AVVERTENZA
il contenuto di queste gallerie è proprietà privata
né i testi né le illustrazioni possono essere ripubblicate né usate per alcuno scopo senza il consenso dell'autore




torna all'
INDICE DELLE GALLERIE


~~ Galleria 13 ~~
carte regionali

Austria
vai al
GLOSSARIO

della pagina






Le carte impiegate per i giochi tradizionali austriaci sono dello stesso tipo "Quattro Stagioni" (o Tell) usate nella Rep.Ceca e in Ungheria, uno stile localmente chiamato Doppeldeutsche ("doppie tedesche").

Le edizioni austriache però hanno anche una carta particolare chiamata WELI, che nei paesi suddetti di solito non si trova. Si tratta del 6 di Campanelli: ha questa parola in caratteri neri, ma mostra anche il segno dei semi di Ghiande e di Cuori. In certi giochi il WELI svolge il ruolo del jolly. Infatti, un più limitato numero di edizioni è formato da 33 carte, con quattro semi da otto carte l'uno (dal 7 al 10, più le tre figure e il daus, come un mazzo da Skat), e il WELI come carta addizionale del mazzo.


mazzo Doppeldeutsche (di Piatnik, Austria)
Nei mazzi austriaci i nomi delle stagioni sono spesso riportati al di sopra dell'illustrazione centrale, ovviamente in lingua tedesca. Anche i fanti ober e under hanno i nomi dei relativi personaggi dall'opera "Guglielmo Tell", mentre i quattro re a cavallo sono privi di nome.


Oltre al Doppeldeutsche, c'è un altro tipo di mazzo a semi tedeschi usato nelle aree occidentali (Tirolo): lo stile Einfachdeutsch, diffuso in particolare nel meridione di questa regione, che appartiene all'Italia, ed è quindi stampato anche dai produttori italiani col nome Salzburger o Salisburghesi.

Le carte Einfachdeutsch o Salzburger sono a figure singole (il nome austriaco del mazzo in effetti significa "singole tedesche"), e si relazionano graficamente allo stile bavarese, sebbene contengano sempre una carta WELI, come i mazzi Doppeldeutsche.

La versione prodotta in Italia una volta si componeva di 36 carte, come quella originale austriaca, ma ora è sempre di 40 carte, con il 5 (valore addizionale) in ciascun seme.



Le carte da gioco austriache non sono solo a semi tedeschi: nel paese vengono usati altri due stili a semi francesi, conosciuti come Wien - I e Wien - II, anche detti viennese a corona grande e viennese a corona piccola.

stile Salzburger (di Modiano, Italia); non ha
indici; si noti il WELI in entrambi i mazzi austriaci


stile viennese a corona grande, di Piatnik (Austria)
Il primo dei due è usato anche nella Repubblica Ceca, ed è descritto anche nella galleria dei paesi centroeuropei. Le figure sono a testa doppia, caratterizzate da personaggi molto larghi alla base, che arrivano a superare leggermente la cornice, tanto da entrambi i lati quanto nella parte superiore; i fanti e i re non hanno barba né baffi, ad eccezione del baffuto fante di Picche. Il personaggio più riconoscibile è il fante di Cuori, che ha in mano una bandiera, recante il nome WIEN oppure un riferimento al produttore (il cui nome si legge sulla fascia indossata dal re di Picche).
Non vi sono indici, e le figure hanno nell'angolo il segno del proprio seme, ma senza lettera; gli assi, invece, hanno ben quattro piccoli segni del seme, posizionati in ciascun angolo.

Lo stile viennese a corona grande è prodotto in diverse composizioni: la più comune è quella a 32 carte, per il gioco del Preference (Germania) e del Picchetto (Austria, Rep.Ceca, Italia nord-orientale), ma in Austria sono prodotte anche quella a 24 carte, per giocare a Schnaps e, meno comune, quella a 52 carte.

Anche il secondo stile ("a corona piccola") ha figure a testa doppia, dall'aspetto più vicino a quelle dei comuni mazzi internazionali, ma meno stilizzate di queste ultime; le loro dimensioni sono leggermente inferiori a quelle dello stile a corona grande.

stile viennese a corona piccola, di Modiano (Italia)


stile renano, di Piatnik
In questo caso le corone dei re non raggiungono i margini. Gli indici delle figure sono quelli tradizionali, così come pure le e carte non figurate, inclusi gli assi. Sono disponibili in mazzi da 32 e da 52 carte.

Infine, un'ulteriore varietà è lo stile renano, le cui origini sono tedesche, cfr. la galleria relativa, ma che ora viene usato solo in altri paesi europei, compresa l'Austria. L'edizione di Piatnik (a sinistra) è un mazzo a 52 carte, con figure dai colori particolarmente brillanti; la riga che le circonda forma quattro piccoli incavi, dove trovano posto gli indici.





GLOSSARIO

significato letterale
SPIELKARTENCARTE DA GIOCO
SPIELgiocoMAZZO
FARBEcoloriSEMI
EICHELGHIANDE
LAUB (GRÜN) (SCHIPPE)(verde) (vanghe)FOGLIE
SCHELLENCAMPANELLI
HERZ (ROT)cuore (rosso)CUORI
KAROquadratoQUADRI
KREUZcroceFIORI
PIKpiccaPICCHE
DAUSil dueASSO (mazzi a semi tedeschi)
ASASSO (mazzi a semi francesi)
UNDERsottoFANTE MINORE
OBERsopraFANTE MAGGIORE
BUBEJACK
DAMEdama, signoraREGINA
KÖNIGRE



ALTRE GALLERIE

stili di fantasia mazzi pubblicitari dimensioni, forme e colori varianti dello stile internazionale tarocchi carte senza semi Mercante in Fiera Uta Karuta, Iroha Karuta, Dôsai Karuta Âs Nas
stili regionali: Italia stili regionali: Spagna stili regionali: Germania stili regionali: Svizzera stili regionali: Francia stili regionali: Svezia stili regionali: Portogallo stili regionali: Cina stili regionali: Sud-Est Asiatico stili regionali: Giappone stili regionali: India fogli non tagliati espressioni e proverbi

o ritorna a
introduzione e note storiche
INTRODUZIONE
E NOTE STORICHE
glossario multilingue
GLOSSARIO
MULTILINGUE
il Matto e il Jolly
IL MATTO &
IL JOLLY
tabella degli indici
TABELLA
DEGLI INDICI
giochi regionali
GIOCHI
REGIONALI
links ad altri siti
LINKS AD
ALTRI SITI






1