Messaggi dai Piani Superiori

Che cos'è una canalizzazione


Introduzione

La "canalizzazione" (in inglese chanelling) è un processo, di solito spontaneo e naturale, di comunicazione tra il nostro stato dimensionale e altre dimensioni di consapevolezza nell'Universo.

In questa epoca ho constatato per esperienza personale che il numero di persone che canalizzano sta aumentando enormemente, coinvolgendo individui di tutte le età, sesso, cultura e condizioni socio-economiche. Secondo la mia opinione credo che da parte delle dimensioni di consapevolezza favorevoli all'umanità ci sia il preciso intento di aiutarci in questa fase di transizione a cui tutti (nessuno escluso) ci stiamo avviando.

Personalmente ritengo che la canalizzazione sia una facoltà del tutto naturale nell'uomo, e che chiunque può essere in grado di svilupparla. Attenzione, però: il processo per arrivare a sviluppare la sensibilità e la capacità necessarie a "reggere" la frequenza in arrivo non sempre avviene in maniera lineare (spesso è infatti dolorosa, vedi cosa dice Gregg Braden al sesto specchio esseno, oppure Assagioli al capitolo V) e mai è banale il percorso di chi arriva ad essere un canale per altre dimensioni di consapevolezza.

Da varie fonti (soprattutto nel sito di Stazione Celeste) ho trovato e raccolto alcune interessanti riflessioni che possono aiutarci a comprendere le caratteristiche di questo tipo di comunicazioni (clicca qui per accedere alla pagina degli approfondimenti). Chi lo desidera può verificare l'applicazione di queste idee anche nelle canalizzazioni che trovate in questo sito.

La mia esperienza

Per quanto riguarda la mia esperienza, la possibilità di canalizzare mi fu annunciata con largo anticipo dai Maestri (vai alla pagina dei dialoghi, alla sezione "Ricerca Interiore/canalizzazioni" per approfondimenti). Qui di seguito troverete i collegamenti con alcune canalizzazioni da me ricevute. Non mi dilungherò oltre per spiegare di cosa parlano, dato che i messaggi sono chiari e limpidi come il cristallo. Se volete potete utilizzarle come fonte di riflessione, per accompagnare una meditazione, oppure come preghiere. Potete sperimentarne anche la validità come mezzo terapeutico: provate a leggerle a qualcuno che non sta bene e osservatene gli effetti che la persona vi racconterà. O, semplicemente, lasciate che queste parole di amore immenso risuonino nel vostro cuore, che le conosce già!
 

 

 








 

1