Interpretare ciò che ci accade

I segni

L'interpretazione di ciò che ci succede

 

Coincidenze o sincronicità?
 


Accade a volte nella nostra vita quotidiana un fenomeno inaspettato e sorprendente, che interrompe il normale flusso degli eventi. Chi privilegia l'aspetto razionale e analitico della propria percezione parla di "coincidenza" e di solito, dopo essere stata bollata come tale, l'esperienza non ha alcun seguito. Chi invece crede nell'unità di tutto ciò che esiste e nel percepirla utilizza la propria parte intuitiva, parla di "segno" o "sincronicità" (come li definiva Jung). In queste poche righe vi voglio parlare di come sono riuscito, attraverso la lettura dei segni, ad ampliare la sfera delle mie percezioni, senza rinunciare alla mia razionalità, ma anzi arricchendola con l'intuizione.

I segni ci rendono più consapevoli ed aiutano a trovare la nostra strada, specialmente nei momenti più difficili ed impegnativi della nostra vita: di fronte ad una scelta, quando non siamo sicuri di ciò che stiamo per intraprendere, quando nonostante la nostra mente ci dice che è tutto chiaro e definito e le cose devono andare in una certa direzione, esiste una vocina dentro di noi che sussurra che non è così...

Perché vi racconto la mia esperienza

L'obiettivo è quello di stimolare (risvegliare) in chi legge la capacità innata di cogliere i segni nel momento in cui accadono, per poter sperimentare il fatto che non siamo soli e che davvero siamo Uno con tutto ciò che ci circonda. Trovo anche che leggere i segni sia spesso una cosa molto divertente e creativa, che rende la vita estremamente interessante e ricca di spunti per la nostra consapevolezza.

Cosa sono i segni?

La prima cosa da sapere è che i segni possono essere costituiti da qualsiasi cosa, ad esempio:

- Un sogno

- Un numero di targa o di telefono che compare molte volte nella giornata;

- Una frase o parola detta da una persona qualsiasi, anche al bar o sul posto di lavoro;

- Un disegno, una foto, un cartellone pubblicitario;

- Un programma alla TV;

- Un sito web, una e-mail, un messaggio sul telefonino...

La lista potrebbe allungarsi all'infinito, perché, come dicono i miei Maestri, i segni vengono preparati "da chiunque possa darci una mano. (I segni sono) manifestazioni dell'Assoluto, sono materializzazioni importanti per chiunque, quindi anche per te". Secondo la mia esperienza i segni generalmente si manifestano attraverso:

- la ripetizione (i numeri ad esempio seguono spesso questa modalità);

- l'interruzione del normale flusso quotidiano degli avvenimenti (ad esempio un animale che ci taglia la strada, qualcuno che sbaglia numero di telefono);

- gli eventi eccezionali (incontri inaspettati, incidenti).

 

Come leggere i vostri segni

La cosa più importante è partire dalle cose semplici; inizialmente non cercate segni che possano riguardare cose molto importanti o sulle quali vi state sperimentando in modo impegnativo (ad es. cambiare lavoro, decisioni che riguardano la sfera affettiva o scelte economicamente impegnative). Cominciate a prestare la vostra attenzione alle piccole cose che accadono e provate a collegarle con quello che state facendo (azione) o pensando (pensiero) o provando (emozione).

Scoprirete che i segni vi guidano e vi accompagnano per confermare il vostro percorso, per sostenervi durante una fase di cambiamento o per aiutarvi a capire che è il caso di correggere la rotta.

Il secondo consiglio è quello di scrivere su un quaderno o sul vostro diario personale ciò che avete notato, anche se solo sentite che si tratta di qualcosa di importante ma che al momento non riuscite a collegare con il resto. Mi è capitato spesso di poter interpretare i segni solo dopo diversi mesi, in prospettiva, dopo che diversi eventi si erano succeduti, incastrandosi come tessere di un mosaico perfetto.

Il terzo consiglio è quello di non diventare superstiziosi! Non caricate eccessivamente ogni cosa di significato, ma concedetevi di cogliere semplicemente ciò che arriva senza tentare di decifrare tutto. Ricordo infatti che non è soltanto con la mente razionale che riusciremo ad individuare il significato, ma anche e soprattutto con quella intuitiva.

A volte i segni servono a renderci evidenti le nostre paure, in modo da aiutarci ad affrontarle, e non a dirci che esse si stanno per realizzare! Il mio consiglio è quello di mantenere sempre un certo distacco nei confronti di quanto può accadere, anche perché credo che tutto ci venga sempre dato per il nostro maggior bene, nel rispetto della nostra libertà e responsabilità in quanto esseri divini.

A chi è in contatto con il proprio Sé superiore (attraverso gli Spiriti guida, le canalizzazioni...) consiglio di avvalersi largamente di questo strumento, che permette di collegare i significati in modo più veloce ed efficace.