AVVERTENZA
il contenuto di queste gallerie è proprietà privata
né i testi né le illustrazioni possono essere ripubblicate né usate per alcuno scopo senza il consenso dell'autore





torna all'
INDICE DELLE GALLERIE




~~ Galleria 20 ~~
carte regionali

Giappone · Corea

· pagina 6 ·
edizioni a fumetti

2ª parte
torna all'
INDICE DELLE GALLERIE









torna alla 1ª  parte


ringrazio Dana Kahana, Tadahiko Norieda e Mayumi Yoshimura per l'aiuto fornitomi



SHÔTEN HANAFUDA


questa edizione speciale è prodotta da Bandai (Giappone)




Shôten, il cui significato è pressappoco "il luogo delle risate", è il nome di un noto teatro di Osaka, dove una volta a settimana una compagnia di attori comici vestiti in abiti tradizionali recitano in uno spettacolo basato su sketch e barzellette.
Essendo molto conosciuto in tutto il paese, lo spettacolo è diventato un programma televisivo (anch'esso chiamato Shôten), e viene trasmesso dalla rete nazionale da oltre 20 anni.
Nello speciale mazzo Hanafuda, le caricature sghignazzanti dei molti comici fanno da illustrazioni aggiunte sulle carte che valgono punti.
Invece le carte senza valore ("spazzatura") raffigurano un certo numero di oggetti tradizionali, quali lanterne di carta, ventagli, ecc., o anche il logo dello spettacolo.






HANA SABA


questa edizione speciale è prodotta da ??? (Giappone)




Questa colorata edizione raffigura animali selvatici africani. Il mazzo si chiama hana-saba, ma il suo strano significato, "sgombro a fiori" o "sgombro-fiore", apparentemente non ha nulla a che vedere col vero tema di queste illustrazioni: un nuovo modello di slot machine, chiamato Môjô-ô ("il re degli animali selvatici"), che di recente ha riscosso molto successo nelle sale da gioco giapponesi.
Il nesso più diretto con questo tema è dato dallo speciale disegno delle carte con i nastri, in quanto su ciascuno di questi compaiono tre simboli, che suggeriscono le combinazioni di una slot machine (cfr. anche il dettaglio qui a destra).
(in basso) alcune carte col nastro, con diverse combinazioni
di simboli, e (a destra) il particolare di due nastri



CAPOVOLGI I FIORI ULTRAMAN


questa edizione speciale è prodotta da Bandai (Giappone)


Hana-mekuri Urutoraman è una recente edizione Hanafuda (2004) dedicata ad una delle prime serie televisive giapponesi di grande successo, essendo andata in onda per la prima volta nel 1966, ed essendo poi durata fino alla fine degli anni '90. Contrariamente ad altre serie che hanno ispirato mazzi Hanafuda, questa non era un cartone animato, ma i protagonisti erano veri attori in carne ed ossa.


tre carte luce

l'intero seme di Iris
La serie ha per tema la fantascienza: i suoi numerosi personaggi (ognuno dei quali è chiamato genericamente "ultraman") sono esseri dprovenienti da un altro mondo, che lottano contro le forze del male usando i loro speciali poteri, facendo anche ricorso alle arti marziali, per poi riprendere sembianze umane quando non sono in azione. I loro avversari hanno l'aspetto di strani mostri, alcuni dei quali sono raffigurati in vari soggetti del mazzo.

due carte tan (nastro) e una kasu (spazzatura)

la carta "pioggia"
I personaggi della serie interagiscono variamente con i disegni tradizionali dello stile Hanafuda, ma in questa edizione alcuni dei nastri vengono effettivamente rimpiazzati da altri particolari che ne ricordano la forma, quali la scia di una stella, un missile, ecc. (in basso a sinistra); anche il testo che vi si trova scritto non è quello tradizionale, ma piuttosto fa riferimento alla serie (in basso a destra).




CARTE DELLA VERDURA STRAORDINARIA


questa edizione speciale è prodotta da Bandai (Giappone)



Questa edizione chiamata Môretsu Yasai-fuda (suppergiù "carte della vedura straordinaria") è stata prodotta nel 1990. Si basa sulla serie Môretsu Atarô ("lo straordinario Ataro"), messa in onda la prima volta nel 1969, e firmata da Fujio Akatsuka, lo stesso disegnatore che creò la serie Tensai Bakabon descritta nella 1ª parte.
Questo mazzo si discosta dalle altre edizioni per varie ragioni. In primo luogo, le carte sono grandi, simili a quelle usate per giocare a Iroha Karuta, cioè quasi due volte il formato di un mazzo Hanafuda standard. In ogni soggetto compaiono i protagonisti del cartone animato, ma in questo caso in tutte e quattro le carte di ciascun seme, o famiglia, compare lo stesso personaggio, disegnato in diverse situazioni.

due carte luce dei semi di Matsu (pino) e Yanagi (salice)

l'intero seme di Sakura (ciliegio)


Ogni carta ha diverse piccole scritte verticali, come mostrato qui a sinistra: il nome del mese che corrisponde alla famiglia o seme è riportato in un piccolo cartiglio giallo/verde; uno analogo indica il numero di punti che ciascun soggetto vale (le carte prive di valore hanno la dicitura kasu, "spazzatura"). Invece un cartiglio ovale di colore variabile a seconda della carta indica il nome di una verdura come ad esempio "zucca", "rapa", "peperone", ecc. (uno diverso per ciascun seme, donde il nome di questa edizione "carte della verdura"). Infine, inscritto in un minuscolo tondino si legge il vero nome del seme (cioè "pino", "pruno", "ciliegio", ecc.).
Anche in questa edizione il testo dei nastri non è quello tradizionale.
due carte tan (nastro) di
Ume (pruno) e Kiku (crisantemo),
ed una carta tane di Susuki (eulalia);
sui nastri si legge rispettivamente
"grande vendita promozionale" e "porta"






GIOCO DI CARTE HWATU


questa edizione speciale è prodotta da Candy (Corea del Sud)



Questa edizione, che raffigura orsacchiotti ed altri personaggi a fumetti, è una variante "fantasia" dello stile Hwatu usato in Corea del Sud. A differenza di quelle giapponesi descritte finora, le carte sono stampate su un cartoncino normale (sottile), ed anche le loro dimensioni sono maggiori del solito, quasi quanto le carte occidentali.
La composizione del mazzo è quella tradizionale, con 48 carte suddivise in dodici semi. Comprende anche due carte extra, nelle quali figurano la gru (del seme di Pino) e l'uomo con l'ombrello (dal seme di Salice), all'interno di un cerchio bianco.
Oltre ai fumetti aggiuntivi, ogni carta ha anche altri elementi insoliti: una riga di testo (in Coreano), la parola "ENERGY" seguita da un numero, poi subito sotto c'è una fila di stelline, da due a undici, il cui colore cambia da soggetto a soggetto, e infine presso il bordo inferiore della carta c'è un certo numero di tacche che dovrebbero simulare dei led, alcune delle quali sono colorate (cioè "accese"); ciò si vede meglio nel dettaglio ingrandito, qui in basso. Quale sia la loro funzione è difficile dirlo, ma dai particolari aggiunti si può chiaramente capire che le carte sono state realizzate principalmente per un gioco moderno, piuttosto che per il tradizionale Hwatu. Infatti alcune delle carte "spazzatura" hanno punti più elevati o livelli di energia superiori rispetto ai soggetti che tradizionalmente valgono di più (carte con i nastri, ecc.)
In questa edizione il consueto ideogramma cinese delle cinque carte "luce" è assente, rimpiazzato da un breve testo all'interno del disco, variamente colorato.
 





altre pagine di questa galleria
pagina 1
note storiche
e generali
pagina 2
Hanafuda
introduzione
pagina 3
Hwatu

pagina 4
stili
Hanafuda
pagina 5
edizioni
speciali
pagina 7
stili
Mekuri
pagina 8
stili
Kabu
pagina 9
Tehonbiki

pagina 10
carte
"sottili"




ALTRE GALLERIE

stili di fantasia mazzi pubblicitari dimensioni, forme e colori varianti dello stile internazionale tarocchi carte senza semi Mercante in Fiera Uta Karuta, Iroha Karuta, Dôsai Karuta Âs nas
stili regionali: Italia stili regionali: Spagna stili regionali: Germania stili regionali: Austria stili regionali: Svizzera stili regionali: Francia stili regionali: Svezia stili regionali: Portogallo stili regionali: Cina stili regionali: Sud-Est Asiatico stili regionali: India fogli non tagliati espressioni e proverbi

o ritorna a

note storiche
NOTE
STORICHE
glossario multilingue
GLOSSARIO
MULTILINGUE
il Matto e il Jolly
IL MATTO &
IL JOLLY
tabella degli indici
TABELLA
DEGLI INDICI
giochi regionali
GIOCHI
REGIONALI
links ad altri siti
LINKS AD
ALTRI SITI






1