nuovo sito FootballPoint qui
new site FootballPoint here

Studi, progetti e invenzioni varie complementari all’attività professionale
L’ingegneria del tempo libero

IL GIORNO
26 febbraio 1998

Cultura e Spettacoli

Era uno dei più belli del ‘700, a 20 km da Milano, ora sta per rinascere
QUEL GIARDINO NON E’ UN SOGNO
Villa Pertusati di Comazzo diventerà un centro di cultura e di svago.
Il mistero di un organo a vento

di Piero Lotito

Lungo la riva destra dell’Adda, a una ventina di chilometri da Milano, si coltiva un grande sogno: riportare alla luce quel che resta di uno dei giardini più belli e famosi nell’Europa del Settecento: il giardino di Villa Pertusati a Comazzo, piccolo centro del Lodigiano, stretto fra l’antico canale della Muzza e il fiume manzoniano. Era, quello di Comazzo, un giardino vastissimo, di meravigliosa architettura, nel cui perimetro si estendevano pianure, valli e colline. “Il numero, la larghezza e la lunghezza de’ viali che veggiosi in questa villa, ora spalleggiati da alte piante in figura di cipressi, ora da muraglie di carpini, ora da piant di castani d’India, che folte loro fronde procurano una grande ombra per il passaggio in tutte le ore del giorno, troppo lungo sarebbe il descriverli”. Chi si abbandona alla estasiata descrizione è Marc’Antonio Dal Re, che tra il 1725 e il 1730 illustrò in 12 tavole la villa e il giardino del conte Cristoforo Pertusati, maresciallo delle armate austriache, collaboratore del principe Eugenio di Savoia, governatore di Milano, che aveva una tale passione per i giardini da allestirne di magnifici anche nella grande città: a Porta Romana, per esempio, con il celebre “Giardino dell’Arcadia” descritto da Pietro Verri, dove si riuniva il gruppo milanese dell’Accademia e i cui resti sono oggi al termine di via Marchiondi.
Se la villa di Pertusati, un tempo centro prospettico dei viali alberati e della scala monumentale barocca, è oggi ancora in piedi, sia pure spogliata in gran parte dei decori architettonici, del giardino ben poco è rimasto: i gradoni di pietra di una delle cascate, statue mozze, un muro sbrecciato, monumentali pilastri a stagliarsi contro il verde della campagna lombarda come monoliti.
Ma, si obietterà, è mai possibile “riportare alla luce” un giardino fatto di fiori, di cespugli e di alberi che non durano certo un’eternità? Qui, allora, bisogna spiegarsi: i grandi giardini settecenteschi non si esaurivano nella fantastica abbondanza di ogni specie arborea e labirinti di siepi. Esibivano fontane e cascate, statue, scalinate, padiglioni di caccia, pedane per concerti all’aperto, muri, canali… Nel gioco delle incredibili scene verdi, insomma, svolgevano un ruolo importante anche la parte muraria, e questo rende ragionevole il sogno di Comazzo e della sua giunta, decisa (in testa il sindaco Emiliana Pirola con, tra gli altri, i consiglieri Roberto Defendenti, Giacomo Olmari, Teresina Pala Castignoli, e con l’appoggio pieno di entusiasmo dei volontari della Polisportiva) a rintracciare e ridefinire il disegno del meraviglioso giardino.
L’incarico di proporre uno studio di fattibilità è stato affidato a un ingegnere milanese, Gianfranco Magrini, direttore generale dell’Associazione per l’utilizzo del sottosuolo (Cocis) , ma soprattutto esponente di quella nuova tendenza dell’applicare le regole della tecnica e della scienza al tempo libero che passa appunto sotto il nome di “ingegneria del tempo libero”. “Il nostro scopo – spiega Magrini – è di ristrutturare i reperti monumentali e ricercare le tracce di un grande organo ad acqua e di altri giochi che arricchivano il giardino. Attorno potrebbe nascere un centro di attrazione culturale con musica, poesia ed arti in genere, che favorirebbe lo sviluppo del paese verso l’uso del tempo libero. C’è il fiume, una campagna bellissima, e siamo a un tiro di schioppo da Milano. Non ci manca nulla”.
Magrini ha parlato di un “organo ad acqua” riferendosi alla descrizione che Marcantonio Dal Re allegò alle sue 12 tavole. Elenca infatti il “cronista” incisore: “…le uccelliere con graziosa architettura fabbricate, persino il casino della caccia con comodi appartamenti, fontane e concerti di musica da corni da caccia, e flauti formati artificiosamente, e col sol mezzo dell’acqua animati”. Ora, disperse nell’area del giardino, sono state trovate parti di tubazioni in laterizio che farebbero appunto pensare a una rete di alimentazione dell’organo, che forse – a osservare certi “sfiatatoi” aperti a mo’ di pentagramma in una specie di lunga quinta di mattoni – si avvaleva d’un sistema di funzionamento misto: ad aria ed ad acqua.
Chissà che gli anziani del paese non confortino questa ipotesi quando raccontano di un parroco dei primi ‘900 che ordinò di decapitare tutte le statue del giardino perché di notte emettevano impressionanti lamenti. Forse erano i suoni che sfuggivano a un grandioso “strumento” da tempo senza controllo, abbandonato a se stesso. E’ facile constatare nelle poche statue oggi ancora in piedi un foro nel collo mozzato: una sorta di canna d’organo, che nella bocca perduta poteva avere il suo beccuccio. E la spianata dell’antico giardino è percorsa tuttora da energici e capricciosi giri di vento.

ricerca immagini / images finder
Se siete veramente interessati all'argomento,
potete prendere contatto direttamente con
GIANFRANCO MAGRINI
ingegnere libero professionista
Studio Professionale - 22100 Milano - Corso Monforte, 45
telefono 02 76008464 - fax 02 76021027


Servizi / Services
Translate

Amici / Friends:
Art: Louis Poyet - un vero maestro dell'arte della moltiplicazione delle immagini per mezzo della stampa.
Information: exxun.com - thousands of windows on the world constantly updated - country, flags, maps, chiefs of state...
Art: Mario Radice - Grande esponente dell'astrattismo italiano. Pittore, scultore e cultore di problemi d'architettura.
Design: Homeware - the best of "made in Italy" and much more..., Brands, Designers, Products.
Electronics: Standard Production - Advanced Electronics - Truth Machine, The world Smallest Radio, Mini Table...
Coins: Private Collection by coinpc - World Coins - Medals, Rare and not, more than 700 pics.
Computer: Storia del Computer - Quattro secoli di storia con oltre 1000 immagini.
Science: Ing. Gianfranco Magrini - Science, Engineering, Transportation, Tunnels, Tubo del Lago di Como, Footballpoint...
Search Engine: edixxon.com - matching interests, your interests can be the same as ours - search them.
Music: Stay Inside - the new frontier of the music - free music, rock, lyrics, song, mp3, download, author, rock.


Motori di ricerca / Search Engine:
Google | Yahoo | Fast-AllTheWeb | DMOZ - ODP - Open Directory Project | Lycos | Altavista

© 2003/2008 by footballpoint. All rights reserved. Please report errors and dead links to Webmaster

1