Pagina indice Biografia 1881- 1914 Biografia 1915 - 1934
Biografia 1935 - 1942 La morte dello scrittore Tutte le opere Links
Letteratura critica Zweig e la musica Novella degli scacchi
La donna silenziosa Mendel dei libri  Lettere con Strauss
La lotta col demone Segreto Bruciante Amok
Associazione Internazionale di Studi e Ricerche F. Nietzsche / Premio Nietzsche /a cura di Giuseppe Fallica

- versione ridotta per internet -


Salisburgo, Colle dei Cappuccini. Una foto d'oggi
della casa in cui visse lo scrittore fra il '19 ed il '34.

Zweig scrisse moltissimo.Tradusse in tedesco Baudelaire, Verlaine e Verhaeren.
Fra i suoi romanzi migliori "Clarissa", "Der Amoklaufer", " L'amore di Erika Ewald" (quest'ultimo libro vivamente apprezzato dall'amico e quasi coetaneo Herman Hesse).
Scrisse diverse novelle brevi, saggi e
testi per musiche.
Oltre che come romanziere Zweig è ricordato come acutissimo biografo: scandagliò le opere e la personalità di Dostoevskij, Dickens, Balzac, Casanova, Tolstoj,
Kleist, Hölderlin, Nietzsche ed altri. 
Zweig amava le biografie "parallele". L'accostamento, i paragoni ed il confronto fra personaggi realizzano una metodologia "non violenta" d'analisi biografica che, come diceva lo stesso autore, ebbe quale sommo maestro Plutarco.
Nel romanzo "Clarissa" riviviamo, attraverso gli occhi della protagonista, l'atmosfera che aleggiava nell'Europa prebellica. Il romanzo venne pubblicato postumo in quanto l'autore, amareggiato dagli eventi, strappò il manoscritto (che venne fortunatamente recuperato).
La mentalità aperta e la formazione internazionale di Zweig che, anticipando i tempi di un secolo, amava definirsi "cittadino europeo", aggravò certamente il suo travaglio per lo scoppio della Prima Guerra Mondiale. A questo argomento è dedicato "La patria comune del cuore. Considerazioni di un europeo".
Nel 1913 Zweig pubblicò "Erstes Erlebnis vier Geschichten aus Kinderland" cioè a dire "Le prime esperienze. Quattro storie dal paese dei bambini". Quattro delicati racconti che vertono sul travaglio psicologico di bambini, ingenui ed innocenti, nel momento in cui vengono a contatto con il  mondo degli adulti. Bruciante Segreto, che è la più nota delle quattro novelle, è stata presa a soggetto di due film.
Alla fine degli anni 20, Zweig collaborò con il periodico viennese "Almanacco di psicanalisi" e strinse amicizia con Freud a cui successivamente dedicherà un saggio biografico (il pittore Salvator Dalì racconta di questa amicizia nonché, fra l'altro, di essere stato presentato a Freud da proprio da Zweig nel luglio del '38).
E tutto questo avveniva in una Vienna che, come è noto, rivolgeva in quegli anni particolare attenzione allo studio della "psiche".
La febbre per l'argomento contagiò scrittori e letterati, anche se non direttamente interessati allo studio della psicanalisi: Arthur Schnitzler e Stefan Zweig ne costituiscono un pregevole esempio.
Il tema della psiche ritorna ancora in Sovvertimento dei sensi, Tramonto d'un cuore, Ventiquattr'ore della vita d'una donna. Nel 1931 questi tre racconti, vennero pubblicati in Italia su traduzione di Berta Burgio Ahrens (1891-1989), amica palermitana dello scrittore e figlia di imprenditore tedesco trasferitosi a Palermo alla fine dell'800 (operante nello stesso settore del padre dello scrittore, Moritz Zweig). La Ahrens tradusse numerose altre opere di Zweig (v. sotto). Fra i traduttori dello scrittore austriaco merita un cenno anche Lavinia Mazzucchetti (1889-1965), grande germanista e stimata docente universitaria di letteratura tedesca (espulsa dall'Ateneo di Milano nel 1929 perchè manifestamente antifascista)
Questa pagina è un invito all'approfondimento di uno scrittore stranamente ed ingiustamente dimenticato. Prova ne sia la difficile reperibilità di quasi tutte le sue opere nelle comuni librerie (ad eccezione di "
Novella degli scacchi" (Garzanti), dell'Autobiografia (Mondadori) e di qualche altro libro).
Buona parte delle opere di Zweig vennero pubblicate in Italia, sino ai primi anni cinquanta, nei "Quaderni della Medusa".
Tuttavia Zweig in vita era molto celebre. I suoi libri furono tradotti anche in cinquanta lingue, ristampati varie volte, con tirature che toccarono le 250.000 copie. Le biografie di Maria Antonietta e di Maria Stuarda salirono quasi in vetta alla classifica dei best seller negli USA rispettivamente nell'anno '33 e nel '35
Se in lingua italiana non tutto si trova, in tedesco è invece disponibile l'opera omnia di Zweig, in trenta volumi, pubblicata da Fischer, Frankfurt am Main (1982-1987) nelle edizioni delle Gesammelte Werke in Einzelbänden
I romanzi e le novelle di Zweig ben si prestano alla trasposizione cinematografica. Elenco più sotto i titoli di oltre ben venti film tratti da opere di Zweig.

nella prima colonna è indicato l'anno della pubblicazione in lingua originale - Le opere sono in ordine alfabetico

Anno Titolo in Italiano Titolo originale Note
postumo 

1944

Stoccolma

Amerigo

Milano - Mondadori - 1946

Traduzione di Luisa Paparella

Amerigo. Geschichte eines historischen Irrtums

Zweig girò il mondo. Cina, India, Brasile, America, Africa. Era un uomo brillante, curioso, dinamico, sempre assetato di conoscenza. Non è quindi un caso che fosse affascinato da personaggi come Magellano o Amerigo Vespucci.
Amerigo, Geschichte eines historischen Irrtums
(Amerigo, resoconto di uno storico errore) viene pubblicato postumo, per la prima volta in Svezia,  nel 1944.
Due anni dopo, nel 1946, esce la traduzione italiana, edita da Mondadori  nella collana "I quaderni della Medusa" (ril. bross. - pagg. 126 -  lire venticinque).
Trattasi di uno studio su  Amerigo Vespucci . Il navigatore fiorentino che capì di non essere approdato in Asia, ma in uno sconosciuto continente che chiamò il "Nuovo Mondo". Il cartografo tedesco Martin Waldseemüller, visti i diari di bordo delle quattro spedizioni di Vespucci, propose poi di denominare i nuovi territori "America" .

reperibile solo nelle  librerie antiquarie

1922

Lipsia

Amok e altri racconti di lucida follia

Der Amoklaufer

vedi pagina specifica

1920

Lipsia

Angoscia

tr. di L. Coeta
SugarCo, 1991

Angst

Angst ossia "La paura". Nel 1954 Roberto Rossellini diresse l'omonimo film  interpretato da Ingrid Bergmann. Nel 1992 la novella è stata nuovamente presa a soggetto di un film per la TV "La Peur".

difficilmente reperibile nelle librerie 

a sinistra: la copertina della odierna edizione di Angst in lingua originale

1936

Vienna

Arturo Toscanini

Milano 1936

Arturo Toscanini. Ein Bildnis Introduzione all'"Arturo Toscanini" di Paul Stefan

trad. di Lavinia Mazzucchetti (1937)

reperibile solo nelle  librerie antiquarie

postumo

1946

Stoccolma

Balzac: il romanzo della sua vita

Milano 1950

Balzac. Eine Biographie

1941

Stoccolma

Brasile. Paese dell'avvenire

Traduzione di 
Marco Merlini
Milano 1949

Brasilien. Ein Land der Zukunft

 

Scritto fra il Brasile e New York nel '41, venne subito tradotto in sei lingue. La prima ed unica edizione italiana è quella dell'agosto 1949 (Sperling&Kupfer, pp. VIII-295).

Zweig approdò in Brasile per la prima volta nel 1936;

Dovendosi recare al Congresso del Pen Club, a Buenos Aries, colse l'occasione per visitare il Brasile.

Confessa Zweig che, in occasione di quella sua prima visita in Brasile, era prevenuto: come molti europei, riteneva infatti che il Brasile fosse una terra con un bel paesaggio e niente di più. Una terra per emigranti disperati e coloni, del tutto "priva di interessi per lo spirito". Dovette ricredersi.

Il volume passa in rassegna la storia (dal 1500 sino al 1941), l'economia ed i costumi del paese sudamericano, con un occhio ammiccante verso Getùlio Vargas (presidente/dittatore del Brasile in quegli anni) .

Lo scrittore austriaco era, infatti, in ottimi rapporti con le autorità locali che lo accolsero come si conviene con una "celebrità" ed infine, quando morì, gli diedero addirittura i funerali di Stato.

Oggi, sessant'anni dopo la morte dello scrittore, il Brasile è ancora il paese in cui Zweig è maggiormente ricordato. Forse più che nella stessa Austria. A conferma di questa tesi rilevo infatti che il maggior numero di accessi a questo "sito internet" proviene da links e motori di ricerca brasiliani ed austriaci

 reperibile solo nelle  librerie antiquarie 

1914

Lipsia

Bruciante segreto

Passigli

SugarCo, 1982

Brennendes Geheimnis

vedi pagina specifica

  Caleidoscopio

Sperling e Kupfer

Milano 1945

  a sinistra la copertina del volume edito nel '45

Il volume "Caleidoscopio" edito da Sperling e Kupfer nel 1945 raccoglie tre scritti di Zweig:

Lettera di una sconosciuta
v. sub "Lettera di una sconosciuta"


Amok
v. sub "Amok"


Le ore siderali
titolo originale
STERNSTUNDEN DER MENSCHHEIT (1928)
(The Tide of Fortune, Ihmiskunnan tähtihetkiä)

1936

Wien

H. Reichner

Castellio contro Calvino, ovvero una coscienza contro la forza

Trad. di Albina Calenda, p. 209

M. Fiorentino, stampa - Napoli, 1945

Castellio gegen Calvin  reperibile solo nelle  librerie antiquarie 
  postumo Clarissa

Traduzione di Marco Zapparoli
Milano: Frassinelli, 1991

Clarissa: ein Romanentwurf

Sopra, la copertina della edizione tedesca del romanzo di Zweig.

A sinistra.

Una immagine del film Clarissa diretto nel 1998 per la TV tedesca dal regista francese Jaques Deray con Maruschka Detmers (Clarissa), Stéphane Freiss (Léonard), Claude Rich (professor Silberstein) e Tobias Moretti (Gotfried).

Il libro venne pubblicato postumo in quanto l'autore strappò il manoscritto che venne fortunatamente recuperato. 

Narra di una relazione amorosa fra Clarissa (infermiera austriaca) e Leonard (insegnante francese) troncata dallo scoppio della guerra. Il racconto altro non è che la proiezione del noto punto di vista europeista di Zweig sulla assurdità della Prima Guerra Mondiale.

Il romanzo, fra l'altro, è un interessante spaccato dei primi anni del '900.

difficilmente reperibile nelle librerie 

1901

Berlino

Corde d'argento

a cura di Gabriella Rovagnati

Salerno 1999

Silberne Saiten Silberne Saiten (cioè Corde d'argento) è una raccolta di poesie. E' la prima pubblicazione del ventenne Stefan Zweig.

Gabriella Rovagnati, traduttrice della raccolta di cui trattasi, definisce la produzione poetica giovanile di Zweig come "poco autentica" ed "astratta".

1934

Vienna

Lipsia

Zurigo

Erasmo da Rotterdam

tr. di L. Mazzucchetti
Rusconi Libri, 1991
Collana "Vite"

Triumph und Tragik des Erasmus von Rotterdam

Nella seconda metà del '400 nasceva in Olanda l'autore di "Elogio della follia". Zweig ne mette in evidenza pregi e difetti. Pur debole e timoroso fu uno dei massimi pensatori del tempo. Un genio eclettico che mai sposò alcuna causa rimanendo libero nel pensiero e nelle azioni.

Prima edizione: Mondadori, 1935.
288 p. : ill. ; 20 cm. collana Quaderni della Medusa Unica trad. autorizzata di Lavinia Mazzucchetti.

a destra la copertina della prima edizione in tedesco dell'Erasmus di Zweig

1929

Lipsia

Francoforte

Fouché

tr. di Lavinia Mazzucchetti

Frassinelli

Joseph Fouchè. Bildnis eines politischen Menschen E' la biografia del noto statista francese. Partecipò alla rivoluzione francese; fu eletto capo della Convenzione nazionale. Fece giustiziare migliaia di persone. Fu giudicato "eccessivo" persino da Robespierre. Fu ministro di Polizia della repubblica francese e, per un anno, anche ministro dell’Interno. Morì in esilio, a Trieste nel 1820.
Racconterà sarcasticamente Zweig, come la biografia di Fouchè, perfetto esempio di uomo senza scrupoli, "ebbe l'onore" di essere letta e riletta dai nazisti. La prima edizione italiana, traduzione di Lavinia Mazzucchetti, risale al 1932 (Mondadori, pp 330). 

a sinistra la copertina di una edizione del Fouché di Zweig circolante nell'est europeo

1928

Lipsia

Fuga e morte di Tolstoj

Nuovi equilibri 1992

Die Flucht zu Gott

Contemporanemente alla stesura della triplice biografia Drei Dichter ihres Lebens. Casanova, Stendhal, Tolstoj (Tre poeti della propria vita. Casanova, Stendhal, Tolstoj) Zweig, alla fine degli anni venti, scrisse "Die Fluche zu Gott", opera teatrale in atto unico.
Traduzione letterale del titolo sarebbe "Il volo verso Dio", tuttavia quest'opera è da noi conosciuta come"Fuga e morte di Toltoj".
Tolstoj morendo aveva lasciato incompiuto il dramma "E la luce brilla nelle tenebre". Questa opera di Zweig vuole esserne l'epilogo.
Fortemente autobiografica, l'opera è incentrata (ancora una volta) sui conflitti interiori dell'artista.
La casa editrice Nuovi equilibri ha pubblicato nel '92 il volume Fuga e morte di Tolstoj
Sempre nel '92 quest'opera, nella traduzione di Stefania Sibillio, è stata anche pubblicata dalla edizioni "Millelire stampa alternativa" presso il cui sito web è attualmente possibile scaricarne il testo integrale.

difficilmente reperibile nelle librerie 

1922

Lipsia

Gli occhi dell'eterno fratello

Il nuovo melangolo

Studio Tesi 1994

Die Augen des ewigen Bruders Nel '22 viene pubblicato il celeberrimo Siddharta di H.Hesse. "Gli occhi dell'eterno fratello", edito in quello stesso anno, rientra in questo filone letterario. In quel periodo è molto forte in Austria il fascino per il mondo orientale. Si è sostenuto che  Zweig, avendo visto fallire il suo sogno di una Europa unita, politicamente, spiritualmente e soprattutto culturalmente abbia temporaneamente rivolto la sua attenzione a quei valori tipici della cultura orientale: spirito, contemplazione, meditazione. 

non facilmente reperibile nelle librerie 

1944

Stoccolma

Il mondo di ieri. Ricordi di un europeo

Mondadori 1994

Edizioni del Prisma 1995

Die Welt von gestern. Erinnerungen eines Europärs
la copertina della "Autobiografia"  nella edizione Mondadori (a sinistra) e del Prisma (a destra) l
La nota Autobiografia di Zweig. Completata poco prima di suicidarsi in Brasile, nel febbraio del '42, viene pubblicata per la prima volta a Stoccolma nel '44. Narrando la sua vita Zweig compie un'analisi acuta, lucida e sottile del passaggio dalla monarchia asburgica agli anni bui che seguirono. La prima guerra mondiale e, successivamente, l'avvento del nazismo. L'eterno fascino di Parigi. Il declino e l'amarezza di un "europeo", eternamente nomade, infine esule. Una lettura gradevolissima che si legge tutta d'un fiato, come un romanzo.

 facilmente reperibile in tutte le librerie 

1930 L'agnello del povero Das Lamm des Armes Elegante satira sociale tragicomica.

Recentemente andata in scena (Spoleto 1997) per la regia di F. Però (traduzione di U. Gandini).

difficilmente trovabile

1904

Berlino

L'amore di 
Erika Ewald

Traduzione di Loredana De Campi
Firenze : Passigli, 1994

Die liebe der Erika Ewald
a sinistra la copertina della edizione attualmente in commercio, a destra quella della 1^ edizione in lingua tedesca del 1904
Il volume, oltre a quello principale, contiene altri tre racconti: Il Pellegrinaggio - I miracoli della vita - La stella sul bosco
L'amore di Erika Ewald venne pubblicato nel 1904, quando Zweig aveva solo 23 anni.Il racconto fu subito molto apprezzato dalla critica.
Herman Hesse, amico dello scrittore allora ventisettenne, sottolineò la "finezza estrema di questi studi di anime"

 facilmente reperibile in tutte le librerie 

1928

L'amore nasce dall'occasione Gelegenheit macht Liebe opera teatrale divertente.

difficilmente trovabile

1931

Lipsia

L'anima che guarisce: Mesmer, Mary Baker Eddy, Sigmund Freud

traduzione di Lavinia Mazzucchetti

Milano 1931

Die Heilung durch den Geist: Mesmer, Mary Baker-Eddy, Freud

Il testo integrale di una traduzione dello scritto di Zweig su Franz Anton Mesmer è visionabile in formato *.html,  nonché scaricabile in formato *.doc, al seguente sito internet:

  Franz Anton Mesmer - PARTE PRIMA

  Franz Anton Mesmer - PARTE SECONDA

1939

Londra

Stoccolma

Amsterdam

L'impazienza del cuore

Frassinelli

Ungeduld des Herzens Pubblicato per la prima volta nel '39 a Londra con il titolo "Beware of Pity". Nel '46 il regista Maurice Elvey ne trae l'omonimo film.
  La coppa di silenzio
(Rainer Maria Rilke coautore)

Rosellina Archinto Editore 1989

Rainer Maria Rilke und Stefan Zweig in Briefen und Dokumenten Il volume "La coppa del silenzio", edito nella versione italiana da Rosellina Archinto, raccoglie in 192 pagine le lettere che Rainer Maria Rilke e Stefan Zweig si scambiarono fra il 1906 ed il 1926. E' uno sguardo sulla cultura dei primi del '900 attraverso gli occhi dei due autori
1935

Berlino

La donna silenziosa: opera comica in tre atti op. 80 Die schweigsame Frau

vedi pagina specifica

1925

Lipsia

La lotta col demone

Frassinelli, 1992

Der Kampf mit dem Dämon. Hölderlin, Kleist, Nietzsche

vedi pagina specifica

 

La patria comune del cuore. Considerazioni di un europeo 1914-1939

Frassinelli

 

Zweig si definiva "europeo". Attegiamento che gli creò non pochi problemi alla vigilia della Grande Guerra con le autorità austriache.

In questo libro espone il suo pensiero sull'idea di Europa

 

La resurrezione di Haendel e altri scritti musicali

Traduzione di Berta Burgio Ahrens

Passigli 1994

 
a sinistra il frontespizio della prima edizione tedesca 
A Londra, nel 1737, Friedrich Haendel viene colpito da paralisi.

Ciò nonostante il grande musicista continuerà a comporre capolavori massimi. Anzi, gli basteranno appena tre settimane per completare la partitura del "Messia", una delle opere più belle di tutta la storia della musica.

Questo libro è un omaggio di Zweig al grande compositore. Ma non solo. Il volume narra di una rappresentazione newyorkese del Parsfal wagneriano sotto la direzione di un "corpulento" direttore d'orchestra. E poi ancora di Ferruccio Busoni, di Arturo Toscanini e di Bruno Walter tutti e tre amici personali dello scrittore.

1922
1930
1937
Leggende

Studio Tesi, 1991
Collana Il flauto magico

Legenden

A sinistra la copertina della prima edizione italiana di Leggende (1937), a destra quella attualmente in commercio.
La Edizioni Studio Tesi raccoglie il questo volumetto di circa 180 pagine quattro racconti scritti da Zweig in tempi diversi: 1) Rachele litiga con Dio (Rachel rechtet mit Got, 1930). 2)  Gli occhi del fratello eterno (Die Augen des ewigen Bruders, 1922). 3) Il candelabro sepolto (Der bergrabene Leuchter, 1937). 4) La leggenda della terza colomba.
  Lettera di una sconosciuta
ed altri racconti

traduzione di Berta Burgio Ahrens

Frassinelli, 1993

Briefe An Freunde

la copertina della videocassetta del film di Ophuls

Una ragazzina si innamora del suo vicino di casa, un pianista. Lei non lo da a vedere ma lui, del resto, neppure si era accorto di lei.
Anni dopo si rincontrano ed il musicista non riconosce quella ragazzina che frattanto è divenuta una donna. I due hanno una storia solo fugace. Il pianista lascia infatti la donna ignaro della sua gravidanza.
Lei rimane molto ferita. Il destino vorrà che sposi un altro uomo. 
Anni dopo il pianista apprenderà tutto, ma sarà troppo tardi. 

Anche da questo racconto, come da molti altri dello scrittore,  è stato tratto un film:
(Letter from an Unknown Woman, Usa 1948, b/n, 90') 
di Max Ophuls con Joan Fontaine, Louis Jourdan. 

in basso la locandina originale del film del '48.

1938

Magellano

tr. di L. Mazzucchetti

Frassinelli

Magellan, Der Mann und seine Tat

Zweig scrisse questa biografia nel '38 in Portogallo, ove si recò con la seconda moglie Lotte Altmann 

Fernão de Magalhães, Magellano per gli italiani, nacque in Portogallo, a Sabrosa, nel 1480. Fu il primo europeo ad attraversare il Pacifico ed a circumnavigare la terra.

Morì nell'isola di Mactan, nelle Filippine nel 1521.

1932

Maria Antonietta

tr. di L. Mazzucchetti

Mondadori 1997

Marie Antoniette. Bildnis mittleren Charakters

Nel 1933 salì al secondo posto nella classifica dei libri (non-fiction) più venduti negli USA. E' l'analisi della vita di una donna senza colpe e senza meriti trovatasi al centro della rivoluzione francese. Le calunnie finalizzate a giustificare la ghigliottina; i suoi accusatori ed i suoi difensori.

1934

Maria Stuarda
Un'eroina tragica

tr. di L. Mazzucchetti

Rusconi Libri - 1997

Maria Stuart

Altro best seller. Nel '35, sempre negli USA, giunse al 7° posto fra ii libri più venduti (nonfiction) dell'anno. La vita di una regina al centro di quelle lotte religiose che contrassegnarono il periodo di transizione fra Medioevo ed epoca moderna; il contrasto con Elisabeth, donna profondamente diversa da lei, e personaggio chiave della grande storia europea. Più in generale, il conflitto fra Scozia ed Inghilterra.  Maria Stuarda è edito in Italia nella traduzione di Lavinia Mazzucchetti e, più recenteme, di Lorenza Pampaloni
1929 Mendel dei libri

traduzione di

Ada Viglianii

Adelphi - 2008

Buchmendel
  Momenti eccelsi: cinque miniature storiche. La resurrezione di Handel

traduzione di Berta Burgio Ahrens

Milano 1935

  v. sub "La resurrezione di Haendel"
  Notte fantastica

traduzione di Barbara Griffini 
a cura di Cinzia Romani

Frassinelli

Phantastiche Nacht: vier Erzahlungen

1942

Novella degli scacchi

Garzanti - 1999

Schachnovelle

vedi pagina specifica

 

Opere scelte

Milano : Sperling & Kupfer-Mondadori, 1961
a cura di Lavinia Mazzucchetti

  Il volume comprende biografie di personaggi celebri, novelle, leggende e l'autobiografia.

1911

Quattro storie della prima esperienza

Milano 1963

Erstes Erlebnis vier Geschichten aus Kinderland v. sub "Storia nel crepuscolo"

1927

Sovvertimento dei sensi

Traduzione di Berta Burgio Ahrens
Milano : Dall'Oglio, 1946

Verwirrung der Gefühle

Il volume, nella edizione "Dall'Oglio", comprende tre racconti: Sovvertimento dei sensi, Tramonto d'un cuore, Ventiquattr'ore della vita d'una donna

Sovvertimento dei sensi
Uno studente berlinese collabora fattivamente con un professore universitario nella stesura di una certa pubblicazione.Terminato il lavoro il professore, invece di essergli grato, gli appare stranamente ostile; frattanto, la bella e giovane moglie del professore è attratta dal giovane. I due hanno una relazione. Lo studente, apprende così che il professore non aveva, ormai da tempo, rapporti sessuali con la moglie. Successivamente il professore, intuendo l'avvenuto adulterio, ma non si scompone per niente: il ragazzo scopre che il professore è, in effetti, omosessuale e che, oltretutto, era molto preso proprio di lui. Venuta la verità alla luce il professore, imbarazzato e ferito, si defila sommessamente ed il giovane proverà compassione per lui.

difficilmente reperibile nelle librerie 

A sinistra, la copertina della edizione del 1931 di Sovvertimento dei sensi.

1911

Lipsia

Storia nel crepuscolo

traduzione di 
Loredana De Campi
Passigli Editori 1993

Erstes Erlebnis vier Geschichten aus Kinderland

L'edizione italiana, un volumetto di appena 78 pagine, comprende tre brevi racconti: "Storia del crepuscolo". "La Governante". "Novelletta d'estate".
L'edizione originale pubblicata nel 1911 si intitolava "
Erstes Erlebnis vier Geschichten aus Kinderland" cioè a dire "Le prime esperienze. Quattro storie dal paese dei bambini". Quattro e non tre in quanto quella edizione comprendeva anche Brennendes Geheimnis (Bruciante segreto).
La bella prima edizione, pubblicata nel '13, ebbe grande successo. Già nei primi anni trenta si erano vendute circa duecentomila copie.
I  quattro delicati racconti descrivono, attraverso storie diverse, il  travaglio psicologico di bambini, ingenui ed innocenti, nel momento in cui vengono a contatto con il  mondo degli grandi. 
1939

Londra

Sigmund Freud

prefazione di Italo Alighiero Chiusano Roma  1991

Worte am Grabe Sigmund Freud
1920

Lipsia

Tre Maestri: Balzac, Dickens, Dostojewski

traduzione di
Berta Burgio Ahrens

Milano, 1945

Drei Meister: Balzac, Dickens, Dostojewski  
1928

Lipsia

Tre poeti della propria vita: Casanova, Stendhal, Tolstoi

versione dal tedesco di Enrico Rocca 

Drei Dichter ihres Lebens: Casanova, Stendhal, Tolstoi Nel '28 esce il volume Drei Dichter ihres Lebens. Casanova, Stendhal, Tolstoj (Tre poeti della propria vita. Casanova, Stendhal, Tolstoj). Trattasi del terzo volume delle biografie della serie "Baumeister der Welt". Nel settembre dello stesso anno Zweig, quale delegato degli scrittori austriaci, fu invitato in Russia per celebrare il centenario della nascita di Leone Tolstoj.
Zweig accettò volentieri e non ebbe a pentirsi di tale invito: "Tolstoj, apostolo della non violenza, non lo si poteva far passare per un bolscevico. Parlare di lui quale poeta era mio aperto diritto". Lo scrittore rimase in Russia, fra Mosca e Pietroburgo, per quindici giorni

In questo stesso periodo Z. scrisse l'opera teatrale "Fuga e morte di Toltoj" della quale accenno sopra.

  Uomini e destini

traduzione di
Cinzia Romani

Frassinelli, 1993

   
Ventiquattr'ore nella vita d'una donna

tr. di L. Coeta
SugarCo, 1991

24 Stunden aus dem Leben einer Frau

Questo racconto è stato pubblicato in varie edizioni. E' anche incluso nel volume "Sovvertimento dei sensi" (v. sopra).  Da questa novella sono stati tratti ben sei film:
  • 24 heures de la vie d'une femme (attualmente in lavorazione, uscita prevista per il 2001, per la regia di Laurent Bouhnik, con Kristin Scott Thomas )
  • Vingt-quatre heures de la vie d'une femme (1968, regia di Dominique Delouche, con Danielle Darrieux) 
  • Twenty-Four Hours in a Woman's Life (1961, regia di Silvio Narizzano, con Ingrid Bregman)
  • 24 Hours of a Woman's Life (1952,  regia di Victor Saville, con con Merle Oberon e Richard Todd)
  • 24 horas de la vida de una mujer (1944, regia di Carlos F. Borcosque)
  • 24 Stunden aus dem Leben einer Frau  (1931, regia di Robert Land)
1957 

Vuole essere il mio Shakespeare?

BRIEFWCHSEL

E' la raccolta delle lettere che S. Zweig e R. Strauss si scambiarono fra il 1931 ed il 1936.
Pubblicata in Germania nel 1957 da Fischer, oggi, la raccolta, è disponibile anche nella traduzione italiana (Archinto, 2009) curata da Roberto Di Vanni.
 

vedasi sottopagina di questo sito

 
Anno

in lingua originale, non tradotti in italiano

Note
1913 Das Haus Am Meer dramma
1918 Das Herz Europas pubblicato a Zurigo nel '18
1913 Der verwandelte Komödiant  
1920 Der Zwang, Eine Novelle  
1922 Die Augen des ewigen Bruders  
1906  Die frühen Kränze poesie
1907 Emile Veharen
Baudelaire esercitò grande influenza sugli scrittori simbolisti. Fra questi Verlaine, de Régnier, Mallarmé, Lautréamont, Corbière, Cros, Laforgue, ed i belgi Rodenbach, Verhaeren e Maeterlinck. Zweig pose grande attenzione a questa corrente ed in particolare a Verhaeren.

a sinistra la copertina della prima edizione tedesca del volume

1917 Erinnerungen an Emile Verhaeren v. sopra
1917 Europaichers Erbe Il saggio su Montaigne è parte di questo volume
1919 Fahrten. Landshaften und Städte  
1917 Jeremias Geremia è un dramma di stampo pacifista andato in scena già l'anno successivo alla sua pubblicazione, a Zurigo nel '18.
1919 Legende eines Lebens opera teatrale
1920 Marceline Desbordes-Valmore

la Desbordes ritratta da Nadar

Marceline Desbordes Valmore, nasce nella Fiandra francese nel 1786.
Ha una infanzia difficile. Il padre, rovinato economicamente dalla Rivoluzione, la madre, per sopravvivere, la fa recitare ancora bambina in compagnie ambulanti. Verso i 14 anni parte con la madre alla volta della isole Antille. Non appena arrivati la madre viene contagiata dalla febbre gialla e muore. La ragazzina rimane a Guadalupa fino al giorno in cui non si verifica un violento terremoto. Rientra così in Francia dove inizia a pubblicare poesie. Diviene presto conosciuta ed apprezzata dal pubblico. Legata sentimentalmente allo scrittore Henry de Latouche, hanno insieme un figlio. Morirà a Parigi nel 1859
Secondo Verlaine e molti altri intellettuali, Marceline Desbordes rappresentò il più grande genio e talento femminile del XIX secolo.

Non conosco traduzioni italiane di questo scritto del '20

1905

Paul Verlaine

monografia su Verlaine

a sinistra il frontespizio di una rara copia della prima edizione del Verlaine di Zweig

1921 Romain Rolland. Derr Mann und das Werk  
1907 Tersites tragedia in tre atti
1926

Volpone. Eine Komödie nach Ben Jonson

Libero adattamento della commedia Volpone di Ben Jonson, il celebre drammaturgo inglese contemporaneo di Shakespeare.
Un lavoro completato da Zweig nel 1926 ed andato in scena l'anno successivo al Burgtheater .
La Prima si tenne il 6 ottobre del '27 e fu un successo

Pagina indice Biografia 1881- 1914 Biografia 1915 - 1934
Biografia 1935 - 1942 La morte dello scrittore Tutte le opere
Letteratura critica Zweig e la musica Novella degli scacchi
La lotta col demone Segreto Bruciante Links  Lettere con Strauss 

Associazione Internazionale di Studi e Ricerche F. Nietzsche / Premio Nietzsche /a cura di Giuseppe Fallica

1