godevano, al tempo della loro emigrazione dalla madrepatria, di tutti i diritti, libertà ed immunità dei sudditi nati liberi nel regno d'Inghilterra.

3- In seguito all'emigrazione essi non hanno in alcun modo ceduto, abbandonato o perduto quale che sia di questi diritti, ed i loro discendenti hanno piena facoltà di esercitarli e goderne.

4- Il fondamento della libertà inglese è il diritto del popolo di partecipare al proprio consesso legislativo; e siccome i coloni inglesi non sono rappresentati nel parlamento britannico hanno diritto ad un pieno ed esclusivo potere legislativo nelle loro rispettive assemblee legislative provinciali, nelle quali sole può essere salvaguardato il loro diritto di rappresentanza.

5- Le singole colonie hanno diritto al Common Law inglese, e più particolarmente a quel grande ed inestimabile privilegio di essere giudicati da propri pari del luogo, cheè da essa garantito.

8- Hanno diritto di riunirsi pacificamente, di deliberare sui torti subiti, e di inviare petizioni al re; e che tutti i procedimenti penali, i divieti e gli arresti a questo riguardo sono illegali.

9- Il mantenere in tempo di pace un esercito stanziale in queste colonie, senza il consenso delle colonie nelle quali tale esercito è stanziato, è contro la legge.                                                                                 


1