- Home - Storia - Statuto - Componenti - Cariche -




STORIA


Molti secoli fa una lontana terra arcana poteva vantare tante piccole città perfettamente autonome e prospere, purtroppo in perenne conflitto tra di loro e per questo la guerra magica regnava sovrana. Ogni città aveva un Signore e un corpo di Maghi votati alla sua difesa ed a quella dei sudditi, un rigoroso codice d'onore li temprava ed essi erano disposti a perdere la vita per difendere il loro padrone. Dopo un grave periodo di carestia il Governo Dei Maghi non era più in grado di garantire la sicurezza per tutte le città sparse nel regno e questo spinse i Signori a formare gruppi di Maghi per la difesa della propria persona, le continue lotte aumentarono il potere e l'importanza di questi guerrieri. Spesso accadeva che alcuni Maghi venissero cacciati, rinnegati per aver fallito o per altri motivi a volte banali. Questi vagavano per le campagne o concedevano i loro servigi come mercenari ad altri Signori, venivano chiamati dal popolo i Maghi Bianchi, perché, data la loro preparazione nella magia, potevano attaccare con 3 magie fondamentali: Tornado, Colonna di Fuoco, pioggia di ghiaccio. I Maghi Bianchi dopo un lungo periodo di vita allo sbando, si unirono, dove potevano dimenticare il loro passato da rinnegati e costruire una nuova vita, agli ordini di una nuova Guida. Col tempo il regno si ingrandì fino a diventare uno tra i più rispettati, erano temuti e nessuno osava attaccarli. Maghi Bianchi all'interno del regno vivevano in armonia ma fuori dalle mura era una grande armata con enorme forza magica distruttiva sempre contro le forze delle Tenebre. I Maghi Bianchi non avevano dimenticato la vergogna dell'essere rinnegati e, grazie ad un patto con l'Armata della luce, seminavano il terrore e la morte nelle sempre numerose guerre contro le forze delle tenebre, ma tutto fatto con onore, quella del grande Signore dei Maghi Bianchi, che li governava e aveva ridato lo splendore e l'antico orgoglio a coloro i quali questi erano stati negati. Le guerre erano diminuite come le rivalità, però il Signore delle armate delle tenebre, di uno dei regni confinanti vista l'organizzazione, dei Maghi Bianche e geloso della loro ricchezza decise di infliggergli una ferita che mai avrebbero dimenticato. Senza onore e con l'inganno entrarono nel loro palazzo e, presa in ostaggio la figlia del Signore, lo costrinsero a togliersi la vita con le sue stesse mani e, non contenti, poco prima che il suo cuore smettesse di battere, i sicari gli uccisero la figlia. I suoi occhi piansero prima di spirare, ed i Sommi Maghi verde, azzurro, rosso, una volta trovati i corpi del Signore e di sua figlia, si unirono. L'unione per vendicare la morte con la morte e la distruzione delle Tenebre. Luce ed ombra, giorno e notte... distrussero il regno di quel perfido che per pura gelosia ed egoismo aveva rotto la tranquillità e la gioia che si andava formando in quelle terre solitarie. Senza più una guida l'armata di Maghi si divise, il regno dei Maghi perse il suo splendore fino a divenire una semplice cittadina. I corpi che generarono quell'unione vennero seppelliti dentro la cittadina di Gearcani. Ormai il regno dei Valorosi Maghi Bianchi non esisteva più. Dopo qualche tempo i Maghi di più alto rango si ritrovarono e diedero vita, proprio nella città di Gearcani, all'Arcano Ordine dei Maghi Bianchi per non dimenticare il glorioso passato.
1