reattori nucleari, centrale nucleare, radioattività naturale, radioattività artificiale, smantellamento centrali, centrale di caorso, centrale nucleare di latina, centrale garigliano, centro saluggia, centrale trino, centro di rotondella, centro bosco marengo, deposito nucleare, centro casaccia, nucleare sicurezza, combustibile irraggiato, bonifica siti nucleari, scorie nucleari, riprocessamento, impianti nucleari, rifiuti radioattivi, decommissioning, gestione nucleare, piani di emergenza nucleare, ciclo del combustibile, decommissioning impianti nucleari, disattivazione impianti nucleari, tecnologia nucleare, condizionamento nucleareENERGIA NUCLEARE approfondimenti in tema di energia nucleare
 
Home | Centrali nucleari straniere oltre il confine

LA FISSIONE NUCLEARE

In seguito ai primi studi sul bombardamento di atomi di Uranio con neutroni lenti da parte di un gruppo di fisici romani guidato da Enrico Fermi, due fisico-chimici tedeschi, Hahn e Strassmann, riuscirono ad evidenziare che un nucleo di uranio, colpito da un neutrone, può rompersi in due frammenti secondo un processo chiamato fissione nucleare.

Nella fissione nucleare, l'urto neutrone-nucleo pone il bersaglio in rapida vibrazione. Il nucleo, può talvolta rompersi in due frammenti radioattivi che sfuggono in direzioni opposte. L'energia liberata dalla rottura di 1 nucleo di U235 è di 211,5 MeV, una quantità  elevatissima calcolabile tramite la formula E=mc2 in cui m è la differenza di massa tra l'atomo originale di uranio e la somma delle masse dei due frammenti rimanenti, mentre c è la costante che rappresenta la velocità  della luce del vuoto (300.000 m/s). In un comune processo di combustione, l'ossidazione di un atomo di carbonio fornisce un'energia di circa 4 eV.

Fermi e altri fisici notarono che la scissione di un nucleo forma due elementi di massa atomica inferiore all'elemento originale ed è accompagnata dall'emissione di neutroni (in media 2,5) secondo la reazione . I nuovi neutroni si comportano a loro volta come proiettili che colpiscono gli atomi vicini di uranio, dando origine ad una reazione a catena.

La fissione nucleare è il procedimento su cui si basano i reattori nucleari e le bombe atomiche (o, meglio, nucleari). Affinché una reazione, una volta innescata, possa automantenersi è necessario che per ogni nucleo fissionato almeno uno dei neutroni prodotti vada a provocare un'altra fissione. La più piccola quantità  di materiale fissile necessaria per autosostenere una reazione a catena, per cui risulta R=NEUTRONI PRODOTTI / NEUTRONI PERDUTI = 1, è detta massa critica. L'uranio si trova in natura come miscela di due isotopi: U238 e U235 in rapporto di 150 a 1, e solo il secondo è fissile. E' quindi necessario considerare che, in una reazione, la presenza di impurità  e di alcuni atomi di U238 può bloccare alcuni neutroni e se R < 1 la reazione tende a fermarsi. Al contrario, se risulta R > 1, si stabilisce una catena incontrollata di reazione nucleari il cui sviluppo energetico porta ad una forte azione esplosiva.

La fissione nucleare ha il difetto, particolarmente sentito nell'ambito della produzione energetica, di rilasciare scorie radioattive, derivate dal decadimento dell'uranio. Per ovviare a questo problema, i fisici stanno studiando un nuovo metodo per ottenere energia dalla manipolazione degli atomi: la fusione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 Il nucleare in Italia e nel mondo
Temi affrontati in questo sito web:

radioattività naturale, radioattività, reattori nucleari, centrale nucleare, radioattività naturale, radioattività artificiale, smantellamento centrali, centrale di caorso, centrale nucleare di latina, centrale garigliano, centro saluggia, deposito Saluggia, deposito Compoverde, controlsonic, crad, gammatom, protex, sorin, centro Cemerda, ispra, centro di legnano, centrale nucleare trino vercellese, centro di rotondella, centro bosco marengo, lena, cesnef, montecuccolino, pisa, deposito nucleare, centro casaccia, nucleare sicurezza, combustibile irraggiato, bonifica siti nucleari, scorie nucleari, riprocessamento, impianti nucleari, rifiuti radioattivi, decommissioning, gestione nucleare, piani di emergenza nucleare, ciclo del combustibile, decommissioning impianti nucleari, disattivazione impianti nucleari, fusione nucleare, fissione nucleare, fissione nucleare e uranio, tecnologia nucleare, condizionamento nucleare, Enrico Fermi, pila di Enrico Fermi


 Altre informazioni
Disclaimer

Questo sito web non è né contro né a favore dell'energia nuclere, vuole essere un approfondimento per comprendere l'impatto sulla salute, sull'ambiente ed il diritto dei cittadini a sottoporre le scelte in tema di energia sotto regole democratiche e partecipative.
 

 Per capire di più


Reazione Nucleare
Il criterio scientifico di funzionamento della reazione nucleare.

La Forza Nucleare
La forza dell'energia nucleare.

Radioattività
La radioattività è intorno a noi, in alcuni casi può essere dannosa per la salute umana

Energia nucleare
La produzione di energia mediante trasformazioni dei nuclei atomici

Vuoi aggiornamenti sull' energia nucleare? eventi e convegni? gestione ambiente-territorio? norme? nucleare in italia? nucleare nel mondo? progetti di ricerca e sperimentazione? scienza e tecnologia? storia del nucleare? energia elettrica e fabbisogno energetico italiano? università, società, centri, enti di ricerca? collaboratori in ambito "nucleare" e "radioprotezione".
Segnala la tua news!

 

 

 



Last Update

Deposito di scorie in Svizzera

Centrali nucleari straniere oltre il confine

La dipendenza dal nucleare dei paesi nel mondo

Didattica

Reazione Nucleare

La Forza Nucleare

 

 


 

1