AVVERTENZA
il contenuto di queste gallerie è proprietà privata
né i testi né le illustrazioni possono essere ripubblicate né usate per alcuno scopo senza il consenso dell'autore


torna all'
INDICE DELLE GALLERIE
~~ Galleria 14 ~~
carte regionali

Svizzera
· pagina 1 ·
i semi svizzeri
vai al
GLOSSARIO

della pagina

pagina 2
stili a semi francesi


il mio ringraziamento a Ralph Scotoni per aver contribuito in molti modi a questa galleria



La Svizzera è una nazione dove tre diverse culture, cioè quella tedesca, francese e italiana, convivono pur mantenendo le proprie caratteristiche, quali la lingua e vari aspetti delle rispettive tradizioni, fra cui ovviamente anche i disegni delle carte da gioco.

La varietà usata nelle regioni di lingua tedesca, che costituiscono la maggioranza del paese, sono correlate piuttosto strettamente a quelle della vicina Germania (cfr. la galleria tedesca), ma si presentano con uno stile completamente autonomo, e col proprio sistema di semi.
Infatti gli Scudi e le Rose, due dei semi locali, rimpiazzano i Cuori e le Foglie, mentre i Sonagli e le Ghiande rimangono gli stessi ad essere usati nel vicino paese.
Il sistema di semi svizzero ebbe probabilmente origine da quello tedesco attorno al XVI secolo, cioè non molto dopo il concepimento di quest'ultimo. Prima che la forma dei semi attuali si standardizzasse, un certo numero di mazzi ne avevano di bizzarri, quali Cappelli e Piume, poi abbandonati.
Oggi sono assai pochi gli esemplari che testimoniano questa breve fase di transizione, che precorse il sistema attuale.

Gli Scudi hanno la forma di stemmi, simili a quelli dei cantoni elvetici, le regioni nelle quali il piccolo paese è suddiviso; quelli sulle carte numerali sono in bianco e nero, mentre le figure, i 10 e i daus li hanno a colori, a forma di cuore. Infatti la forma degli Scudi è compatibile con il seme di Cuori del sistema in uso in Germania, ma anche le Foglie non sono troppo diverse, il che fa pensare che il segno svizzero potrebbe essere originato da qualsiasi dei due tedeschi.

heart-shaped shield,
from the suit's daus card


la forma delle Rose svizzere (a sin.) sarebbe nata dai Denari italiani;
quelli mostrati appartengono alle carte Trevigiane e Triestine
Invece i fiori rotondi con sei petali gialli, detti "Rose" - una volta negli stemmi e nelle imprese araldiche la rosa aveva una forma simile - non sembra essere in diretto rapporto con alcuno dei segni tedeschi; si è sostenuto che le Rose svizzere si sarebbero forse ispirate ai Denari (dai tarocchi italiani), poiché il motivo che decora i segni di quest'ultimi, ancora presente in alcuni stili regionali, potrebbe far pensare ai petali di un fiore.

Questo stile non ha altro nome se non Jass, che è il gruppo di giochi praticati con tali mazzi. Le carte sono solitamente 36, con valori che vanno dal 6 al 10, e tre figure di tipo tedesco, Under, Ober e König.
Un mazzo speciale utilizzato per il gioco Kaiserjass si compone di 48 carte, identiche alle precedenti, ma i cui valori cominciano dal 3.
Su tutte le carte numerali fino al 9 si trova una tradizionale disposizione di segni dei semi, con un piccolo indice numerico ad entrmbe le estremità. Invece i 10 hanno un aspetto particolare: una grossa bandiera sventolante, che reca il segno del seme, che si ripete da entrambi i lati, come se fosse una figura a doppia testa.

mazzo Kaiserjass di A.G. Müller, Svizzera;
la seconda carta della fila in alto è il daus di Rose,
la seconda della fila in basso è il 10 di Ghiande

Il 10 dei mazzi elvetici probabilmente deriva dalle antiche "carte venatorie", le prime ad essere comparse nelle aree germanofone (cfr. introduzione e storia), nei cui semi la carta che valeva 10 raffigurava il relativo segno su di una bandiera, assai simile a quella che ancora oggi compare sui moderni mazzi da Jass.

bandiere (10) da mazzi venatori tedeschi della metà del 1400,
in particolare lo Stuttgarter Spielkarten (a sin.) e l'Ambraser Hofjagdspiel


Jass, edizione di Swiss Cards (Svizzera):
le figure hanno piccoli segni dei semi
I daus raffigurano un grosso segno del rispettivo seme, la cui doppia immagine segue una linea di divisione orizzontale, come in quelli degli stili a semi tedeschi, ma senza alcuna decorazione sullo sfondo né piccole allegorie.
Le figure del mazzo sono a doppia testa, divise in senso diagonale, con i rispettivi nomi scritti per esteso (si noti la grafia Under, che differisce da quella tedesca Unter, secondo il dialetto locale, il tedesco svizzero). Fra i personaggi, l'under di Sonagli ha l'aspetto di un giullare il cui berretto ricorda i petali di un fiore.
Piccoli indici numerici sono presenti nelle carte numerali (delle quali non fanno parte né il 10 né il daus). Le figure invece hanno solo un minuscolo segno del seme, ma non in tutte le edizioni.

Un particolare interessante è che le carte svizzere differiscono da qualsiasi altro stile regionale o nazionale per il modo in cui le figure sono divise in due metà.
La linea divisoria diagonale non segue sempre la stessa direzione: in tutti i re e in tre fanti ober è inclinata verso sinistra, come in una barra rovesciata ( \ ), mentre in tutti i fanti under e nel solo ober di Ghiande hanno la stessa direzione di una barra semplice ( / ). Tali linee non hanno neppure la stessa lunghezza, né lo stesso angolo d'inclinazione in tutti i soggetti, come si vede chiaramente negli esemplari mostrati in precedenza. Le normali edizioni seguono questo irregolare seppur tradizionale schema; se ne conoscono pochissime eccezioni, fra cui una recente edizione Jass di Piatnik (qui a destra), nella quale tutte le linee di divisione sono identiche.

Jass, edizione di Piatnik (Austria): si confrontino le linee
divisorie delle figure con quelle standard di altre edizioni

Le caratteristiche descritte sinora sono valide solo per la versione tradizionale dello stile svizzero.

mazzo Jass Plus di AG Müller, la versione più recente del produttore
Nel corso degli ultimi decenni il principale produttore del paese, AG Müller, ha fatto qualche tentativo di modernizzare il disegno delle carte da Jass producendo edizioni dalle illustrazioni rivisitate in chiave moderna, che avrebbero dovuto rimpiazzare quelle classiche. Tuttavia queste nuove versioni non ebbero mai un grande successo, dato che molti giocatori di Jass continuarono a preferire la vecchia edizione, di cui infatti non cessò mai la produzione. L'esemplare qui a sinistra mostra una delle versioni moderne di AG Müller, dal nome Jass Plus, nel quale i segni e i personaggi delle figure hanno un aspetto tridimensionale. Esemplari dei disegni precedenti si possono trovare nel sito Alta Carta.

Oltre allo stile standard sin qui descritto, le varianti conosciute dei mazzi da Jass comprendono edizioni con lo sfondo giallo, con indici giganti (entrambe mostrate qui di seguito), con semi di quattro colori diversi (cfr. la pagina Forme e Colori page), con un doppio sistema di semi francese e tedesco (cfr. pagina 2), ed anche alcuni mazzi con disegni non standard e pubblicitari, di cui una selezione è mostrata nel sito Alta Carta.


(da sinistra) edizione commemorativa per il 500° anniversario del corpo delle Guardie Svizzere del papa;
i quattro daus da un'edizione con lo sfondo giallo, chiamata Tschau Sepp dal nome di un gioco popolare;
mazzo Jass per giocatori ipovedenti, con indici giganti (tutte edizioni di AG Müller)


vai a
pagina 2
stili a semi francesi





GLOSSARIO

significato letterale
SPIELCHARTECARTES A JOUERCARTE DA GIOCO
SPIELJEUMAZZO
FARBCOULEURcoloriSEMI
EICHLE· · ·GHIANDE
SCHILTE· · ·SCUDI
ROSE· · ·ROSE
SCHÄLLE· · ·CAMPANELLI
(1)  EGGECARREAUQUADRI
HERZCOEURCUORI
(1)  CHRÜTZ(2)  TRÈFLE(1) croce, (2) trifoglioFIORI
(1)  SCHUFLE(2)  PIQUE(1) vanga, (2) piccaPICCHE
ASSASSASSO
UNDER· · ·sottoFANTE MINORE
OBER· · ·sopraFANTE MAGGIORE
KÖNIGROIRE
BUEBVALETJACK / FANTE
DAMEDAMEdamaREGINA / DONNA



ALTRE GALLERIE

stili di fantasia mazzi pubblicitari dimensioni, forme e colori varianti dello stile internazionale tarocchi carte senza semi Mercante in Fiera Uta Karuta, Iroha Karuta, Dôsai Karuta Âs Nas
stili regionali: Italia stili regionali: Spagna stili regionali: Germania stili regionali: Austria stili regionali: Francia stili regionali: Svezia stili regionali: Portogallo stili regionali: Cina stili regionali: Sud-Est Asiatico stili regionali: Giappone stili regionali: India fogli non tagliati espressioni e proverbi

o ritorna a
introduzione e note storiche
INTRODUZIONE
E NOTE STORICHE
glossario multilingue
GLOSSARIO
MULTILINGUE
il Matto e il Jolly
IL MATTO &
IL JOLLY
tabella degli indici
TABELLA
DEGLI INDICI
giochi regionali
GIOCHI
REGIONALI
links ad altri siti
LINKS AD
ALTRI SITI






1